venerdì, Agosto 12, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaCoinbase è oggetto di due nuove azioni legali oltre all'indagine in corso...

Coinbase è oggetto di due nuove azioni legali oltre all’indagine in corso da parte della SEC

Coinbase sta subendo un maggiore controllo da parte delle autorità di regolamentazione, con la società che è diventata il bersaglio di molteplici azioni legali. L’exchange con sede a San Francisco, che è attualmente oggetto di indagine da parte della Securities and Exchanges Commission (SEC) degli Stati Uniti, si trova ora ad affrontare due ulteriori richieste legali da parte di due studi di avvocati.

Giovedì scorso, lo studio legale Bragar Eagel & Squire di New York ha rivelato che avrebbe fatto causa a Coinbase per affermazioni ingannevoli sulle sue pratiche commerciali. Anche Pomerantz LLP ha presentato una richiesta di risarcimento contro l’exchange, sostenendo di avere diritto a un indennizzo per le perdite subite a causa delle violazioni delle leggi federali sulle securities. Questa causa è stata intentata per risarcire i querelanti.

In entrambe le denunce, i querelanti affermano che Coinbase ha fatto dichiarazioni fraudolente e ingannevoli riguardo all’attività, alle operazioni e agli sforzi di conformità della società, tra il 14 aprile 2021 e il 26 luglio 2022. 

Secondo le denunce, Coinbase ha trascurato di rivelare che le criptovalute dei clienti venivano tenute in deposito presso loro stessi, rendendole parte di una massa di denaro soggetta a procedure fallimentari, in cui i clienti sarebbero stati trattati come creditori generali non garantiti della società.

Inoltre, Coinbase avrebbe rifiutato di rivelare che consentiva ai cittadini statunitensi di negoziare beni digitali che — nonostante la sua consapevolezza e compiacenza — richiedevano la registrazione come securities presso la SEC. Le cause sostengono quindi che le dichiarazioni pubbliche di Coinbase sono sempre state, in misura significativa, false e ingannevoli.

In passato l’exchange è stato coinvolto in diversi casi giudiziari e situazioni controverse. Le due nuove cause arrivano mentre la società è indagata dalla SEC per presunto trading di securities non registrate. Ishan Wahi, ex product manager globale di Coinbase, è accusato di insider trading in una causa separata. Tuttavia, all’inizio di questo mese, Wahi si è dichiarato non colpevole per due capi di imputazione di frode telematica, in un tribunale federale di Manhattan.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews