sabato, Settembre 24, 2022
Disponibile su Google Play
HomeSportGiro d’Italia, sulla Marmolada finalmente arriva il botto

Giro d’Italia, sulla Marmolada finalmente arriva il botto

Lo sblocco a due chilometri e mezzo dall’arrivo

E Invece no. Il lungo ed estenuante braccio di ferro, durato tre settimane, si è sbloccato a 2,5 km dal traguardo quando Hindley, con un affondo micidiale, ha preso il largo portandosi dietro Karapaz che per un po’, con le unghie e coi denti, è riuscito a non farsi staccare. Ma poi nell’ultima rampa di Malga Ciapela, l’australiano, 26 anni,  ha dato un’altra sgommata troppo potente per l’ecuadoriano. E come se si fosse squarciato un velo che ha fatto emergere la verità. Hindley leggero come una piuma, è andato verso il traguardo, l’ex maglia rosa, sempre più caracollante, ha perso secondi su secondi. 

Un minuto e 25 secondi di vantaggio

Prima della partenza, la maglia rosa aveva un piccolo tesoretto di 3 secondi. Ora la storia del Giro è completamente cambiata: l’australiano di Perth è il nuovo leader con un minuto e 25 secondi di vantaggio sul povero Carapaz, arrivato al traguardo sgonfio come un palloncino bucato. 

Lo sconfitto sa d’aver perso la maglia rosa, ma soprattuto sa che nell’ultima cronometro (Verona-Verona, 17,4 km) non c’è più nulla da fare. Sia perché è una distanza troppo breve per riuscire a ribaltare la classifica, sia perché tra i due, quella più pimpante è sicuramente Hindley, già arrivato a un soffio dal successo al Giro del 2020. 

Questa volta, però, non c’è trippa. Quasi un minuto e mezzo è un’ottima assicurazione sulla maglia rosa. Poi Carapaz, nel finale, è stato staccato anche da Landa, che ora in classifica è  terzo a un minuto e 51” dalla maglia rosa. 

Quarto posto per Nibali a oltre 7 minuti. Il siciliano ha tenuto botta con dignità cercando sempre di onorare il suo ultimo Giro. La vittoria di Alessandro Covi – quarto successo di tappa italiano dopo quelli di Dainese, Oldani e Ciccone, è di buon auspicio per il futuro. Un bel passaggio di testimone tra due generazioni. Per ora è solo una speranza, ma il ragazzo si farà. Non si vince sulla Marmolada se non si ha la stoffa del campione.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews