domenica, Maggio 22, 2022
Disponibile su Google Play
HomeNotizieOligarchi, sequestrati i mega yacht di Sechin e Usmanov per oltre 1...

Oligarchi, sequestrati i mega yacht di Sechin e Usmanov per oltre 1 miliardo di dollari

MILANO – Il governo francese ha annunciato il sequestro di uno yacht, di proprieta’ di una societa’ legata a Igor Sechin, amministratore delegato del gruppo petrolifero russo Rosneft, in un cantiere navale a La Ciotat, nel sud della Francia. “La dogana francese ha sequestrato lo yacht Amore Vero a La Ciotat, nell’ambito dell’attuazione delle sanzioni dell’Unione europea contro la Russia”, ha affermato in una nota il ministero dell’Economia e delle Finanze francese.

Questo yacht e’ “di proprieta’ di una societa’ di cui Igor Sechin, ceo di Rosneft, e’ stato identificato come principale azionista”, aggiunge il ministero. “Rientra nell’ambito delle misure di congelamento decise contro il suo proprietario” dall’Unione europea, aggiunge.

Il lussuoso yacht di quasi 86 metri, il cui ponte principale, che ospita una piscina puo’ essere trasformato in un eliporto e i cui interni sono stati progettati dal famoso interior designer Alberto Pinto, era fermo in questo cantiere per riparazioni e doveva rimanere li’ fino al 1 aprile. “Al momento del controllo, la nave si stava organizzando per salpare d’urgenza, senza aver ultimato i lavori previsti”, precisa il ministero nel motivare il sequestro. Si tratta della terza imbarcazione bloccata dalla Francia nell’ambito delle misure di ritorsione adottate dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

In mattinata era arrivata anche la notizia che le autorità tedesche hanno sequestrato lo yacht da 600 milioni dell’oligarca russo Alisher Usmanov, uno dei più vicini a Putin e per questo sanzionato dall’Unione europea per l’invasione russa in Ucraina.

Caccia grossa agli oligarchi di Putin. Tra acciaio, finanza e Costa Smeralda: ecco gli uomini nel mirino di Usa e Ue

di

Giovanni Pons

01 Marzo 2022

La notizia rilanciata da Forbes cita tre fonti interne all’industria delle navi di lusso e riguarda il suo Dilbar: imbarcazione da 512 piedi (156 metri), che si trovava in un cantiere nel porto di Amburgo fin dallo scorso ottobre

Caccia agli oligarchi: congelate le azioni di Mordashov, Fridman e Aven. Ma in Costa Smeralda è allarme occupazione

di

Viola Giannoli

Giovanni Pons

02 Marzo 2022

Usmanov, ricorda Forbes, ha comprato il Dilbar nel 2016: un’acquisto accreditato del valore di 600 milioni di dollari, appunto. Quasi cento uomini di equipaggio, per gestire 12 suite e 24 passeggeri. Al cantiere tedesco Lürssen ci sono voluti oltre 52 mesi di lavoro per mettere in acqua quello che fu definito “uno dei più complessi e sfidanti yacht di sempre, sia per le dimensioni che per la tecnologia”. Si era parlato anche di sistemi missilistici anti-aerei, che però erano stati smentiti del ceo del cantiere: “Ha i sistemi di sicurezza più avanzati di qualsiasi yacht al mondo, ma queste cose sono un non-senso”.

Usmanov è indicato come uno degli uomini più vicini a Putin ed è diventato miliardario grazie alle attività della Metalloinvest, ed è stato uno dei primi investitori di Facebook di cui ha acquistato una quota oltre il 2% prima della sua quotazione in Borsa. E’ stato anche titolare del 30% dell’Arsenal, la squadra di calcio inglese, da cui è uscito nel 2018 con 700 milioni di dollari, ma fino a ieri alcune sue società sono state sponsor dell’Everton. 

Oltre a possedere numerose proprietà immobiliari che spaziano dalla Gran Bretagna vicino a Londra, a Monaco in Germania, a Losanna in Svizzera, Usmanov è di casa in Sardegna dove anni fa acquistò la villa a Romazzino di Antonio Merloni. A cui poi si sono aggiunte diverse altre ville sparse a sud e a nord di Porto Cervo, nel Golfo del Pevero e a Liscia di Vacca. A Ferragosto è solito fare una festa per il compleanno del figlio e in quell’occasione i consumi non hanno limiti: dalle cantine Surrau per quella festa acquista solitamente 350 casse di vino mentre un’azienda di Cagliari riempie le dispense. I locali dicono che in Costa ci sono almeno 40 ville sopra i mille metri quadrati possedute da russi e che solo Usmanov impiega circa 100 per le sue proprietà e che ora rischiano di rimanere disoccupati visto che difficilmente l’oligarca potrà solcare i mari della Sardegna quest’estate. A Porto Cervo a sue spese è stato costruito un molo solo per permettere al Dilbar di attraccare ma il mega yacht finora non si è mai affacciato in porto. Nell’hangar dell’aeroporto di Olbia è solito sostare il mega jet di Usmanov che è talmente grande da lasciare in vista l’enorme coda della fusoliera. 

Martedì scorso, in seguito alla notizia delle sanzioni della Ue nei suoi confronti, Usmanov si è dimesso dalla presidenza della International Fencing Federation (la Federazione internazionale di scherma) che ricopriva dal 2008, rilasciando una dichiarazione del seguente tenore: “Il 28 febbraio sono diventato un obbiettivo di misure restrittive imposte dall’Unione Europea. Credo che questa decisione sia ingiusta, e che le ragioni usate per giustificare le sanzioni siano false e diffamatorie, danneggiano il mio onore, la mia dignità e la mia reputazione di uomo d’affari. Userò tutte gli strumenti legali per proteggere il mio onore e la mia reputazione”.

Altri yacht di oligarchi sono dati in movimento in mquesti giorni per cercare di sfuggire alle sanzioni nei loro confronti. Vicino allo Sri Lanka e alle Maldive. Il Clio di Oleg Deripaska, titolare della Rusal, era segnalato al largo dell’arcipelago di Male, e anche il Titan di proprietà Alexander Abramov, il cofondatore del produttore di acciaio Evraz è arrivato in quelle acque nei giorni scorsi. Mentre il Nirvana, l’88 metri di Vladimir Potanin, uno degli uomini più ricchi di Russia, è in navigazione a ovest dell’India in direzione Sri Lanka-Maldive. 

Il My Solaris di Roman Abramovich, l’oligarca che sta cercando di vendere il Chelsea, è invece fermo nel porto di Barcellona

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews