martedì, Gennaio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCulturaquando usarlo e gli effetti collaterali – Benessereblog

quando usarlo e gli effetti collaterali – Benessereblog

Tachidol: a cosa serve, quando e come usarlo

Il Tachidol è un farmaco prescritto per il trattamento del dolore da moderato a grave. Si tratta di un medicinale che contiene due diversi principi attivi, vale a dire il paracetamolo (famoso farmaco ad azione analgesica e antipiretica ) e la codeina. Più esattamente, Tachidol contiene 500 mg di paracetamolo e 30 mg di codeina fosfato.

Insieme, tali principi attivi aiutano ad alleviare il dolore in modo più efficace rispetto che se somministrati singolarmente, offrendo dei risultati più duraturi nel tempo.

Il Tachidol è disponibile in commercio sotto forma di granulato effervescente, di compresse effervescenti e sotto forma di compresse rivestite con film, rispettivamente “Tachidol 500 mg/30 mg granulato effervescente”, “Tachidol 500 mg/30 mg compresse effervescenti” e “Tachidol 500mg/30 mg compresse rivestite con film”.

Ma a cosa serve questo farmaco? Chi può assumerlo? E quali sono gli effetti indesiderati del Tachidol per la nostra salute?

Vediamo le risposte a tutte le domande in merito a questo medicinale e diamo prima di tutto un’occhiata a uno dei principi attivi contenuti nel Tachidol, ovvero la codeina.

A cosa serve la codeina?

La codeina è un analgesico, un oppiaceo che agisce modificando la risposta del cervello e del sistema nervoso allo stimolo doloroso. Il farmaco viene prescritto per alleviare il dolore di intensità medio-grave (ad esempio in caso di dolore alle orecchie, mal di denti e mal di testa), e in associazione con altri principi attivi trova ampio impiego nel trattamento della tosse. In commercio è possibile trovare la codeina in associazione con altri farmaci, quali paracetamolo, aspirina e carisoprodol, un farmaco impiegato per il trattamento del dolore muscoloscheletrico.

Prima di assumere farmaci contenenti codeina, ricorda che questo medicinale può provocare dipendenza, per cui sarà fondamentale evitarne un’assunzione eccessiva.

Tachidol: a cosa serve?

Tachidol a cosa serveFonte: Pixabay

Il medico potrebbe prescriverti l’assunzione di questo farmaco in presenza di sintomi dolorosi da moderati e gravi che non rispondono ai trattamenti con altri farmaci antidolorifici, come ad esempio il paracetamolo o l’ibuprofene.

Tieni presente che la codeina non può essere somministrata ai pazienti di età inferiore ai 12 anni.

Il prezzo del Tachidol è di circa 6 euro per la confezione da 10 bustine.

Tachidol controindicazioni

Ma chi non può assumere la codeina? E più in generale, quando non è il caso di assumere il Tachidol? Come abbiamo visto, il farmaco è controindicato per i bambini di età inferiore ai 12 anni. Inoltre, bisognerà evitarne l’assunzione in caso di:

  • Allergia al paracetamolo o alla codeina o a uno dei componenti ed eccipienti del farmaco
  • Anemia emolitica, una condizione provocata dalla distruzione di alcune cellule del sangue
  • Gravi malattie al fegato
  • Malattie ai polmoni
  • Nel caso in cui si abbia un enzima del fegato (CYP2D6), particolarmente attivo
  • In seguito a un intervento di rimozione delle tonsille o adenoidi, a causa di un disturbo noto con il nome di sindrome da apnea ostruttiva del sonno.

L’assunzione di questo farmaco andrà valutata con il medico qualora dovessi soffrire di malattie renali, di fenilchetonuria (una malattia metabolica rara e congenita), se fai uso di alcol in modo eccessivo, se soffri di anoressia, bulimia o cachessia (un profondo deperimento accompagnato da perdita di massa muscolare e difficoltà psico-fisiche), in caso di malnutrizione cronica, disidratazione e ipovolemia (ovvero un ridotto volume di sangue in circolo).

Informa il medico se in questo periodo soffri di tosse con catarro (poiché il farmaco potrebbe compromettere la corretta espettorazione).

Infine, informa il medico se stai assumendo altri farmaci di qualsiasi genere (in primis quelli contenenti paracetamolo o codeina), in modo da prevenire il rischio di possibili interazioni e reazioni avverse.

Tachidol in gravidanza è sicuro?

Se sei incinta o se stai programmando una gravidanza, prima di assumere questo farmaco chiedi conferma al tuo medico o al farmacista. Il Tachidol è infatti sconsigliato nelle donne in dolce attesa e durante il periodo dell’allattamento, poiché la codeina potrebbe passare attraverso il latte materno.

Come prendere Tachidol?

Come abbiamo visto, il farmaco è disponibile in 3 diverse tipologie, ovvero sotto forma di granulato effervescente (Tachidol bustine), compresse effervescenti e compresse rivestite con film.

La dose da assumere – sempre dietro consiglio del medico – è la seguente:

  • 1 – 2 bustine (o compresse) secondo necessità, fino a 3 volte al giorno.
  • Il farmaco andrà assunto a intervalli di almeno 4 ore fra una dose e l’altra. Non assumere Tachidol per più di 3 giorni consecutivi senza prima aver chiesto un parere al medico, il quale valuterà la possibilità di prolungare il trattamento in base alle tue specifiche condizioni.

Cosa succede in caso di sovradosaggio?

Se hai assunto una dose eccessiva di Tachidol, avverti tempestivamente il medico o recati presso l’ospedale più vicino, in modo da valutare il da farsi. In caso di sovradosaggio potresti manifestare sintomi come:

  • Nausea
  • Vomito
  • Pallore
  • Mancanza di appetito
  • Mal di stomaco
  • Eccessiva sudorazione.

Se assunto a dosi eccessivamente elevate, il paracetamolo può anche provocare gravi danni al fegato, con esiti talvolta fatali. Inoltre, una dose eccessiva di codeina potrebbe causare gravi difficoltà respiratorie, cianosi (che si verifica quando la pelle assume un colore bluastro a causa della mancanza di ossigeno), vomito, difficoltà nei movimenti, prurito.

Nei bambini, in particolar modo, un sovradosaggio da codeina potrebbe provocare difficoltà respiratorie e arresto del respiro, convulsioni, gonfiore, orticaria e collasso.

Cosa succede se salto una dose?

Se hai accidentalmente dimenticato di assumere una dose di Tachidol, non rimediare a questa dimenticanza assumendone una dose doppia, ma assumi direttamente quella successiva all’orario previsto.

Tachidol: effetti collaterali

Come ogni farmaco, anche il Tachidol può comportare degli effetti indesiderati da non sottovalutare. Non tutti i pazienti manifestano tali effetti, tuttavia è importante saperli riconoscere e – se necessario – interrompere l’assunzione del farmaco e consultare il medico al più presto.

Ma vediamo a questo punto quali sono gli effetti indesiderati da conoscere.

Quali sono gli effetti collaterali di Tachidol?

Fra i possibili effetti collaterali del Tachidol vi sono:

  • Difficoltà respiratorie
  • Confusione
  • Sonnolenza
  • Nausea e vomito
  • Stitichezza
  • Riduzione dell’appetito
  • Possibili reazioni allergiche.

Come conservare Tachidol?

Il medicinale andrà conservato in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla portata dei bambini. Non consumare Tachidol oltre la data di scadenza indicata sulla confezione. Se hai bisogno di smaltire il farmaco ormai scaduto, chiedi al tuo farmacista quali sono le modalità più adatte ed evita di gettarlo insieme ai normali rifiuti domestici.

Qual è la differenza tra coefferalgan e Tachidol?

La differenza tra coefferalgan e TachidolFonte: Pixabay

Come il Tachidol, anche il Coefferalgan (Co-Efferalgan 500 mg + 30 mg – paracetamolo + codeina fosfato) è impiegato nel trattamento degli stati dolorosi da moderati a gravi. I due farmaci sono prescritti dunque per lo stesso scopo, poiché contengono paracetamolo e codeina nelle medesime quantità.

Evita dunque di assumere entrambi i farmaci contemporaneamente e, come abbiamo visto, evita anche di assumere uno dei due medicinali in associazione con altri farmaci senza prima aver informato il medico curante.

Cosa devi sapere sul Tachidol

Il Tachidol è un farmaco impiegato per il trattamento del dolore da moderato a grave. Questo medicinale contiene due diversi principi attivi, il paracetamolo e la codeina, che in combinazione fra loro aiutano ad alleviare il dolore in modo più efficace e duraturo. Il Tachidol è disponibile sotto forma di granulato effervescente, compresse effervescenti e sotto forma di compresse rivestite con film.

L’assunzione è sconsigliata per i bambini al di sotto dei 12 anni di età e per le donne in gravidanza o durante l’allattamento.

Prima di assumere il farmaco, informa il tuo medico in merito ad altri trattamenti e terapie in corso o a eventuali patologie e disturbi che hai manifestato recentemente o in passato. Evita di assumere il Tachidol per più di 3 giorni consecutivi senza aver prima chiesto il parere del medico, e non assumere dosi maggiori rispetto a quelle indicate nel foglietto illustrativo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews