mercoledì, Maggio 25, 2022
Disponibile su Google Play
HomeGossipUcraina, la protesta alla tv russa: «Fermate la guerra. Non credete alla...

Ucraina, la protesta alla tv russa: «Fermate la guerra. Non credete alla propaganda»

Il presidente ucraino Zelensky si è detto «grato» per quanto accaduto in diretta alla tv russa. Una donna è apparsa alle spalle della conduttrice del principale programma di informazione di Pervy Kanal, canale televisivo russo, tenendo in mano uno striscione contro il conflitto in Ucraina. Dall’inizio della guerra è la manifestazione di dissenso più forte e visibile.

«Sono grato a quei russi che non rinunciano a cercare di dire la verità, non rinunciano a dire come stanno le cose ai loro amici e parenti, e sono particolarmente grato a questa donna che è entrata nello studio televisivo del primo canale con uno striscione contro la guerra», ha detto Zelensky. 

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Marina Ovsyannikova, la persona che ha manifestato è una redattrice dei tg locali della principale rete televisiva russa. Sullo striscione c’era una scritta in inglese, il no alla guerra, e il resto in russo: «Fermate la guerra. Non credete alla propaganda, qui vi dicono bugie».

Quella di ieri sera è stata una manifestazione di dissenso in diretta durante uno dei tg più visti, condotto da Yekaterina Andreeva, una delle giornaliste preferite da Vladimir Putin. Prima di apparire in diretta, immaginando le conseguenze di questo gesto, ha registrato un messaggio: «Quello che avviene in Ucraina è un crimine. La Russia è il Paese aggressore. La responsabilità ricade su una sola persona: Vladimir Putin. Mio padre è ucraino, mia madre è russa, e non sono mai stati nemici. La Russia deve fermare immediatamente questa guerra fratricida».

E ancora, secondo quanto riporta il Corriere della Sera: «Purtroppo negli ultimi anni ho lavorato al Primo canale, occupandomi della propaganda del Cremlino e ora ne provo molta vergogna, perché ho consentito di dire bugie alla nazione e di rendere zombie i russi. Abbiamo taciuto nel 2014, quando tutto questo era solo all’inizio. Non siamo scesi in piazza quando il Cremlino ha avvelenato Navalny. Abbiamo solo osservato in silenzio questo regime disumano. E ora ci ha voltato le spalle tutto il mondo, e altre dieci generazioni non si potranno togliere la macchia di questa guerra».

Maria Ovsyannikova è stata immediatamente arrestata: in Russia non si può usare la parola guerra parlando della situazione in Ucraina e si arriva a 15 anni di prigione per chi diffonde quelle che il governo definisce fake news. La sua immagine in tv è stata interrotta dopo pochi secondi da un altro filmato. L’account Facebook della giornalista è stato oscurato, ma erano apparsi già messaggi di ringraziamento. Il video è rimbalzato su social e tv al di fuori della Russia, dove invece non si può più vedere da nessuna parte.

Sono più di 14mila i russi arrestati dal 24 febbraio a oggi secondo i dato dell’Ong OVD-Info. «Ci sono 10 tribunali impegnati in procedimenti penali politici». Vengono arrestati tutti quelli che partecipano alle manifestazioni non autorizzate. Viene fermato chi ha un cartello, anche bianco, e chi indossa il colore verde. Basta essere in due in strada per essere fermati e controllati a Mosca e nelle altre grandi città.

Altre storie di Vanity Fair che ti potrebbero interessare:

– Guerra in Ucraina

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews