mercoledì, Novembre 30, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaChi ha comprato Bitcoin nel 2021 sta vendendo l'asset, svelano i dati...

Chi ha comprato Bitcoin nel 2021 sta vendendo l’asset, svelano i dati on-chain

Bitcoin (BTC), bloccato sotto i 20.000$, sta assistendo a un nuovo evento di “capitolazione:” molti degli investitori che hanno acquistato l’asset durante l’ultima bull run hanno iniziato a vendere.

Chi ha comprato nel 2021 sta vendendo in maniera aggressiva

BTC/USD oscilla attorno a livelli che non si vedevano dal 2020, e non sono soltanto i miner a risentirne.

Analizzando l’Exchange Inflow Spent Output Ages Bands (SOAB) di Bitcoin, l’analista di CryptoQuant Edris è arrivato alla conclusione che coloro che hanno acquistato la criptovaluta fra aprile 2021 e aprile 2022 hanno venduto in massa, a un prezzo molto più basso rispetto a quello d’entrata:

“Osservando il grafico, è evidente che monete di età compresa tra 6 e 18 mesi fa sono state vendute in modo aggressivo di recente. Queste monete sono state acquistate tra aprile 2021 e aprile 2022 a prezzi superiori a 30.000$.

Molti investitori che sono entrati in BTC durante il mercato rialzista del 2021 hanno recentemente capitolato, uscendo dal mercato con una perdita media di circa il 50%.”

Exchange Inflow Spent Output Ages Bands (SOAB) di Bitcoin. Fonte: CryptoQuant

Questi eventi rappresentano un segnale importante, poiché tendono ad avvenire al termine dei mercati ribassisti:

“Questi tipi di capitolazioni tendono a verificarsi durante gli ultimi mesi di un mercato ribassista, indicando una potenziale bottom formation nel prossimo futuro.”

La fine del bear market è vicina?

Caue Oliveira, un altro analista di CryptoQuant, ha invece osservato lo Spent Output Profit Ratio (SOPR) di Bitcoin, evidenziando un altro trend storico che tende a verificarsi durante i bear market.

Lo Spent Output Profit Ratio divide il prezzo pagato per una certa quantità di BTC per il prezzo a cui viene successivamente venduto. La cifra risultante tende ad oscillare attorno a 1: valori inferiori a tale cifra indicano un bear market, in cui gli investitori vendono a malincuore in perdita.

Secondo i dati di Glassnode, al 29 settembre il SOPR si trovava a circa 0,95. Tuttavia tale parametro, dopo aver raggiunto il bottom a giugno, ha iniziato a muoversi verso il suo valore neutrale: questo suggerisce che il trend ribassista potrebbe essere quasi giunto al termine.

Oliveira ha scritto:

“Esaminando il modello di spesa on-chain dei detentori a lungo termine, misurato attraverso lo Spent Output Profit Ratio… possiamo identificare i maggiori punti di vendita in perdita.

Durante gli ultimi due bear market, questi punti hanno rappresentato i momenti migliori per investire in un asset.”

Spent Output Profit Ratio (SOPR) di Bitcoin. Fonte: Glassnode

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews