mercoledì, Settembre 28, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaIl cofondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, difende le DAO dalle critiche

Il cofondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, difende le DAO dalle critiche

Vitalik Buterin, cofondatore di Ethereum, è intervenuto in difesa delle Organizzazioni Autonome Decentralizzate (DAO), sostenendo che in alcune circostanze possono essere più efficienti e più giuste di una struttura aziendale tradizionale.

In teoria, le DAO sono collettivamente possedute e gestite dai loro membri e non hanno una leadership centrale. Tutte le decisioni relative ad aspetti come l’utilizzo dei fondi della tesoreria o i miglioramenti del protocollo vengono prese tramite votazioni su proposte presentate alla community.

In un post del 20 settembre sul suo sito web, Buterin ha sottolineato che i critici spesso sostengono che la governance delle DAO è inefficiente, che gli idealisti delle DAO sono ingenui e che le strutture tradizionali di governance aziendale con consigli di amministrazione e CEO sono i sistemi migliori per prendere decisioni chiave.

Le DAO non sono aziende: perché la decentralizzazione nelle organizzazioni autonome è importante https://t.co/PDh9tIRXcm

— vitalik.eth (@VitalikButerin) September 19, 2022

DAOs are not corporations: where decentralization in autonomous organizations mattershttps://t.co/PDh9tIRXcm

— vitalik.eth (@VitalikButerin) September 19, 2022

Tuttavia, il co-fondatore di Ethereum ritiene che “questa posizione sia spesso errata” e sostiene che anche le forme più ingenue di compromesso sono mediamente in grado di superare le strutture aziendali centralizzate in determinate situazioni. Sebbene ritenga che dipenda dal tipo di decisione, che secondo lui rientra in due categorie: convessa e concava.

Esempi di decisioni convesse includono la risposta alle pandemie, la strategia militare e le scelte tecnologiche nei protocolli crittografici. Mentre le decisioni concave includono le questioni giudiziarie, il finanziamento dei beni pubblici e le aliquote fiscali.

“Se una decisione è concava, preferiremmo un compromesso, mentre se è convessa, preferiremmo un lancio di moneta”, ha detto.

Secondo Buterin, quando le decisioni sono convesse, la decentralizzazione del processo decisionale può portare a “confusione e compromessi di bassa qualità”, ma quando sono concave, “affidarsi alla saggezza delle folle può dare risposte migliori”.

“In questi casi, le strutture simili alle DAO, con grandi quantità di input diversificati che entrano nel processo decisionale, possono avere molto senso”.

Le DAO di solito scelgono la decentralizzazione per difendersi dagli attacchi esterni e dalla censura. A causa della natura dello spazio e della natura remota e online di alcuni progetti, può essere più difficile “fare controlli sul background e ‘smell test’ informali dal vivo per verificare la personalità”.

Buterin afferma che questo è esattamente il motivo per cui le DAO sono necessarie, sostenendo che il mondo decentralizzato ha bisogno di “distribuire il potere decisionale tra più decisori, in modo che ogni singolo decisore abbia meno potere e che le collusioni abbiano più probabilità di essere denunciate e rivelate”.

Tuttavia, ammette che le DAO non sono prive di problemi. In alcune situazioni, è necessaria una struttura più centralizzata, ad esempio quando un’organizzazione opera con una leadership centrale e ha gruppi separati che lavorano tutti in modo indipendente. Il nucleo direttivo è decentralizzato, ma Buterin afferma che può essere necessario che i singoli gruppi seguano una gerarchia chiara, adottando una “prospettiva di opinione chiara che guida le decisioni”.

Correlato: Ethereum potrebbe introdurre soluzioni Layer-3 in futuro, afferma Vitalik Buterin

“Un sistema che è stato concepito per funzionare in modo stabile e immutabile intorno a una serie di presupposti, quando si trova di fronte a un cambiamento estremo e inaspettato di tali circostanze, ha bisogno di una specie di leader coraggioso per coordinare una risposta”.

Buterin elabora ulteriormente, affermando che in alcuni casi, le DAO potrebbero aver bisogno di “utilizzare forme simili a quelle aziendali” per “gestire l’incertezza inaspettata”.

Conclude dicendo che per alcune organizzazioni, anche nel mondo delle criptovalute, “spesso hanno senso forme di governance molto più semplici e guidate da leader che privilegiano la flessibilità”.

“Ma questo non deve distrarre dal fatto che l’ecosistema non sopravvivrebbe senza alcune forme decentralizzate non aziendali che mantengano stabile il tutto”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews