mercoledì, Maggio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeNotizieUcraina - Russia, le news di oggi dalla guerra. Attacco alla centrale...

Ucraina – Russia, le news di oggi dalla guerra. Attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia

L’offensiva militare russa prosegue senza sosta, con bombardamenti e città sotto assedio. Al centro della battaglia anche la centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d’Europa: per qualche ora si teme un disastro molto più grave di quello di Chernobyl, poi le autorità di Kiev fanno sapere che l’impianto è in sicurezza. E anche l’Aiea rassicura: “Nessuna fuga di radiazioni”. Con un messaggio su Twitter il presidente ucraino Zelensky torna a rivolgersi all’Europa: “È l’unica che può fermare la guerra”

Iscriviti alla newsletter quotidiana gratuita sul conflitto

DOSSIER: IL CONFLITTO | SENTIERI DI GUERRA | PODCAST: LA GIORNATA

12.49 I russi non fanno “entrare né uscire dalla centrale nucleare colpita”

“Alcuni lavoratori stanno dentro da 24 ore ma non possono andare via”. Lo racconta Alexandra, dipendente che lavora nell’impianto attaccato stanotte, al telefono col giornale spagnolo El Pais.   “Ieri i responsabili della centrale ci hanno detto che avremmo potuto lavorare con normalità perché era sotto controllo dell’esercito ucraino. E’ arrivato il turno del mattino e dopo 24 ore loro sono ancora lì, non li fanno uscire”, ha aggiunto.

12.36 Putin a paesi vicini: “Non inasprite le tensioni”

“La Russia non ha cattive intenzioni nei confronti dei suoi vicini e li invita a normalizzare le relazioni”. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, partecipando in collegamento video alla cerimonia dell’alzabandiera del traghetto Marshal Rokossovsky. Rivolgendosi al governatore della regione di Kaliningrad, Anton Andreyevich Alikhanov, gli ha detto “Vorrei sottolineare ancora una volta che non abbiamo cattive intenzioni nei confronti dei vicini. Consiglierei loro di non inasprire le tensioni e di non imporre alcuna restrizione. Stiamo onorando tutti i nostri obblighi e continueremo a farlo”

12.31 L’allarme del ministro della Cultura ucraino: “patrimonio sotto attacco”

Il ministro della Cultura ucraino, Oleksandr Tkachenko, ha lanciato un appello stamani “per chiudere i cieli sull’Ucraina in quanto gli aggressori russi stanno distruggendo i nostri siti culturali. La maggior parte dei crimini di guerra di Putin in Ucraina sono stati commessi dall’aria”, ha detto. “Putin vuole cancellare il patrimonio e la cultura dell’Europa dalla faccia della terra. Un dittatore pazzo minaccia di distruggere la Cattedrale di Santa Sofia a Kiev, una chiesa dell’Unesco costruita nell’XI secolo”.

12.25 Lukashenko “non partecipiamo a invasione”: Ma rafforza difesa

Il presidente bielorusso ripete che le forze armate del suo Paese non prenderanno parte “all’operazione militare speciale” in Ucraina, ma il colonnello Anatoly Bulavko rende noto di aver rafforzato le forze di difesa aerea in servizio proprio su richiesta dello stesso Lukashenko.

12.18 Consiglio Onu per i diritti umani approva risoluzione per  commissione internazionale d’inchiesta sulle violazioni

E’ stata approvata a grande maggioranza con 32 voti favorevoli, 2 contrari (Russia ed Eritrea) e 13  astensioni, compresi quelli di Venezuela, Cuba, Cina, India e  Pakistan. E’ la prima volta che il Consiglio dell’Onu assume una risoluzione che riguarda direttamente la Russia

12.16 La presidente della Commissione Europea Von der Leyen incontra il segretario di Stato Usa Blinken

Si vedranno a Bruxelles per discutere degli sviluppi della guerra in Ucraina. Domani sarà poi in Spagna, per incontrare il premier spagnolo Pedro Sanchez. Lunedì riceverà a  Bruxelles il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi. Gli  incontri preludono al Consiglio Europeo informale del 10 e 11 marzo a  Versailles.

12.12 Zelensky: “Oggi capiremo se l’accordo sui corridoi umanitari funziona”

Lo ha detto riferendosi all’intesa raggiunta ieri nei colloqui tra le delegazioni  russe ed ucraini per creare corridoi umanitari che permettano ai  civili di lasciare le zone di combattimento. “La capitale Kiev rimane  l’obiettivo principale degli occupanti, ma non ci faremo piegare”, ha  poi aggiunto.

12.10 Bombe su Chernihiv: 47 morti

Ieri sono morte 47 persone – 38 uomini e 9 donne – nei bombardamenti russi sulle aree residenziali della citta’ di Chernihiv, nel Nord dell’Ucraina. Lo riferisce il governo ucraino. Altre 18 persone sono rimaste ferite

12.00 A Kharkiv 2000 morti, oltre 100 bambini

Lo ha detto Serhiy Chernov, presidente del consiglio regionale di Kharkiv, in videocollegamento con il Summit delle regioni in corso a Marsiglia. “Il villaggio di Iakevo nella ragione di Kharkiv è stato distrutto, ci sono molti morti in quell’area”, ha spiegato. “Sto organizzando il lavoro del centro di coordinamento creato nel nostro centro regionale. Ci occupiamo di tutti i profughi dell’area consegnando medicinali e cibo “.

11.54 La ministra degli Esteri britannica Truss: “Dobbiamo dare più sostegno militare”

Lo ha detto a Bruxelles dove si trova per incontrare i colleghi dei Paesi alleati membri della Nato: “Si deve stringere la morsa attorno alla macchina da guerra di Putin”. E deve avvenire in più modi: “Sanzioni sempre più forti sull’economia di Mosca e invio di armamenti agli ucraini”.

11.52 Zhytomyr, colpita una scuola. Non ci sono vittime

Le forze russe hanno colpito una scuola a Zhytomyr, a ovest di Kiev, distruggendo l’edificio. Lo rende noto il sindaco della città Serhiy Sukhomlyn su Facebook, citato dai media ucraini. “Un razzo o una bomba sono stati appena lanciati contro la scuola n.25. Metà  dell’edificio è distrutto”. Secondo le prime informazioni non ci sarebbero vittime.

11.43 Borrell: “Convocare il Consiglio di Sicurezza Onu dopo attacco alla centrale nucleare”

“Gli attacchi russi nelle immediate vicinanze delle centrali nucleari ucraine possono avere conseguenze catastrofiche. Devono fermarsi immediatamente. I bombardamenti e il conseguente incendio alla Zaporizhzhya possono mettere in pericolo l’intera Europa. Sostegno per una riunione di emergenza di Consiglio di sicurezza dell’Onu”. Lo scrive in un tweet l’Alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera, Josep Borrell.

11.41  Kiev: “3 morti durante l’attacco alla centrale nucleare”

Sarebbero soldati addetti alla sicurezza della centrale. Altri due sono stati feriti, uno è in condizioni critiche

11.37 Zelensky: ” A Zaporizhzhia sfiorata la fine dell’Europa”

“Un disastro alla centrale nucleare di Zaporizhzhia sarebbe 6 volte peggiore di Chernobyl”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e lo riporta il Kyiv Independent.  “Sarebbe potuta essere la fine della storia dell’Ucraina e dell’Europa”, ha detto, aggiungendo che i russi “sapevano cosa stavano colpendo, hanno mirato al sito”. Si è poi appellato ai russi: “Come è possibile. Abbiamo combattuto insieme le conseguenze del disastro di Chernobyl del 1986. Ve lo siete dimenticato? Se ve lo ricordate non potete stare in silenzio. Dite ai vostri leader che volete vivere”.

11.36 Lukashenko: “Parlato con Putin, non partecipiamo all’invasione”

Il presidente bielorusso Alexander  Lukashenko ha riferito di un ”colloquio con il presidente russo Vladimir Putin” durante il quale ha confermato che ”i militari bielorussi non parteciperanno all’invasione dell’Ucraina”. La Russia ha però utilizzato il territorio bielorusso per attaccare.

11.25 Truppe russe stanno entrando a Mykolaiv

Lo conferma il sindaco, Oleksandr Senkevych. Mykolaiv, città dell’Ucraina meridionale non distante da Kherson (il cui controllo è rivendicato dai russi), ha circa mezzo milione di abitanti.  

11.21 Kiev accerchiata dalle forze russe

Lo conferma il ministero della Difesa ucraina precisando che le truppe russe sono “bloccate e fermate nell’area di Makarov” a circa 60 km dalla capitale ucraina.  Secondo il ministero, i militari hanno esaurito parte delle loro riserve operative e hanno avviato “i preparativi per il trasferimento di forze e risorse aggiuntive dai distretti militari meridionali e orientali”. Ieri, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che la guerra in ucraina “sta andando secondo i piani”, nonostante le valutazioni contrarie di altri Paesi.  Secondo il ministero della Difesa ucraino, le forze russe continuano a prepararsi per lo sbarco sulla costa del Mar Nero.

11.22 Zelensky: “Sanzioni più severe dopo l’attacco alla centrale nucleare”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky chiede sanzioni occidentali più severe contro Mosca dopo l’attacco russo  alla prima centrale nucleare ucraina. “E’ necessario un inasprimento immediato delle sanzioni contro lo stato terrorista nucleare”, ha affermato in un discorso video , invitando anche i russi a “scendere in piazza” per fermare  gli attacchi russi ai siti nucleari in ucraina.

11.06 Aiea: “Problemi tecnici nel monitoraggio delle radiazioni di Chernobyl”

Ma non si tratta di “problemi enormi” e dai dati disponibili la situazione appare “nella normalita'”. Lo ha detto in conferenza stampa il direttore generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea), Rafael Grossi.

11.04 La propaganda russa diffonde bufale da almeno 100 siti

E sono almeno dieci le principali bufale diffuse. Lo dice un report del Centro di monitoraggio della disinformazione sul conflitto Russia-Ucraina diffuso da NewsGuard che sta monitorando 116 domini di  propaganda e disinformazione filo-russa. “I tre siti più influenti, finanziati e gestiti dal governo russo sono le fonti dei media statali RT, TASS e Sputnik News, ma ci sono anche siti anonimi, gestiti con finanziamenti non chiari, che potrebbero avere collegamenti non dichiarati con il governo russo”. Newsguard ha anche individuato le 10 principali bufale su cui ha fatto fact-checking: i residenti di lingua russa del Donbas sono stati vittime di un genocidio; sabotatori di lingua polacca hanno tentato di bombardare un impianto di trattamento delle acque reflue nel Donbas; le forze ucraine hanno bombardato un asilo nel Lugansk il 17 febbraio 2022; la Russia non ha preso di mira infrastrutture civili in Ucraina; il nazismo è prevalente nella politica e nella società ucraine; l’Occidente ha organizzato un colpo di stato per rovesciare il governo ucraino filorusso nel 2014; gli Stati Uniti possiedono una rete di laboratori di armi biologiche nell’Europa orientale; la Nato ha una base militare a Odessa; la Crimea si è unita alla Russia legalmente; l’Ucraina moderna è stata interamente creata dalla Russia comunista.

10.55 Aiea: “Dall’Ucraina richiesta di assistenza immediata”

“L’Ucraina ha inviato alla nostra agenzia una richiesta di assistenza immediata. Non la lasceremo cadere nel vuoto”. Lo ha detto il direttore  generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) Rafael Grossi, riferendo sugli scontri avvenuti nella notte presso la centrale nucleare di Zaporizhzhia. “La situazione è fragile e molto insabile”.

10.53 L’appello di Zelensky agli abitanti di Kherson: “Fatevi sentire”

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha chiesto in un video rivolto agli abitanti di Kherson di “far capire agli occupanti che possono stare a Kherson solo temporaneamente”. Secondo Zelensky, in questa citta’ ucraina potrebbe presto andare in scena una manifestazione a favore della Russia “alla quale parteciperanno stranieri, con lo scopo di cercare traditori locali”. E ha dunque chiesto agli abitanti “Fimostrate che è la vostra citta. Fermate il piano dell’invasore”.

10.46 Due feriti alla centrale nucleare di Zaporizhzhia

Lo ha detto il direttore generale dell’Aiea, Rafael Mariano Grossi in conferenza stampa. “Queste persone non sono operatori o tecnici della centrale ma fanno parte del personale di sicurezza che lavora nella centrale”, ha precisato. “Sono rimasti feriti durante lo scontro a fuoco”

10.38 Mosca accusa Kiev: “Falsità sulla centrale nucleare”

Su Zaporizhzhya “c’e’ stata una provocazione creata ad arte dal regime di Kiev con l’obiettivo di accusare la Russia di causare un incidente nucleare”. Lo dice il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov precisando che il personale della centrale “lavora come al solito e monitora i livelli di radiazione”.

10.33 Appello del vice sindaco di Mariupol: “Mandate truppe Nato”

“Non c’è modo di fermare Putin finché la Nato non si sveglia e capisce che questo non è un conflitto regionale ma una guerra contro la democrazia, la libertà e una delle più grandi nazioni europee”, ha detto Sergei Orlov alla Bbc. “Sembra che i leader della Nato non capiscano che Putin non si fermerà”.

10.26 La situazione sul campo secondo Kiev

Lo Stato maggiore dell’esercito ucraino ha diffuso un bollettino dettagliato sullo stato delle operazioni militari nel Paese, nel nono giorno dell’invasione russa. Le forze di Kiev sostengono che i russi hanno perso finora oltre 9.100 uomini e molti reparti si stiano arrendendo e stiano abbandonando le armi.”Gli sforzi principali delle forze di occupazione russe sono concentrati sull’accerchiamento di Kiev e sull’indebolimento della resistenza negli insediamenti bloccati”, riferisce lo stato maggiore. “Allo stesso tempo è stato riferito che l’invasore ha esaurito la maggior parte delle sue riserve operative e ha iniziato i preparativi per trasferire forze e risorse aggiuntive dai distretti militari meridionali e orientali. Il secondo livello e la maggior parte delle riserve operative delle forze d’invasione sono state messe in funzione”

10.23 La marina ucraina affonda nave ammiraglia per non farla prendere ai russi

Lo scrive il Kyiv Independent. La fregata Hetman Sahaidachny era in riparazione nella città di Mykolaiv. Al comandante è stato ordinato di affondarla, secondo quanto ha riferito il ministro della Difesa, Oleksiy Reznikov

10.22 Oltre 672mila rifugiati già entrati in Polonia

Sono oltre 672mila i rifugiati usciti dall’Ucraina che sono entrati in Polonia dall’inizio dell’aggressione russa. Lo fa sapere la Guardia di frontiera polacca, secondo quanto riportano i media internazionali

10.16 Borrell: “Indagine sui crimini di guerra di Mosca”

La Russia  sta usando “armi severamente vietate dalla Convenzione di Ginevra, ci sono numerose perdite civili. E’ importante attivare il meccanismo di Mosca e avviare una missione per indagare su eventuali crimi di guerra commessi in Ucraina”. Lo ha detto l’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell arrivando al vertice dei ministri degli Esteri della Nato

10.15 Borrell (Ue): “Tutte le misure sul tavolo”

“Questo è il momento di far sentire la nostra voce e di alzarsi. Questo è il momento in cui l’unità transatlantica è più importante che mai”. Così l’Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, al suo arrivo alla ministeriale Esteri della Nato a Bruxelles. “Prenderemo in considerazione tutto. Una settimana fa vi dissi che tutto era sul tavolo e avete potuto vedere che tutto era sul tavolo perché abbiamo preso misure che nessuno poteva aspettarsi. Quindi tutto rimane sul tavolo”, ha aggiunto.

 

10.12 Mosca: “Alla centrale nucleare provocazione di Kiev”

Questa notte Kiev ha tentato una provocazione sul territorio adiacente alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Lo afferma il ministero della Difesa russo citato da Tass.

 

10.11 Kiev: “Sale a 47 vittime il bilancio dei civili a Chernihiv”

Salgono ad almeno 47 i civili uccisi nell’attacco russo di ieri a Chernihiv, nel nord dell’Ucraina.
Lo riportano le autorità regionali, citate dai media internazionali. Il bilancio di ieri era di 33 morti tra i civili. Ieri le operazioni di soccorso erano state sospese a causa dei pesanti bombardamenti, secondo quanto riferito dal servizio dei emergenza locale.

 

10.08 Borrell: “Putin usa armi proibite dalla convenzione di Ginevra”

 “Assistiamo a una guerra guidata da Putin contro l’Ucraina, una guerra assolutamente ingiustificabile che sta causando molto vittime con l’uso di armi severamente vietate dalla Convenzione di Ginevra”. Lo ha dichiarato l’Alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera, Josep Borrell, al suo arrivo al Consiglio Nato.

 

10.02 Kiev: “La Russia ha perso 9166 soldati”

Sono finora 9.166 i soldati russi caduti durante l’invasione dell’Ucraina. Lo riferiscono le forze armate di Kiev.

09.56 Sirene di allarme a Leopoli

 A Leopoli hanno risuonato poco fa le sirene di allarme anti bombardamento. La popolazione è stata invitata a raggiungere un rifugio. Lo riferisce l’Ansa. La città è protetta da almeno tre anelli di check point delle forze ucraine e cavalli di frisia dove vengono controllati i documenti sia all’ingresso che all’uscita.

09.47 Nato: “L’attacco alle centrali nucleari è segno di inscoscienza di questa guerra”

 “L’attacco alle centrali nucleari è la dimostrazione dell’incoscienza di questa guerra”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, al punto stampa con il segretario di Stato americano, Antony Blinken, in merito all’attacco alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia.

09.41 Mosca, perquisizioni nella sede della ong Memorial

L’ong per la difesa dei diritti umani Memorial Internazionale riferisce di perquisizioni nei suoi uffici a Mosca: lo riporta l’agenzia Interfax. Memorial è stata recentemente colpita da una sentenza di scioglimento emanata dalla Corte suprema russa in un momento storico in cui le autorità russe stanno attuando un nuovo duro giro di vite per soffocare il dissenso e la libertà di stampa

09.32 Kiev: “Nessuna vittima nell’incendio della centrale”

L’incendio alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, ora sotto controllo russo, è stato domato alle 7:20 italiane e non ha causato alcuna vittima. Lo conferma una nato dello Stato maggiore dell’esercito ucraino.

09.24 Kiev: “I russi hanno subito perdite su tutti i fronti”

Nel nono giorno dell’offensiva russa in Ucraina, le forze armate di Mosca “hanno subito perdite su tutti i fronti”. Lo riferisce lo Stato maggiore ucraino. “Gli invasori demotivati si stanno arrendendo e abbandonando l’equipaggiamento”, si legge nella nota, “questi trofei ci stanno aiutando a battere gli invasori russi. La battaglia continua! La vittoria sarà nostra! Gloria all’Ucraina!”.

09.16 Attacco hacker a più grande agenzia spaziale russa

Un “massiccio attacco” hacker ai server della più grande azienda spaziale russa, Energia, è stato sferrato nella serata di ieri da siti esteri e ora la funzionalità del sito è stata ripristinata. Lo rende noto su Twitter l’agenzia spaziale russa Roscosmos. “Ieri sera – si legge nel tweet – gli specialisti di RSC Energia hanno registrato un massiccio attacco DDoS al sito Web della società da vari indirizzi IP dall’estero. Ora il sito funziona stabilmente, l’infrastruttura e tutte le sezioni del sito sono sotto il controllo di specialisti

09.13 Russia, nuove misure contro “fake news su esercito”. C’è anche il carcere

La Russia ha approvato una legge che modifica il Codice penale per contenere la diffusione di ‘fake news’ sulle operazioni dell’esercito russo. Lo scrivono Tass e Interfax, spiegando che questo è quello che prevede la legge appena approvata dalla Duma, all’unanimità, che introduce una responsabilità criminale per la diffusione di false informazioni sulle forze armate russe. In base alla gravità del reato sono previste multe e anche la prigione (si rischiano fino a 15 anni di carcere).

09.01 I russi sospendono lancio Soyuz con satelliti OneWeb

Nella base spaziale russa di Baikonur è in corso la rimozione dalla rampa di lancio del razzo Soyuz-2.1b, a bordo del quale sono 36 satelliti della costellazione OneWeb per le connessioni internet. Lo rende noto l’agenzia spaziale russa Roscomos in un tweet. Il lancio era previsto per oggi, ma nei gorni scorsi le relazioni fra l’agenzia spaziale russa e l’azienda con base nel Regno Unito sono diventati progressivamente più tesi, con la richiesta della Roscomos di garanzie sugli scopi non militari e la conseguenta decisione della OneWeb di sospendere i lanci dei suoi satelliti da Baikonur

08.52 Anche Airbnb blocca i servizi in Russia

Airbnb ha annunciato che sospenderà il servizio in Russia e Bielorussia. Lo riferisce la Bbc online sottolineando che la società americana è l’ultima, in ordine di tempo, ad annunciare tale decisione dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Ciò è in linea con le sanzioni imposte dagli Stati Uniti e da altre nazioni occidentali su molte parti dell’economia russa, come le banche, che hanno reso quasi impossibile per le imprese globali operare in Russia.

08.27 Google sospende la pubblicità in Russia

Il motore di ricerca Google e la collegata piattaforma video YouTube hanno sospeso la vendita di spazi pubblicitari sul territorio russo come conseguenza del conflitto in Ucraina. Lo scrive la Tass, citando una nota della compagnia Usa: “Alla luce di queste circostanze straordinarie, abbiamo fermato gli spazi pubblicitari su Google in Russia”. Google ha aggiunto di star seguendo la situazione e che gli utenti saranno tenuti informati sul suo evolversi.

08.22 Nessuna fuga di radiazioni alla centrale

Le apparecchiature essenziali della centrale nucleare di Zaporizhzhia non sono state danneggiate dall’incendio provocato nella notte da un attacco russo, senza alcun cambiamento nei livelli di radiazioni, ha affermato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), citando le autorità di controllo dell’Ucraina. “L’autorità di regolamentazione ucraina ha affermato che un incendio nel sito non ha colpito le apparecchiature” essenziali “e il personale dell’impianto sta adottando misure di mitigazione del rischio”, si legge nella nota. “Non sono stati segnalati cambiamenti nei livelli di radiazioni nell’impianto”.

08.19 Russia, limitato accesso a siti di informazione tra cui Bbc

Roskomnadzor, il servizio di controllo delle comunicazioni russo, ha limitato l’accesso a diversi siti di informazione, tra cui Meduza, Radio Liberty e Bbc. Lo riporta Ria Novosti.

08.00 Kiev, russi hanno preso controllo centrale nucleare Zaporizhzhia

Le forze militari russe hanno preso il controllo della centrale nucleare  a sei reattori della città di Enerhodar, nell’oblast di Zaporizhzhia, la più grande d’Europa. Lo riferiscono le autorità ucraine citate dai media internazionali. “Il personale operativo sta monitorando le condizioni delle unità di potenza”, hanno affermato sui social media, aggiungendo che gli sforzi compiuti sono stati in linea con i requisiti di sicurezza.

7.40 Aiea convoca conferenza stampa

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) ha segnalato che “al momento non si registrano cambiamenti nei livelli di radiazioni nell’impianto” nucleare di Zaporizhzhia. Prevista per le 10 e 30 una conferenza stampa dell’Aiea, che nel frattempo ha messo in allerta il suo Centro per le emergenze in modalità 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

7:10 Zelensky: “Solo l’Europa può fermare la Russia”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto “un’azione immediata da parte dell’Europa” dopo che i militari russi hanno bombardato la centrale nucleare di Zaporizhzhya, nel sud dell’Ucraina, causando un incendio. “Solo un’azione immediata da parte dell’Europa può fermare le truppe russe”, ha detto Zelensky su Twitter.

06.55 Airbnb sospende le sue attività in Russia

“Airbnb sospende tutte le operazioni in Russia e Bielorussia”. Lo scrive su twitter il ceo della società Brian Chesky.

06.03 Spento l’incendio alla centrale nucleare

 I soccorritori del Servizio di emergenza dell’Ucraina hanno spento l’incendio divampato in un edificio della centrale nucleare di Zaporizhzhia. “Alle 6:20 ora locale, l’incendio nella struttura di formazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia, nella città di Energodar, è stato spento. Non ci sono vittime o feriti”, ha comunicato il Servizio di emergenza statale in una dichiarazione su Facebook.

05.26 I pompieri hanno fermato l’incendio

I vigili del fuoco hanno arrestato la propagazione dell’incendio alla centrale nucleare di Zaporizhzha. Lo ha reso noto il Servizio statale ucraino per le emergenze

04.19 Aiea: l’incendio a Zaporizhzha non ha interessato strutture essenziali

L’incendio alla centrale nucleare di Zaporizhzhia non ha interessato strutture o attrezzature “essenziali”, il personale dell’impianto sta prendendo misure per la messa in sicurezza: lo scrive su Twitter l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) che è stata informata dalle autorità dell’Ucraina.

03.45 Johnson chiede riunione urgente del Consiglio di sicurezza Onu

Il primo ministro britannico ha denunciato le “azioni irresponsabili” di Putin che “minacciano direttamente la sicurezza di tutta l’Europa”. E dopo una telefonata con Zelensky ha chiesto una riunione urgente del Consiglio di sicurezza dell’Onu

03.10 Zelensky: “Mosca ricorre al terrore nucleare”

Il presidente ucraino accusa Mosca di “ricorrere al terrore nucleare” e di voler “ripetere” Chernobyl. “Nessun paese diverso dalla Russia ha mai sparato contro le centrali nucleari. Questa è la prima volta nella nostra storia. Nella storia dell’umanità. Lo stato terrorista ora ha fatto ricorso al terrore nucleare”, ha detto Zelensky in un video messaggio.

03.03 Aiea: nessun cambiamento nei livelli di radiazioni

“Le autorità di controllo ucraine hanno informato l’Aiea che non è stato segnalato nessun cambiamento nei livelli di radiazioni nel sito della centrale di Zaporizhzhia”.

Guerra Ucraina, Borodyanka rasa al suolo dalle bombe: le impressionanti immagini dal drone

video “>

video /photo/2022/03/03/819848/819848-thumb-rep-03032022_ucraina_bombardamento_b.jpg” width=”316″ height=”178″/>

02.57 “La centrale di Zaporizhzhia messa in sicurezza”

Le autorità ucraine hanno reso noto che la sicurezza della centrale nucleare di Zaporizhzhia è ora garantita, i vigili del fuoco hanno potuto raggiungere il luogo dell’incendio. “Il direttore della centrale ha detto che è stata messa in sicurezza. Secondo i responsabili dell’impianto le fiamme hanno interessato una struttura per la formazione e un laboratorio”, ha scritto su facebook Oleksandre Staroukh, capo dell’amministrazione militare della regione.

02.53 “Incendio scoppiato fuori dal perimetro della centrale”

Il Servizio statale per le emergenze ucraino ha comunicato che l’incendio alla centrale nucleare di Zaporizhzhia è scoppiato fuori dal perimetro dell’impianto.

02.36 Colloquio telefonico Biden-Zelensky

Il presidente degli Stati Uniti ha parlato con quello ucraino dell’attacco alla centrale di Zaporizhzhia, mentre il segretario di Stato americano Blinken ha discusso con il collega Kuleba di ulteriori misure da adottare per sostenere l’Ucraina sul piano della sicurezza e su quelli economico e umanitario.

02.25 Aiea: stop ai combattimenti intorno alla centrale nucleare

L’Agenzia Internazionale per l’Energia Nucleare chiede la cessazione delle ostilità intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia e avverte che si corre un “grave pericolo”.

02.19 Zaporizhzhia, pompieri sotto tiro non arrivano alle fiamme

I vigili del fuoco non riescono a raggiungere le fiamme alla centrale nucleare di Zaporizhzhia perché sono sotto tiro da parte dei russi, secondo quanto afferma Andriy Tuz, il portavoce della centrale, in un video postato su Telegram.

02.10 Livelli alti di radiazioni intorno alla centrale

Un funzionario ucraino trinceratosi dietro l’anonimato ha detto all’Associated Press che intorno alla centrale di Zaporizhzhia sono stati rilevati alti livelli di radiazioni.

02.04 Pentagono: “I russi stanno finendo carburante e cibo

“I russi sono frustrati, sono stati respinti, hanno trovato una dura resistenza. Stanno affrontando problemi logistici e di sostentamento. Stanno finendo il carburante e il cibo . Sono rimasti sorpresi da come gli ucraini stanno difendendo le loro città”. Lo ha dichiarato il portavoce del Pentagono John Kirby lodando “il coraggio degli ucraini”.

01.50 Il portavoce della centrale: “In fiamme un reattore al momento non operativo”

Il portavoce della centrale, Andriy Tuz, ha detto alla tv ucraina che uno dei sei reattori dell’impianto è in fiamme. Si tratta di un reattore al momento in manutenzione, quindi non operativo. Ma all’interno c’è combustibile nucleare.

01.30 Ministro degli Esteri: “Se esplode Zaporizhzhia, dieci volte peggio di Chernobyl”

Le forze russe stanno “colpendo Zaporizhazhia, la maggiore centrale nucleare in Europa. Ci sono già fiamme. Se dovesse esplodere, sarebbe dieci volte peggio di Chernobyl. La Russia deve immediatamente cessare il fuoco, consentire ai pompieri” di intervenire e “creare una zona di sicurezza”. Lo twitta il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

00.56 “La centrale di Zaporizhzhia è in fiamme”

La centrale nucleare di Zaporizhzhia è in fiamme dopo un attacco russo. Lo ha riferito sul web Dmytro Orlov, sindaco della città di Energodar. Nella giornata di ieri era stata diffusa la notizia che l’impianto, il più grande di questo genere in Europa, era stato conquistato dalle forze russe. Lo stesso Orlov aveva dato notizia di combattimenti nei pressi della centrale. “Come risultato del continuo bombardamento nemico di edifici e unità del complesso, l’impianto è in fiamme”, ha scritto sul suo canale Telegram parlando di una minaccia alla sicurezza mondiale.

La battaglia accanto alla centrale nucleare

video “>

video /photo/2022/03/03/819885/819885-thumb-rep-0303_battaglia_centrale_nucleare.jpg” width=”316″ height=”178″/>

 

00.30 Facebook e i siti di vari media inaccessibili in Russia

Facebook e diversi siti di mezzi di informazione indipendenti sono parzialmente inaccessibili in Russia. I giornalisti dell’AFP a Mosca non sono stati in grado di accedere a Facebook, così come ai siti dei media Meduza, Deutsche Welle, RFE-RL e al servizio in lingua russa della Bbc.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews