martedì, Gennaio 25, 2022
Disponibile su Google Play
HomeSportF1 Gp Monaco, vince facile Verstappen. Delusione per Leclerc ma ottimo Sainz...

F1 Gp Monaco, vince facile Verstappen. Delusione per Leclerc ma ottimo Sainz secondo

Ascolta la versione audio dell’articolo

Con un bel sole e in assenza di incidenti o accanimenti di piloti di rilievo, questo Gran Premio di Monte-Carlo, dopo un anno di stop per Covid, resterà nella storia, come spesso accaduto, per un risultato finale difficilmente prevedibile. Anzi, quasi inconcepibile. E parecchio doloroso per alcune squadre di punta e per alcuni protagonisti, non poco delusi e arrabbiati.

Tuttavia, Verstappen, Sainz e Norris, sul podio in quest’ordine al termine dei soliti 78 giri del principato più bello del mondo, sono oggettivamente un bel gruppo di “abbastanza giovani” piloti, con tre team differenti e per una volta tanto senza una Mercedes. Dal punto di vista della varietà dell’ordine di arrivo, quindi, poco da dire.

Peccato però per la magra dinamica. Come accennato, in assenza di grossi accadimenti, questa domenica si è verificata molto ripetitiva e del tutto pacata in termini di sorpassi, errori, rischi: nessuna frenata “impiccata” alla Sainte Dévote, nessun grosso azzardo. Insomma, giornata davvero piatta e l’assenza di buona parte dei big ha reso questa inossabile prova del mondiale poco godibile.

Gli spagnoli Sainz e Alonso

Incredibile però il punto di vista su questa competizione ad esempio dei tifosi spagnoli. Pochi anni fa, quando era in Renault e Alonso in McLaren, Sainz lottava per passarlo. E molto presto si è fatto notare per diverse lotte testa a testa allo scopo di avere il primato di giornata almeno fra i piloti iberici, anche nella gara di casa: la storia della Formula 1 ha visto anche questo, il “bambino” che incontra il suo idolo alle elementari mentre lui è già campione del mondo e qualche tempo dopo se lo ritrova di fronte e lo batte.

Scopri di più

Questo più che mai accade oggi: Alonso guida una modesta Alpine e la interpreta meno bene del suo compagno Ocon, mentre Sainz guida una Ferrari e oggi, mentre non c’era la “prima guida”, sale addirittura sul podio, ben undici posizioni davanti al suo idolo e dietro solo a Verstappen, il secondo favorito al mondiale 2021.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews