martedì, Agosto 9, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMangiareVino sempre più presente su Google: la ricerca del termine sale del...

Vino sempre più presente su Google: la ricerca del termine sale del 30%

Il termine “vino” è sempre più popolare su Google, tanto che le sue ricerche sono aumentate del 30% dal 2019.

  • Home
  • Notizie
  • Vino sempre più presente su Google: la ricerca del termine sale del 30%

Il mondo internettiano è sempre più interessato al vino – e stavolta non ci riferiamo a qualche etichetta in particolare, ma alla parola stessa. Stando a quanto rivelato da Cyril Grira, direttore retail e omnicanale di Google France, intervenuto in occasione dell”evento Act for Change di Vinexposium, le ricerche su Google che contenevano come parola chiave il termine “vino” sono cresciute del 30% dal 2019, con un notevole incremento del 6% solamente nell’ultimo anno. Si tratta, a tutti gli effetti, di una ghiotta opportunità di mercato: produttori e aziende potrebbero infatti capitalizzare su questi picchi di interesse, permettendo al settore di crescere ulteriormente.

vino

Importante notare, in questo contesto, che in realtà l’88% delle query legate al vino su Google sono di fatto generiche: è difficile che le persone cerchino una produzione o un’etichetta specifica, e più semplicemente tendono a far partire la propria esplorazione da un vitigno o da una Regione intera. Si segnala, inoltre, un vero e proprio boom di ricerche per le parole chiave “cantina vicino a me” e un acceso interesse per il vino naturale – tanto che, nella sola Francia, il volume di ricerca di questa categoria è di tre volte superiore a quelli standard degli ultimi cinque anni.

L’intero settore rimane, in ogni caso, segnato da una scarsa maturità digitale (nonostante gli ultimi anni di pandemia abbiano di fatto accelerato molti aspetti): molti produttori, e in particolar modo quelli più piccoli, non hanno infatti siti web adeguati e ottimizzati alla navigazione da dispositivi mobili. “Non dovrebbe esistere l’e-commerce, la parola giusta dovrebbe essere solo “commercio”” ha spiegato a tal proposito Cyril Grira nel sottolineare come, di fatto, non dovrebbero esserci differenze tra online e negozio fisico. “La vendita è una combinazione, una dipendenza reciproca a vantaggio di entrambi”.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews