giovedì, Agosto 11, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCulturaPer L’Oréal la ricerca passa da sostenibilità e nuove tecnologie

Per L’Oréal la ricerca passa da sostenibilità e nuove tecnologie

Ascolta la versione audio dell’articolo

«L’Oréal è stata fondata da uno scienziato e la ricerca è sempre stata alla base del suo modello. E lo è ancora. Oggi, però, la ricerca è chiamata a giocare un ruolo anche nel campo della sostenibilità». Barbara Lavernos, deputy chief executive officer del gruppo L’Oréal e numero uno della Ricerca, innovazione e tecnologia, racconta come il colosso francese della cosmetica stia affrontando le sfide del cambiamento imposto da pandemia e digitalizzazione.

«I nostri 4mila scienziati in tutto il mondo hanno un unico obiettivo: innovare per fornire ai nostri marchi e consumatori il meglio della scienza e creare esperienze di bellezza che soddisfino le loro esigenze e aspirazioni – racconta –. Dedichiamo anche molte energie per ridurre l’impronta ambientale delle nostre formule e per rispettare la biodiversità grazie a una politica di approvvigionamento sostenibile e responsabile. Il 59% delle nostre materie prime proviene da fonti vegetali rinnovabili e l’80% sono biodegradabili. Nel 2030, il 95% dei nostri ingredienti sarà biobased, derivato da minerali abbondanti o da processi circolari».

Recentemente a VivaTech 2022, la fiera della tecnologia e dell’innovazione di Parigi, il gruppo ha presentato il Retail Lab, dedicato a materiali sostenibili – dalla plastica riciclata al legno sostenibile ai materiali a base di funghi – per packaging e display nei punti vendita; e la partnership con Breezometer, azienda di tecnologia climatica, per studiare innovazioni che proteggono e preservano la salute della pelle contro allergeni e inquinamento.

«A Parigi abbiamo presentato diverse innovazioni tecnologiche rappresentative di come tutti i nostri marchi e divisioni stiano innovando per la sostenibilità, una maggiore inclusività e personalizzazione nella bellezza. Ma per me, la dimostrazione principale è che la tecnologia, basata sulla scienza degli algoritmi, intelligenza artificiale e sulla conoscenza di macchinari e formulazioni, ci consente di inventare nuove esperienze e ci spinge nel futuro: la prossima frontiera sarà il metaverso». E conclude: «Stiamo affrontando il periodo post Covid con resilienza, fiducia e successo: non vediamo alcun motivo per essere pessimisti. Nonostante l’incertezza economica, le persone non rinunciano a piccoli lussi come un rossetto o un profumo e noi con il nostro ampio portafoglio di marchi possiamo accontentare ogni esigenza».

Scopri di più

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews