domenica, Maggio 22, 2022
Disponibile su Google Play
HomeGiochiPhil Spencer promette un 'flusso costante di grandi giochi first party'

Phil Spencer promette un ‘flusso costante di grandi giochi first party’

notizie /xbox-series-x-s-phil-spencer-promette-flusso-costante-grandi-giochi-first-party-v4-575557-800×600.webp” />

Dopo aver offerto degli aggiornamenti sullo sviluppo di State of Decay 3, Phil Spencer ha stuzzicato la curiosità degli utenti PC e Xbox Series X/S riferendo di essere al lavoro per fare in modo che le sussidiarie Microsoft riversino sul mercato un gran numero di titoli first party.

Nel corso del centesimo episodio di XboxEra, il massimo dirigente della divisione Xbox ha discusso della mancanza di esclusive Xbox nel primo trimestre del 2022 per sottolineare come “vogliamo arrivare al punto in cui gli utenti possano guardarci e sapere che lanceremo sul mercato un flusso costante di fantastici giochi first party. È vero, non abbiamo esclusive importanti in arrivo per questo trimestre, però vogliamo arrivare al punto in cui le persone possano emozionarsi assistendo all’uscita regolare dei nostri videogiochi. C’è ancora del lavoro da fare in quest’ambito ma ce ne stiamo occupando”.

A tal proposito, Spencer ribadisce di essere impegnato insieme a Matt Booty, boss degli Xbox Game Studios, e ai vertici di ZeniMax (a cui fanno capo le sussidiarie di Bethesda) affinché l’agenda dei first party in uscita su piattaforme Microsoft venga aggiornata con il lancio costante, e a cadenza regolare, di nuovi videogiochi.

Pur senza citare il matrimonio tra Microsoft e Activision Blizzard (nell’attesa che si concluda l’esame delle autorità antitrust USA), la strategia a medio-lungo termine delineata da Spencer non può prescindere dalla nutrita batteria di IP che, da Call of Duty a Diablo passando per Crash Bandicoot e World of Warcraft, dovrebbe rientrare nel novero dei ‘titoli first party’ citati dal boss della divisione gaming di Xbox per colmare le attuali lacune nella cadenza delle uscite Xbox. E voi, cosa ne pensate al riguardo? Fatecelo sapere con un commento, ma prima vi invitiamo a leggere la nostra analisi in cui ci chiediamo se l’investimento da 70 miliardi di dollari per l’acquisto di Activision conviene a Microsoft oppure no.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews