mercoledì, Maggio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutadifficoltà del mining in discesa per la prima volta quest'anno

difficoltà del mining in discesa per la prima volta quest’anno

Per la prima volta da novembre 2021, l’adattamento della difficoltà di mining di Bitcoin (BTC) è sceso, correggendo dell’1,49%. L’azione segue sei adattamenti di difficoltà positivi consecutivi, in cui sia la difficoltà di mining che l’hash rate hanno raggiunto all-time high.

L’hash rate medio nelle ultime due settimane è sceso a 197,19 exahashes al secondo (EH/s):

La difficoltà di mining di Bitcoin è leggermente diminuita dopo un’ascesa di 8 mesi. Fonte: Glassnode

L’aggiustamento della difficoltà è una delle caratteristiche più importanti del protocollo di Bitcoin. Ogni due settimane, o 2.016 blocchi confermati, la difficoltà di estrazione di un nuovo blocco si “aggiusta” in base alla media degli ultimi 2.016 blocchi, rendendo più facile o più difficile estrarre i blocchi.

Nel white paper di Bitcoin, Satoshi Nakamoto ha scritto:

“La difficoltà di proof-of-work è determinata da una media mobile che mira a mantenere un numero medio di blocchi all’ora. Se vengono generati troppo velocemente, la difficoltà aumenta”.

In altre parole, gli ultimi 2.016 blocchi sono stati generati troppo lentamente ad una media di 10 minuti e 9 secondi. Per le prossime due settimane, il lavoro dei miner sarà marginalmente più semplice.

Secondo Denver Bitcoin, un noto miner di Bitcoin, la correzione del -1,49% potrebbe essere l’unica dell’anno:

Bitcoin ha appena avuto la sua prima correzione della difficoltà del 2022. Sarà l’unica correzione dell’anno? Gli esperti prevedono ancora una media di 300 EH/s entro dicembre. Ci sarà da divertirsi.

Bitcoin just had its first downward difficulty adjustment of 2022.

Will it be the only downward adjustment of the year?
Experts still calling for 300eh+ average by December.

Fun times. pic.twitter.com/l3x8hNevaU

— Adam O (@denverbitcoin) March 3, 2022

Una correzione dell’1,49% non è niente rispetto al periodo buio del mining avvenuto fra maggio e luglio del 2021, quando un divieto in Cina ha causato un calo catastrofico dell’hash rate. Per fortuna, grazie a paesi come il Kazakistan e il Canada, è risalito rapidamente nel corso del 2021, con un’impennata del 31% che ha dimostrato la resilienza della rete.

L’industria del mining di Bitcoin è sempre più competitiva: di recente persino il colosso della tecnologia Intel ha annunciato il lancio dei propri miner. Come alluso da Denver Bitcoin, l’hash rate di 300 Eh/s potrebbe essere un obiettivo raggiungibile nel 2022, soprattutto perché il mining mostra una crescente resilienza e flessibilità geografica.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews