domenica, Maggio 22, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMisteroI vampiri sono nati, non creati, dicono gli esperti

I vampiri sono nati, non creati, dicono gli esperti

La maggior parte delle persone associa la parola “vampiro” ai morti, che di notte risorgono dalle loro tombe e vanno a bere il sangue di altre persone. Nel frattempo, i vampiri esistono, ma non sono entità ultraterrene, ma persone abbastanza viventi, che, tuttavia, hanno strane dipendenze alimentari.

Margherita pazza

Margaret Wambui Wangari, residente a West Kahawe, in Kenya, è stata arrestata per aver aggredito tre uomini. La donna prima li ha aggrediti con un coltello e poi ha cercato di aspirare il sangue.

Mi piace anomalia.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

L’incidente è avvenuto proprio in strada, davanti ai passanti. In primo luogo, Margaret ha aggredito il suo ragazzo e ha iniziato a pugnalarlo con un coltello da cucina.

Due uomini che erano presenti hanno cercato di impedirglielo, e poi si è precipitata contro di loro con un coltello. Quindi la donna iniziò a succhiare il sangue dalle ferite aperte.

Di conseguenza, uno degli uomini è morto, gli altri due sono stati inviati al Kenyatta National Hospital di Nairobi con ferite al torace e al collo. Quando la gente del posto ha visto cosa era successo, hanno cercato di lanciare pietre contro Margaret. I poliziotti l’hanno respinta con difficoltà e l’hanno presa in custodia.

Le ragioni di questo comportamento sono sconosciute. Forse la donna aderisce a una sorta di culto magico, i cui seguaci bevono sangue.

Uccidi per chicche

A proposito, i vampiri, cioè gli amanti del sangue, esistono in tutto il mondo. Semplicemente non pubblicizzano la loro passione. Anche se non sempre può essere definito un hobby. Forse tutti i vampiri possono essere divisi in tre categorie.

I primi sono maniaci, criminali, aggressori. Sono in grado di uccidere o ferire un’altra persona e “festeggiare” il suo sangue.

In alcuni casi, lo scopo del reato è proprio l’uso del sangue, in altri questo “rituale” accompagna solo l’atto criminoso. Di norma, tutte queste persone soffrono di gravi disturbi mentali.

La seconda categoria è costituita da persone relativamente normali e adeguate a cui piace semplicemente il sapore del sangue e che possono sperimentare una certa dipendenza fisiologica da questa sostanza.

Secondo il professor DJ Williams dell’Università dell’Idaho (USA), di solito i vampiri non attaccano né mordono nessuno. Stanno cercando “donatori” che si offrono volontari per fare un’incisione nella pelle in modo che il vampiro possa prelevare del sangue per se stesso. Spesso lo fanno con i loro partner sessuali.

Gli scienziati suggeriscono che qui c’è qualche caratteristica fisiologica: ad esempio, alcuni nutrienti possono essere assorbiti dal corpo solo quando vengono disciolti nel sangue. O sono le conseguenze di una mancanza di emoglobina…

Vampiro

Infine, la terza categoria di vampiri sono quelli per i quali il vampirismo fa parte delle loro credenze sacre o dei loro sistemi rituali.

In alcune nazioni, anche nell’antica Russia, era consuetudine dopo una caccia o una battaglia riuscita a bere il sangue ancora caldo di un animale morto o nemico, versandolo in una ciotola.

Se c’erano molti partecipanti, la ciotola veniva distribuita. A volte il sangue veniva bevuto solo da colui che “comandava la parata”: il re, il principe o il capo militare.

Si credeva che così sarebbe passata a te la forza degli sconfitti. A proposito, secondo gli esperti, il sangue contiene molte sostanze utili per il corpo.

Al giorno d’oggi, i “vampiri rituali” possono essere tra i Goti, i satanisti. Possono persino imitare i vampiri di fiabe e leggende, ad esempio dormire nelle bare o evitare intenzionalmente la luce solare.

Questi rappresentanti del “tipo di vampiri” sono convinti che bere sangue dia loro la cosiddetta energia psichica. Per la maggior parte, tuttavia, bevono il sangue degli animali, non di altre persone.

“La maggior parte dei vampiri crede di essere nati in quel modo, piuttosto che scegliere la propria identità”, dice il professor Williams.

Afferma che il numero di vampiri in tutto il mondo raggiunge diverse migliaia. Forse non c’è niente di sbagliato nella loro occupazione, se non causano un reale danno fisico o morale a qualcuno.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews