martedì, Gennaio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMisteroIl più grande drago marino fossile di 180 milioni di anni trovato...

Il più grande drago marino fossile di 180 milioni di anni trovato nel Regno Unito

Gli archeologi hanno chiamato il gigantesco “drago marino” trovato sul fondo di un bacino idrico nelle Midlands come uno dei più grandiosi ritrovamenti fossili della storia britannica.

La bestia trovata dagli scienziati visse sulla Terra quasi 180 milioni di anni fa. L’ittiosauro, trovato nel letto dell’acqua Rutland, è lo scheletro più grande e completo trovato sull’isola.

Mi piace anomalia.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

La lunghezza dello scheletro dal muso alla punta della coda è di 33 piedi, mentre il peso del cranio raggiunge i 2.200 libbre, riporta il portale del Daily Mail.

Gli scienziati sono riusciti a trovare questo mostro sul fondo del più grande bacino idrico in Inghilterra grazie al fatto che gli attivisti locali per i diritti degli animali hanno scaricato l’acqua dal bacino per migliorare l’habitat degli uccelli nidificanti.

All’inizio, gli attivisti per i diritti degli animali hanno scambiato i resti della creatura gigante per tubi, perché i fossili erano enormi. Alcuni dei frammenti hanno dovuto essere sollevati con attrezzatura da costruzione.

Un’impressione artistica di un ittiosauro (Immagine: PA)

Finora, gli scienziati sono giunti alla conclusione che l’ittiosauro che hanno trovato appartiene alla specie Temnodontosaurus trigonodon. I paleontologi più esperti della Gran Bretagna sono stati impegnati nello scavo di un esemplare unico per due mesi.

“Nonostante i numerosi fossili di ittiosauro trovati nel Regno Unito, è sorprendente pensare che l’ittiosauro di Rutland sia il più grande scheletro mai trovato nel Regno Unito. Questa è una scoperta davvero senza precedenti e una delle più grandi scoperte nella storia paleontologica britannica”, ha affermato il dottor Dean Lomax, esperto mondiale di ittiosauro presso l’Università di Manchester.

Nigel Larkin, un paleontologo-restauratore specializzato, ha osservato che lo scavo e la rimozione di fragili fossili pesanti dal suolo richiedeva un’enorme abilità da parte degli scienziati.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews