domenica, Maggio 22, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMisteroMisterioso incontro con un alieno verde in Spagna

Misterioso incontro con un alieno verde in Spagna

L’incidente UFO di Badajoz è uno dei fenomeni UFO più strani che si siano verificati nella storia spagnola, legato alla sua forza aerea. L’incidente è diventato popolare come “l’uomo verde di Talavera la Real” poiché due soldati spagnoli, José María Trejo e Juan Carrizosa Luján, hanno affermato di aver visto e sparato alla creatura di origine sconosciuta.

Intorno all’1:45 ora locale del 12 novembre 1976, José Maria Trejo e Juan Carrizosa erano in servizio (ciascuno nella propria cabina, a circa 60 metri l’uno dall’altro) nella cosiddetta zona di rifornimento della base aerea di Talavera la Real (Badajoz, Spagna ). Improvvisamente hanno sentito uno strano rumore. All’inizio sembrava un’interferenza radio, ma si è trasformato in un fischio acuto che faceva male alle orecchie.

Mi piace anomalia.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

I soldati pensavano che il suono fosse stato emesso da qualcuno che era entrato nella zona militare, ma dopo cinque minuti si è fermato. Trejo ha chiamato la sua compagna Carrizosa se hanno sentito il rumore e ha detto di sì. Hanno preparato le loro armi, i fucili mitragliatori Z-62 e hanno effettuato un’ispezione visiva dei dintorni.

Hanno sentito di nuovo il suono, che era così potente che sembrava che le loro teste sarebbero esplose. Cinque minuti dopo, videro una luce verticale nel cielo, come un lampo, che durò circa 15 o 20 secondi. Un’altra guardia è arrivata con un cane da guardia.

José Hidalgo e un altro compagno, accompagnati dai cani, si avvicinarono ai box. Temendo che qualcuno fosse entrato nella struttura militare con l’intento di sabotaggio, hanno deciso di avvisare il caporale Pavon. Ordinò loro di controllare l’intera area.

Andavano parallele al muro che separava la strada principale dalla base. Vedendo che il cane, appositamente addestrato per questi casi, non mostrava alcun segno di ansia, anche loro sono rimasti calmi. Ma all’improvviso, quando hanno camminato per circa 300 metri, hanno sentito un vortice e hanno sentito spezzarsi i rami di un vicino albero di eucalipto.

I militari si sono allertati e, aggrappandosi alle loro mitragliatrici, hanno rilasciato il cane, che è andato dritto nel punto in cui hanno sentito il rumore dei rami. Aspettarono che il cane facesse un qualche rumore o abbaiasse, ma dopo qualche secondo tornò lento e barcollante. Il cane è tornato malato. Dopo qualche tempo, il cane iniziò a correre intorno ai soldati (ai cani viene insegnato questo per proteggere i loro conduttori).

Si fermarono più volte, ma nessuno rispose finché José María Trejo non ebbe la sensazione che qualcuno lo stesse seguendo. A 15 metri di distanza, Trejo ha individuato una luce verde a forma di umano alla sua sinistra.

L’essere era molto alto, circa 3 metri. Sembrava essere formato da piccoli punti luce e la luminosità era più intensa lungo i bordi. La testa era piccola e coperta da qualcosa che ricordava un elmo. Le braccia erano molto lunghe ed erano incrociate. Non si vedevano né mani né piedi.

Trejo ha provato a sparare, ma non ci è riuscito e, sentendo una rigidità generale, è caduto a terra. Hidalgo e Carrizosa hanno iniziato a sparare. Tra i 40 e i 50 colpi di munizioni furono sparati contro questa creatura, che lampeggiò e scomparve.

Il suono inquietante che avevano sentito prima riapparve. Questa volta la durata del suono era di 10 o 15 secondi. I colleghi hanno aiutato Trejo a salire e mettere l’intera base in allerta.

I soldati José Manuel Trejo e Juan Carrizosa con lo stesso cane lupo che ha scoperto il “violatore” la notte del 12 novembre

Il giorno successivo, 50 persone hanno perquisito l’area in cui si è verificato l’evento, ma non hanno trovato nulla. Non un singolo bossolo, non un proiettile che ha colpito il muro che circonda il perimetro, niente.

Pochi giorni dopo, quando Trejo entrò nella sala da pranzo della base, divenne cieco e cadde a terra privo di sensi. Ha iniziato ad avere problemi di salute. Il 30 novembre è stato ricoverato all’Ospedale dell’Aeronautica Militare di Madrid con una diagnosi di “squilibrio nervoso”. In futuro, questi “squilibri nervosi” non si sono ripetuti.

Gli esperti dell’Air Force hanno confermato che le cartucce erano esaurite, ma cosa è successo ai proiettili sparati?

Secondo i personaggi principali della storia: “Non sappiamo cosa sia. Ma quello di cui non dubitiamo è che l’abbiamo visto perfettamente, e “sembrava un uomo, ma molto alto…”

Ancora oggi, non c’è risposta su ciò con cui i soldati avevano combattuto. Ma la maggior parte delle persone coinvolte nel caso concorda sul fatto che si trattava di qualcosa che coinvolgeva gli extraterrestri.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews