mercoledì, Febbraio 1, 2023
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaLegislatori europei votano a favore di requisiti più severi per le banche...

Legislatori europei votano a favore di requisiti più severi per le banche che detengono criptovalute

La Commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo ha votato a favore di misure che impongono alle banche che detengono criptovalute di mettere da parte un’ingente quantità di capitale al fine di contrastare potenziali rischi.

In un avviso del 24 gennaio, il Parlamento europeo ha annunciato che il Comitato si era detto favorevole ad apportare alcune modifiche alla Capital Requirements Regulation e Capital Requirements Directive, in relazione alle banche che detengono criptovalute. Secondo il disegno di legge, le banche sono ora tenute a detenere un “importo dell’esposizione ponderato per il rischio” fino al 1.250% del capitale esposto a crypto.

On Tuesday 24/01 @EP_Economics
adopted changes to Capital Requirements Regulation (w/ 41/1/14) & Directive (49/2/7) #CRR & #CRD @jonasfernandez MEPs ready for negotiations w/ #EU2023SEhttps://t.co/bY4Y47can9

— ECON Committee Press (@EP_Economics) January 24, 2023

L’istituzione ha sottolineato che i cambiamenti sono in linea con le regole del Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (BCBS), ovvero l’organismo responsabile degli standard bancari internazionali. Il Comitato di Basilea ha a tal proposito pubblicato documenti di consultazione nel 2019, 2021 e 2022, fornendo alle banche raccomandazioni su come approcciarsi agli asset digitali e affrontare i potenziali rischi.

La Commissione per i problemi economici e monetari ha inoltre dichiarato:

“I membri del Parlamento europeo desiderano che anche le banche rivelino la loro esposizione ai crypto-asset e ai servizi di crypto-asset, e presentino una descrizione specifica delle loro politiche di gestione del rischio relative ai crypto-asset.”

Leggi anche: Membro della Banca Centrale Europea delinea i piani per l’euro digitale

L’intero Parlamento europeo dovrà ora votare sugli emendamenti proposti affinché diventino legge. L’approvazione da parte della Commissione per i problemi economici e monetari fa seguito all’introduzione nell’ottobre del 2022 del quadro normativo Markets in Crypto-Assets (MiCA): questa legge contribuirà a fissare leggi unitarie sulle criptovalute per tutti gli Stati membri dell’UE.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews