venerdì, Agosto 12, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMangiareUcraina, Banca Mondiale: cibo ed energia aumenteranno ancora, rischiamo la stagflazione

Ucraina, Banca Mondiale: cibo ed energia aumenteranno ancora, rischiamo la stagflazione

I prezzi di cibo ed energia continueranno ad aumentare per altri tre anni, avvisa la Banca Mondiale, mentre le economie difficilmente cresceranno.

  • Home
  • Notizie
  • Ucraina, Banca Mondiale: cibo ed energia aumenteranno ancora, rischiamo la stagflazione

Non abbiamo ancora finito: la guerra in Ucraina, che si prevede proseguirà purtroppo ancora per un bel po’, porterà ad aumenti di prezzi su cibo ed energia per almeno altri tre anni, e ci farà rischiare la stagflazione. A prevederlo è la World Bank, la Banca Mondiale, che ha detto la sua intensificando i timori che l’economia globale si stia dirigendo verso una replica della crisi e dell’elevata inflazione degli anni ’70.

In un’analisi cupa, l’istituzione finanziaria internazionale con sede a Washington ha affermato che esiste il rischio che i costi delle materie prime in crescita fino al 2024 porti alla stagflazione, ovvero a quella situazione in cui i prezzi aumentano nonostante l’economia non cresca.

I prezzi del gas in Europa dovrebbero raddoppiare nel giro di un anno, secondo le previsioni internazionali, mentre i prezzi del carbone ci si aspetta che siano più alti dell’80%. La Banca Mondiale prevede inoltre che i prezzi del grano aumenteranno di oltre il 40% quest’anno, esercitando pressioni soprattutto sulle economie in via di sviluppo che dipendono maggiormente dalle importazioni di grano dalla Russia e dall’Ucraina.

ndia-arriva-da-li-il-grano-che-salverà-il-mercato-Accordi-per-500mila-tonnellate

“Nel complesso, questo rappresenta il più grande shock sulle materie prime che abbiamo vissuto dagli anni ’70”, ha dichiarato Indermit Gill, vicepresidente della Banca mondiale. “Come allora, lo shock è aggravato da un’impennata delle restrizioni al commercio di cibo , carburante e fertilizzanti. Questi sviluppi hanno iniziato a sollevare lo spettro della stagflazione. I responsabili politici dovrebbero cogliere ogni opportunità per aumentare la crescita economica interna ed evitare azioni che possono danneggiare l’economia globale”.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews