mercoledì, Novembre 30, 2022
Disponibile su Google Play
HomeNotizieGenova, l’Ordine degli avvocati bacchetta la collega assessora dopo la barzelletta anti...

Genova, l’Ordine degli avvocati bacchetta la collega assessora dopo la barzelletta anti semita: “Dignità della professione anche in ruoli ed interventi pubblici”

Anche se tono e parole sono assai più formali, il messaggio dell’Ordine degli Avvocati è semplice e trasparente: “Non fate fare figuracce alla categoria come è capitato con la barzelletta anti semita dell’assessora Rosso”.

Oggi il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Genova ha pubblicato sulla bacheca della sua pagina internet una delibera firmata dal presidente Luigi Cocchi e intitolata “Avvocati con ruoli extra professionali”. All’origine c’è la discussione sorta in seno alla categoria sull’imbarazzante episodio di alcuni giorni fa che ha visto protagonista l’assessora Lorenza Rosso, che è un’avvocata con anni di esperienza alle spalle.

Il caso

Genova, battuta antisemita dell’assessora alla giornata della Cultura Ebraica, le opposizioni chiedono le dimissioni. La presidente della Comunità scrive al sindaco Bucci

18 Settembre 2022

Rosso, in rappresentanza del Comune aveva preso la parola alla Giornata della Cultura Ebraica che si svolgeva nella sinagoga. Se ne era uscita con quella che aveva presentato come una sorta di storiella / barzelletta che nulla era se non l’ennesima riproposizione di luoghi comuni e profondamente anti semiti, su quelle presunte caratteristiche ebree che avevano fatto la fortuna di tristi propagande degli anni più bui del secolo scorso.

La delibera inizia con un preciso riferimento agli avvocati politici: “Preso atto che il numero di Colleghe e Colleghi che assumono ruoli extra professionali rilevanti nella società e nelle istituzioni è sensibilmente aumentato nel recente periodo e rilevato che i medesimi ruoli espongono gli avvocati ad una maggiore visibilità sul piano generale”.

Poi si ricorda l’articolo 9 del codice deontologico che prevede che “l’avvocato, anche al di fuori dell’attività professionale, deve osservare i doveri di probità, dignità e decoro nella salvaguardia della propria reputazione e della immagine della professione forense”.

Quindi ecco il riferimento, seppur indiretto, all’”incidente” della Sinagoga: “tale precetto deve essere dunque osservato in ogni circostanza e, in particolare, in occasione di dichiarazioni ed interventi pubblici”.

Il caso

Barzelletta antisemita a Genova, la presidente della Comunità ebraica: “Serve più rispetto”

28 Settembre 2022

L’Ordine ricorda infine a tutte le toghe genovesi “l’obbligo del rispetto delle regole deontologiche e, in particolare, l’osservanza di quelle poste – in primo luogo – a tutela della dignità dell’avvocato stesso e dell’immagine della professione forense nell’esercizio di tali ruoli”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews