sabato, Agosto 20, 2022
Disponibile su Google Play
HomeGossipLuigi Strangis: «Sono un falso giovane»

Luigi Strangis: «Sono un falso giovane»

Questo articolo è pubblicato sul numero 28/29 di Vanity Fair in edicola fino al 19 luglio 2022

Luigi Strangis è uno da prendere al volo mentre sale su un treno, una zona franca tra un firmacopie e un concerto in giro per l’Italia. A poco meno di tre mesi dal trionfo alla 21esima edizione di Amici, il talent show più visto della tv italiana, il 21enne di Lamezia Terme colleziona impegni, accumula trasferte, fissa nuove date dei suoi live. Con l’energia della vittoria ancora in tasca e del debutto del suo ep Strangis in vetta alle classifiche, picchia duro sul momento d’oro. La testa va a mille per il lavoro e basta. «Sono un po’ stanco, ma ogni cosa che mi succede mi ricarica», dice, mentre da La Spezia si sposta a Roma, poi, da lì, in provincia di Campobasso e dopo chissà.

Giacca con cappuccio e bermuda, Freddy. Chiodo, Jordan Luca. Calze, Intimissimi Uomo. Stivaletti, Sonora. Poltrona Le Club, Poliform.

E pensare che ai provini del programma di Maria De Filippi si era presentato il penultimo giorno utile: «Non mi sentivo pronto». Proprio lui che mastica musica seriamente dall’età di sei anni. Anche da prima in realtà. «Mio padre mi faceva ascoltare i riff di Eric Clapton e di John Mayer, i giri di basso del rock e del blues. Io andavo fuori di testa, e partivo subito a mimare il gesto delle mani che scivolano sulle corde. Da qualche parte a casa conservo ancora un paio di chitarre giocattolo, così piccole che sembrano degli ukulèle».

E il percorso è già tracciato. Le lezioni di chitarra classica imparando a leggere gli accordi prima delle parole a scuola; le ore al pianoforte e alla batteria da autodidatta; i pomeriggi in cameretta a scoprire gli AC/DC e i Guns N’ Roses, David Bowie e Prince, i Beatles e gli Stones, Stevie Ray Vaughan e Pino Daniele, «mentre gli amici giocavano a calcio . A 14 anni ho scelto di frequentare il liceo musicale Tommaso Campanella, ho cominciato a scrivere le mie canzoni e sono anche entrato in un gruppo punk». La liaison con un genere così hard core dura il giusto, quattro
stagioni o poco di più. La tappa successiva: un disco vero, da solista, in inglese. Luigi lo registra, lo produce, si arrangia. È un bell’esperimento, che gli regala un’intuizione importante: d’ora in poi, pensa, canterà in italiano per approfittare di ogni sfumatura della lingua che padroneggia.

Nel frattempo si esibisce nei localini della sua città, si diploma, fa l’arrangiatore in uno studio di registrazione «per non pesare sui genitori». E aspetta. Non è ancora il tempo di Amici. Il Covid poi ferma tutto. Ma Strangis dà un’accelerata. E talent show sia. Non uno qualsiasi, però: «Volevo solo quello di Maria, perché mi sembrava più famigliare. Ci ho visto lungo», dice sorridendo. Il provino, purtroppo, parte in salita: «Sono arrivato lì con i miei due pezzi. Io sono un tipo che osserva molto e vedevo che non buttava troppo bene. Ho preso la chitarra, ho suonato Riflessi, che tra l’altro è nell’ep». Il resto è storia, quella di «Luigi il timido» che, grazie a Maria De Filippi, piano piano si apre: «Ho tirato fuori cose che non ho mai detto prima. Paradossalmente non poter sentire la mia famiglia mi ha aiutato: quella che all’inizio è stata la cosa più difficile da gestire ad Amici, l’isolamento, la lontananza, alla fine mi ha spinto a raccontare e a raccontarmi». A partire dal diabete, con cui fa i conti dal 2016 e per il quale «ho dovuto imparare a gestire le emozioni, provarle influisce sul livello di zuccheri nel sangue».

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews