lunedì, Settembre 26, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaCriptovalute e social media sono la combinazione perfetta per le frodi, sostiene...

Criptovalute e social media sono la combinazione perfetta per le frodi, sostiene il regolatore statunitense

La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha definito criptovalute e social media una combinazione perfetta per le frodi: quasi la metà di tutte le truffe legate alle crypto hanno origine proprio sui social. 

Il report, pubblicato venerdì, mostra che lo scorso anno i truffatori sono riusciti a mettere le mani su oltre un miliardo di dollari in criptovalute. Una cifra fino a cinque volte superiore rispetto al 2020, e 60 volte superiore rispetto al 2018:

“Secondo una nuova analisi, i consumatori hanno riferito di aver perso oltre un miliardo di dollari in criptovalute a causa di truffe nel 2021. La maggior parte delle perdite segnalate dai consumatori sono state causate da falsi investimenti in crypto.”

New analysis finds consumers reported losing more than $1 billion in #cryptocurrency to scams since 2021. Most of the losses consumers reported were to bogus cryptocurrency investment scams: https://t.co/MYGTcaw1aS #DataSpotlight /1

— FTC (@FTC) June 3, 2022

Il trend non sembra affatto rallentare: al 31 marzo 2022, la quantità di criptovalute perse dagli utenti a causa di truffe ha quasi raggiunto la metà del 2021.

La FTC ha rilevato che Instagram (32%), Facebook (26%), WhatsApp (9%) e Telegram (7%) erano le principali piattaforme utilizzate per le truffe crypto. Nessuna menzione invece per Twitter, nonostante sia la piattaforma più utilizzata dalla crypto-community, e pertanto spesso veicolo di spam e falsi giveaway.

Secondo il Consumer Sentinel Network della FTC, il tipo più comune di truffa crypto è legata alle proposte di investimenti, che rappresentano oltre la metà dei fondi sottratti complessivamente:

“Queste truffe spesso promettono alle potenziali vittime enormi profitti: basta soltanto investire in determinati schemi crypto. Ma in realtà perdono tutti i soldi da loro ‘investiti’.”

Solitamente la vittima viene contattata da un presunto investment manager che promette di poter accrescere il suo patrimonio, ma soltanto se prima l’utente acquista criptovalute e le trasferisce sul conto del truffatore. Un altro metodo molto efficace è impersonare una celebrità e organizzare falsi giveaway.

La FTC cita anche truffe legate ad investimenti in opere d’arte contraffatte, gemme fasulle o monete rare. Molto popolari anche le cosiddette “romance scam,” in cui il truffatore ruba soldi alla vittima fingendo un interesse amoroso.

Vi sono poi truffe in cui i criminali contattano direttamente i consumatori, sostenendo che i loro soldi sono a rischio a causa di una frode o di un’indagine governativa:

“Queste truffe possono iniziare con un messaggio su un presunto acquisto non autorizzato da Amazon, o un pop-up online che assomiglia a un avviso di sicurezza di Windows. Una volta attirata l’attenzione della vittima, gli viene fatto credere che i suoi soldi sono a rischio.”

Il truffatore fingerà quindi di essere un rappresentante della banca, e invierà alla vittima delle istruzioni per “proteggere” le sue criptovalute.

La quantità di criptovalute perse aumenta in base alla fascia di età: il valore mediano per gli individui di 18-19 anni è 1.000$, cifra che aumenta fino a 11.708$ per gli anziani 70enni.

Sul sito web Consumer Advice, la FTC ha condiviso alcuni consigli per evitare queste truffe:

  • Solo i truffatori richiedono pagamenti in criptovalute. Nessun business legittimo ti chiederà mai di inviare criptovalute in anticipo, né per acquistare qualcosa né per proteggere i tuoi soldi. È sempre una truffa.
  • Solo i truffatori garantiscono grandi ritorni. Non fidarti di chi ti promettere di poter guadagnare rapidamente e facilmente nei mercati delle criptovalute.
  • Non unire mai consigli d’investimento e appuntamenti online. Se incontri qualcuno su un sito di incontri, e questo qualcuno ti mostra come investire in criptovalute oppure richiede un trasferimento di crypto, è una truffa.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews