mercoledì, Febbraio 1, 2023
Disponibile su Google Play
HomeMangiareIl tropical ageing dei rum e il senso di invecchiare felici nei...

Il tropical ageing dei rum e il senso di invecchiare felici nei Caraibi

Alla fine invecchiare non è una cosa così brutta se sei una botta piena di rum e lo fai sotto il sole della Repubblica Dominicana.

C’è una porzione di Repubblica Domenicana dove nel 1888 Don Andrés Brugal Montaner ha cominciato a produrre rum. Siamo nell’isola che si spartisce il territorio tra Repubblica Domenicana e Haiti, nella parte insulare del centro America, tra Giamaica, Porto Rico e Cuba. E proprio a Cuba il fondatore del marchio aveva imparato a fare il rum, quello che sarebbe diventato il rum “del popolo domenicano”, un prodotto abbastanza conosciuto nel mondo che nel 2008 è stato acquisito all’80% dal gruppo Edrington.

I Maestros Roneros

rum brugal

La famiglia Brugal però continua a far parte della produzione perché i Maestros Roneros, gli artigiani del rum, continuano a essere scelti tra i discendenti diretti del fondatore. Oggi, a creare miscele e mettere alla prova i propri palati, ci sono Miguel Ripoll, Gustavo Ortega e Jassil Villanueva, quinta generazione di specialisti. Quest’ultima in particolare è la prima Maestra Ronera donna per Brugal, oltre che della Repubblica Dominicana. “Troppe volte si sottovaluta la figura del Maestro Ronero, invece si tratta di persone che tramite il loro gusto prendono scelte per un’azienda intera. La capacità umana è ancora molto centrale” spiega Matteo Melara, brand ambassador del marchio.

Capacità o non capacità – abbiamo capito che sono rilevanti – Brugal si distingue per diversi aspetti. Una è la gestione delle botti, l’altro è la produzione 100% dominicana, dalla coltivazione dello zucchero fino all’imbottigliamento, passando per l’invecchiamento in botte. Che le botti di rum possano circolare liberamente per il mondo, non è cosa sconosciuta. Per quanto la faccenda sia un po’ più complicata di così.

Tropical ageing e continental ageing

tropical ageing

“Quando si parla di invecchiamento del rum si parla sostanzialmente di due posti e di due tipologie” spiega Melara “Uno è il tropical ageing e l’altro è il continental ageing. In quest’ultimo caso si fa riferimento a un invecchiamento che avviene sostanzialmente in Europa (il vecchio continente) e si prende a riferimento la Scozia. La differenza sta proprio nelle temperature d’infusione”. Bene dunque, facciamo un passo indietro per capire meglio di cosa parliamo quando facciamo riferimento all’infusione.

“Potremmo fare un esempio con il mondo del tè. Di solito quando si fa una tazza di tè si prende la corretta grammatura di tè da infondere nella giusta proporzione d’acqua. Quello che si fa con rum da noi è molto simile, la differenza sostanziale è per il tè si mettono le foglie in acqua, mentre noi mettiamo il legno intorno”. E cosa c’entrano quindi Scozia e Caraibi? “In Scozia la temperatura media è molto più bassa rispetto ai Caraibi, quindi i tempi di infusione si allungano. Un anno di invecchiamento nei Caraibi equivale più o meno a 3-4 anni di invecchiamento in Europa”.

Angels’ Stare e impatto economico

tropical ageing

I rum che non invecchiano nei Caraibi in realtà sono tantissimi, ci spiega ancora Melara. “Il motivo è abbastanza semplice: durante la maturazione c’è sempre una percentuale di liquido che evapora, si chiama “Angels’ Share” (letteralmente, “la parte degli angeli”). Mentre in Scozia questa percentuale annua va dal 2% al 4% del liquido che si mette all’interno della botte. Nei Caraibi la percentuale si aggira tra l’8% e il 12%, precisamente in Repubblica Domenicana si parla del 10-12%. Per chi produce rum questo è economicamente molto impattante, è il motivo per cui molti produttori di rum invecchiano in parte o del tutto in Europa”. Nel caso di Brugal però, il tropical ageing è assicurato ed è uno dei motivi che ha accresciuto la fama di rum veramente dominicano, in ogni parte del processo.

L’importanza delle botti

Botti Brugal

Come abbiamo già anticipato, il legno e le botti, hanno un ruolo centrale in questi processi, specialmente per i rum. “L’85% del gusto del nostro rum dipende proprio dalla botte, anche se quello di cui stiamo parlando risulta un rum molto pulito a livello di gusto, noi lo definiamo “leggero, pulito e trasparente”. Per fare questo processo, oltre che tempo, risorse, competenze, serve anche spazio. “In Repubblica Domenica abbiamo dei grandi magazzini di invecchiamento che contengono oltre 170.000 botti, con un approvvigionamento annuo di circa 25.000 nuove botti, che serve a implementare quelle che già esistono e sostituisce le botti esauste”.

Questo momento dell’invecchiamento, se non si fosse capito, è assolutamente nevralgico per il rum, per una questione di colori, profumi e gusto, e spiega bene perché i suoi produttori (mica solo Brugal) vi ripongano tanta attenzione. Possiamo parlare anche di doppio invecchiamento, come in questo caso, e di botti selezionate con molto scrupolo visto che hanno il ruolo determinante di costruire il profilo aromatico del liquido finale. Anche la loro posizione è strategica: visto che il tempo gioca un fattore di primo rilievo, le botti di Brugal vengono posizionate direttamente sotto il calore del sole dominicano per intensificare il processo di “tropical ageing”, che conferisce quindi ai rum carattere e complessità. No, non potete farlo a casa.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews