martedì, Agosto 9, 2022
Disponibile su Google Play
HomeGossipTicket di ingresso a Venezia, Toto Bergamo Rossi: «Non sarà risolutivo»

Ticket di ingresso a Venezia, Toto Bergamo Rossi: «Non sarà risolutivo»

«Non è una soluzione risolutiva» dice Toto Bergamo Rossi, direttore di Venetian Heritage, fondazione che sostiene iniziative culturali per far conoscere al mondo, tramite restauri, mostre, pubblicazioni, conferenze, studi e ricerche, il patrimonio di arte veneta in Italia e nel mondo, a proposito dell’introduzione del ticket dal prossimo anno nella città di Venezia. 

Lo raggiungiamo al telefono poco dopo l’ annuncio della giunta comunale del contributo di accesso per i turisti che arriveranno in giornata a Venezia a partire dal 16 gennaio 2023. Si tratta di una tassa da 3 a 10 euro alla quale saranno soggetti i visitatori che non pernottano sul territorio comunale, fatta eccezione per i cittadini della Regione Veneto. 

Partiamo dal ticket. Cosa ne pensa lei?
«Non servirà. Lo dico da tempo: Venezia deve essere trattata come il Louvre».

Non crede che trattare Venezia come un museo a cielo aperto possa essere dannoso per la città? Che possa dare ancora di più l’idea di una «non-città»?
«Dobbiamo smettere di dare un’accezione negativa alla parola museo. I musei sono posti belli e di valore e trattare la nostra città come un museo a cielo aperto vuol dire rispettarla e preservarla e vuol dire tutelare i suoi cittadini». 

Quello della cittadinanza a Venezia è il tema centrale della questione?
«Certo e non è solo colpa di Brugnaro. La classe media veneziana, negli anni, è stata fatta fuori, nel senso che si è trovata costretta ad andare a vivere fuori dalla propria città. A monte di tutto, vanno regolamentati gli affitti». 

Ma quindi come combattere l’overtourism che a Venezia è un problema che visibilmente diventa più  grande di anno in anno?
«Quello che serve davvero è il numero chiuso. La prenotazione – non necessariamente a pagamento – deve servire a gestire i flussi tenendo presente la struttura della città e una volta che le prenotazioni raggiungono il numero massimo, basta, non deve più essere consentito l’accesso a nessun altro. La gestione di questa città è la stessa di quando ero ragazzo e invece nel mezzo ha aperto l’aeroporto, sono aumentati i collegamenti con gli autobus, sono comparse le compagnie low cost, è arrivata l’alta velocità, da Jesolo arriva una quantità di barche impressionanti in Riva degli Schiavoni ogni giorno. Se la globalizzazione è arrivata, Venezia non l’ha saputa affrontare. Di nuovo, non c’è un pensiero di salvaguardia. L’unico sistema che può funzionare è il sistema Louvre, un’istituzione museale che funziona alla perfezione e quando si supera la soglia dei 40-45 mila turisti al giorno, basta si chiude. Nessun promotore di iniziative come queste sembra aver capito: vogliamo essere parte della globalizzazione o far finta di niente?».

Il ticket, a detta di Brugnaro, dovrebbe tenere lontani da Venezia soprattutto il turismo mordi e fuggi di una giornata. È questo il problema? 
«Mi pare una soluzione confusa. L’esenzione del ticket per i cittadini Veneti non è risolutivo dal momento che le gite giornaliere, di cui tutti si lamentano, arrivano principalmente dalle città dentro la regione. Brugnaro è stato mai sul Ponte degli Scalzi nel weekend? In questi ultimi weekend si sono toccate le 90mila presenze. La soluzione è evitare che si ingolfino le strade, che i bidoni strabordino dalle prime ore della giornata… Io non ho mai visto un vigile  che aiutasse a gestire i flussi di persone nelle zone affollate. Si fanno sparate come queste, ma non c’è nessuno a controllare. Far pagare un ticket non è dissuasivo e trattare la città come un museo non è sminuente, ma in fondo, a monte di tutto, è necessaria una regolamentazione degli affitti. La città va tutelata e anche i suoi cittadini, che vanno tenuti dentro». 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews