martedì, Gennaio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCulturaAcido ialuronico: cos'è, dove si trova e a che serve

Acido ialuronico: cos’è, dove si trova e a che serve

Acido ialuronico: cos’è, dove si trova e a che serve

L’acido ialuronico è una sostanza prodotta naturalmente dal nostro corpo che viene utilizzata a scopi cosmetici (comuni sono i sieri a base di acido ialuronico), per stendere le rughe del viso, ma anche come farmaco curativo, soprattutto per trattare patologie che colpiscono le ossa e le articolazioni come l’artrite.

Ma a cosa serve e perché è così popolare? Facciamo chiarezza.

Che cos’è l’acido ialuronico

L’acido ialuronico è un glicosaminoglicano naturale che si trova in tutto il tessuto connettivo del corpo. È una sostanza chiara e appiccicosa da questo prodotta. Lla sua funzione più importante è quella di trattenere l’acqua mantenendo i tessuti ben lubrificati e umidi. Ma i suoi benefici non si limitano alla sola idratazione.

È, infatti, noto come agente chiave per riparare la pelle e migliorare la grana della pelle. Lo troviamo disponibile in commercio sotto forma di parecchi tipi di prodotti topici tra i quali creme, gel, collutori, sieri e colliri.

Come funziona sulla pelle

Cosa fa l’acido ialuronico sulla pelle? Per capirlo, bisogna comprendere come le molecole di acido ialuronico siano disponibili in diverse dimensioni.

Quelle più grandi, ottime per legare l’acqua e garantire idratazione, non possono però penetrare nella pelle. Se applicate localmente, quindi, idratano solo lo strato superficiale.

Le più piccole, invece, hanno la capacità di penetrare più in profondità sebbene riescano a legare meno acqua.

L’ideale, se l’obiettivo è quello di ottenere una pelle idratata, sta nel prediligere un prodotto contenente molecole di HA in diverse dimensioni. Applicandolo, ammorbidisce la pelle e la mantiene tale a lungo.

Quando usarlo

Rappresenta un ottimo alleato quando si avverte di avere una pelle disidratata. Chi ha la pelle secca può quindi prendere in considerazione l’idea di incorporare l’acido ialuronico alla propria beauty routine. Il suo utilizzo costante permette di prevenire sottili linee di espressione e rughe.

Si può scegliere di usarlo sotto forma di uno dei numerosi prodotti cosmetici che lo contengono, come il detergente per il viso, un siero e/o una crema idratante o la protezione solare.

Scopri come leggere l’INCI dei prodotti di bellezza e per la cura del corpo.

Fonte: Alexandra Tran

Dove si trova l’acido ialuronico

Come si crea l’acido ialuronico? La maggior parte di tale sostanza – che agisce come cuscino e lubrificante nelle articolazioni e in altri tessuti – si trova nella pelle, nel tessuto connettivo e nel liquido negli occhi.

Per comprendere da dove viene prodotto bisogna sapere che in natura non si trova solo all’interno del corpo umano. Esistono infatti due fonti principali: quella vegetale e quella animale. Il primo tipo deriva dalla fermentazione microbica. Ovvero si ottiene da un ceppo batterico che lo contiene e che viene fermentato. Il secondo – nonostante si trovi in numerosi altri animali – proviene principalmente dalle creste dei galli, considerate una delle migliori fonti.

In che alimenti si trova l’acido ialuronico? La sostanza si trova, inoltre, in determinati cibi (altri, invece, contengono sostanze che aiutano il corpo ad aumentarne la produzione). Alimenti ricchi di HA sono:

  • brodo di ossa
  • cavolo
  • arance
  • tofu
  • edamame (fagioli di soia acerbi, tipici della cucina di alcuni paesi, come Cina e Giappone)
  • mandorle

Benefici dell’acido ialuronico

Quali sono i benefici dell’acido ialuronico? Sicuramente uno dei più importanti risiede nel fatto che tale acido è capace di legare fino a 1000 volte il suo peso in acqua. Ciò significa che è in grado di trattenere le molecole d’acqua sulla superficie della pelle mantenendola bene idratata e liscia.

Oltre a tale importante funzione, è ottimo per curare le ferite. È un anti-età e antirughe, un ottimo idratante, è efficace contro l’eczema, la dermatite ed il rossore del viso. Contribuisce a fare apparire la pelle più soda.

È provato come gli integratori di acido ialuronico siano efficaci nel ridurre il dolore articolare nei soggetti che soffrono di osteoartrite.

Può donare sollievo dai sintomi del reflusso gastrico. Agisce, infatti, andando a lenire il rivestimento danneggiato dell’esofago. Ed è, ancora, ottimo per lubrificare gli occhi: essendo naturalmente presente in questi ultimi, è l’ingrediente principale dei colliri che combattono la secchezza.

Infine, se inserito direttamente all’interno della stessa, l’acido ialuronico sarebbe in grado di alleviare il dolore alla vescica.

Controindicazioni

Se in via generale la sostanza è di sicuro utilizzo – anche in virtù della sua naturale produzione per opera del corpo – ciò non significa che sia priva di controindicazioni.

Non essendo ancora chiari i suoi effetti durante gravidanza ed allattamento, bisognerebbe usarlo con cautela in tali stati.

Alcuni studi, avrebbero dimostrato come alcune cellule tumorali – sensibili alla sostanza – in sua presenza potrebbero crescere più velocemente.

A registrare un maggiore rischio di controindicazioni sono le iniezioni di acido ialuronico nella pelle o nelle articolazioni.

Eventuali effetti collaterali possono essere legati ad altri ingredienti nei prodotti che si usano, alla frequenza di applicazione o ad una concentrazione troppo alta di acido.

A cosa serve l’acido ialuronico

Fonte: Sam Moqadam

Quando si usa l’acido ialuronico ed a cosa serve? Iniziamo col dire come sia una sostanza che attira e trattiene l’umidità, anche dall’aria circostante. Viene in genere assunto per le sue proprietà note e meno note. Ovvero per curare disturbi articolari come l’artrosi e il dolore articolare (in questi casi, oltre che per via orale, può essere iniettato nella zona interessata).

Le donne che soffrono di frequenti infezioni del tratto urinario possono trarre giovamento da iniezioni di acido nella zona interessata. Infine, regala sollievo, come anticipato, in caso di reflusso acido.

Quanto costa fare le iniezioni di acido ialuronico? Il prezzo varia a seconda della situazione per la quale l’iniezione stessa viene richiesta. Se parliamo di filler, i prezzi delle punture possono variare da 300 a 400-450 euro a fiala.

Ginocchio

Spesso si parla di infiltrazioni di acido ialuronico nel ginocchio. Queste sono ritenute dagli esperti una delle migliori cure per la gonartrosi, specie quando si trova in uno stadio non troppo avanzato. Esse svolgono un importante ruolo nella riduzione del dolore e nel miglioramento della funzione articolare del ginocchio. Salvaguardano la cartilagine dalle cellule infiammatorie ed hanno un generale effetto antinfiammatorio.

Labbra

Altrettanto noto è l’uso dell’acido ialuronico per rimpolpare le labbra. Il filler labbra costituisce un trattamento di medicina estetica al quale parecchie donne ricorrono per dare volume alle proprie labbra ed eliminare le piccole rughe.

Capelli

Delle virtù dell’acido ialuronico beneficiano anche i capelli. Tale sostanza, in quanto in grado di assorbire e trattenere l’acqua, sarebbe in grado di idratare la cuticola e di conseguenza la propria chioma con risultati sorprendenti. Che si traducono i capelli più morbidi, meno crespi e più lucenti. Infine, ripristinando l’idratazione delle cellule, irrobustisce e ristruttura il fusto del capelli.

Come si prende

Fonte: Sam Moqadam

Date le premesse, e per rispondere alla domanda “come si prende l’acido ialuronico?” possiamo affermare che la sostanza si possa assumere per bocca attraverso l’alimentazione o gli integratori in compresse, per via topica tramite l’applicazione di prodotti cosmetici o, infine, tramite iniezione.

Per capire come viene iniettato, basti sapere che viene fatto penetrare sottopelle tramite siringhe dotate di aghi sottilissimi che provocano solo un leggero fastidio.

Qual è il miglior acido ialuronico?

Impossibile fornire una risposta precisa così come rispondere alla domanda “quali sono i migliori integratori di acido ialuronico?”.

Tuttavia, per regolarsi al meglio e scegliere un ottimo prodotto, bisogna prediligerne uno a basso peso molecolare. Ciò consente alla sostanza di penetrare in profondità nella pelle e stimolare al meglio la sintesi del collagene.

Curiosità sull’acido ialuronico

Infine, ecco alcune curiosità relative all’acido ialuronico che forse non conoscevi e vorresti approfondire per capire meglio cos’è e come funziona.

  • La struttura chimica dell’acido ialuronico è un glicosaminoglicano dalla catena polisaccaridica non ramificata formato da residui di acido glicuronico, derivato dal glucosio e N-acetilglucosamina.
  • Nel corpo umano la sua concentrazione media è di circa 200 mg per kg di peso.
  • È stato approvato il suo utilizzo durante l’esecuzione di interventi chirurgici tra i quali la rimozione della cataratta, trapianto di cornea, riparazione di un distacco della retina e lesioni agli occhi.
  • Protegge l’organismo da virus e batteri, aumenta la plasticità dei tessuti e garantisce l’ottimale idratazione cutanea.
  • È il filler più usato al mondo per la correzione delle rughe della pelle e il modellamento dei volume del viso
  • I trattamenti a base di acido ialuronico che siano estetici o curativi durano qualche mese, poi il corpo tende a riassorbire la sostanza.

Ricorda, infine, di consultare sempre il tuo medico per ogni informazione relativa a integratori e trattamenti a  base di acido ialuronico.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews