mercoledì, Novembre 30, 2022
Disponibile su Google Play
HomeNotizieRegno Unito, sentenza storica: i contenuti di Instagram e altri social responsabili...

Regno Unito, sentenza storica: i contenuti di Instagram e altri social responsabili del suicidio di una 14enne

LONDRA – Per la prima volta nella storia del Paese, un coroner inglese – ossia una sorta di medico legale – ha dichiarato come causa di morte “gli effetti negativi dei contenuti online”. La frase sembra vaga, ma il caso è eclatante. È quello di Molly Russell, di Harrow (nord-ovest di Londra), che nel 2017 si è tragicamente suicidata a 14 anni dopo aver avuto accesso online a una marea di post e messaggi sui social network di carattere autolesionista, suicida e legato alla depressione: “Quel materiale non avrebbe dovuto essere a disposizione”, è la sentenza. “Serve

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews