martedì, Agosto 16, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMangiareCantine e vigneti attraggono sempre di più fondi di investimento e finanza

Cantine e vigneti attraggono sempre di più fondi di investimento e finanza

Ascolta la versione audio dell’articolo

«Mio padre mi diceva sempre: ci sono tre modi per perdere soldi. Alcuni più piacevoli. Altri molto veloci come il gioco. Ma il più sicuro è con l’agricoltura. Le prime due sono ancora valide, la terza forse non più». Nella citazione familiare di Lamberto Frescobaldi c’è forse uno dei cambiamenti più significativi indotti dalla pandemia: la percezione dell’agricoltura non più come di un settore residuale ma un settore resiliente. Un’attività nella quale investire non più e non solo se ci si è costretti ma un comparto in grado almeno di tutelare il capitale investito.

E capofila di questo processo di cambiamento è il settore del vino che negli ultimi anni, compresi quelli pandemici, ha registrato una nuova ondata di acquisizioni di cantine che però ha caratteristiche diverse rispetto al passato. Stavolta, infatti, c’è un nuovo protagonismo della finanza e dei fondi di investimento come mai in passato.

L’universo della finanza raramente si era avvicinato al vino se non come divertissement di qualche imprenditore di successo. Rendimenti non elevati e soprattutto un forte peso delle immobilizzazioni in vigneti, sembravano ostacoli insormontabili. Ma tra i tanti effetti diretti e indiretti della pandemia c’è anche questa inversione di tendenza.

Innanzitutto, il vino italiano nel biennio pandemico ha messo a segno risultati di tutto rilievo. Nel 2020 anno in cui tutti i principali settori della manifattura italiana hanno subito pesanti battute d’arresto all’export il vino ha lasciato sul terreno appena il 2% del proprio fatturato estero per poi ripartire di slancio nel 2021 con progressi in doppia cifra e un nuovo record con un valore delle esportazioni di 7,1 miliardi di euro.

Questa resilienza vitivinicola ha fatto aprire gli occhi a molti che si sono resi conto di come in periodi di crisi i grandi rendimenti sfumano rapidamente e la priorità diventa riportare a casa almeno il capitale investito.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews