mercoledì, Novembre 30, 2022
Disponibile su Google Play
HomeGossipUcraina al gelo, Zelensky condanna il «terrorismo energetico» della Russia

Ucraina al gelo, Zelensky condanna il «terrorismo energetico» della Russia

L’Ucraina è al gelo: i nuovi attacchi russi hanno colpito la rete elettrica nazionale già dissestata, provocando blackout in tutto il paese e nella vicina Moldavia. All’Onu, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in collegamento video , ha spiegato: «Abbiamo temperature sotto lo zero e decine di milioni di persone senza approvvigionamento energetico, senza riscaldamento, senza acqua: questo è un evidente crimine contro l’umanità», e ha affermato che l’Ucraina presenterà una risoluzione che condanna «qualsiasi forma di terrore energetico». E, riferendosi al probabile veto della Russia, ha aggiunto: «Non ha senso che sia assicurato il diritto di veto a chi ha intrapreso questa guerra. Non possiamo essere ostaggio di un terrorista internazionale». Il presidente ha anche invitato le Nazioni Unite a inviare esperti per esaminare e valutare le infrastrutture dell’Ucraina.

L’esercito ucraino ha dichiarato che le forze russe hanno lanciato circa 70 missili in ​​​​tutto il Paese e hanno anche schierato droni da combattimento. Gli ultimi attacchi hanno ucciso 10 persone e disconnesso tre centrali nucleari dalla rete. Il ministero dell’Energia ucraino afferma che le forniture sono state tagliate alla «stragrande maggioranza dei consumatori di elettricità». L’Ucraina è al gelo e tutta Kiev era rimasta senza acqua, ha confermato il sindaco della capitale, Vitali Klitschko, e i dipendenti dei servizi di pubblica utilità «hanno lavorato tutta la notte per ripristinare la fornitura».  Secondo il sindaco, l’approvvigionamento idrico è già stato ripristinato sulla riva sinistra della città: Klitschko spera che, entro la prima metà della giornata, torni anche sulla riva destra.

Uno dei missili russi ha colpito un condominio a Vyshgorod, un sobborgo settentrionale di Kiev, uccidendo tre persone e ferendone 15. C’era un asilo nel seminterrato dell’edificio, ma è stato evacuato. L’esplosione ha lasciato un cratere di tre metri davanti all’edificio, ha distrutto gli appartamenti intorno, ha abbattuto gli alberi vicini e ha devastato un parco giochi per bambini.

Un neonato ha perso la vita quando un razzo russo ha colpito il reparto maternità di un ospedale nel sud dell’Ucraina, nella città di Vilniansk, vicino alla città di Zaporizhzhia. Il servizio di emergenza statale ucraino ha spiegato che la mamma e il medico che era con loro sono stati estratti vivi dalle macerie dai soccorritori, ma il bambino, che aveva solo due giorni, è morto.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews