martedì, Gennaio 25, 2022
Disponibile su Google Play
HomeViaggiA Roma nelle case di Calvino e Balla incontrando anche Salgado e...

A Roma nelle case di Calvino e Balla incontrando anche Salgado e Klimt

Ascolta la versione audio dell’articolo

Il sogno dei lettori di Italo Calvino era di incontrarlo nello studiolo della sua casa di Campo Marzio. Adesso quell’esperienza in un certo qual modo si può compiere alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma dove sono state ricreate le suggestioni del suo luogo prediletto di scrittura. Le librerie a lui più care fanno bella mostra nell’ordinamento originario con doppie file di libri a palchetto, nella Sala dedicata alla letteratura. Si possono sfiorare con gli occhi le scrivanie possedute a Torino, Parigi e appunto Roma. E soprattutto si ammirano le macchine da scrivere, il tavolo dove ha preso vita Palomar, le opere donategli dagli amici artisti.

Lo studiolo di Italo Calvino allestito nella Biblioteca Nazionale Centrale

Anche le fotografie private, i souvenir di viaggio e piccoli oggetti come una sfera permettono di immergersi in questa atmosfera profondamente calvinista (http://www.bncrm.beniculturali.it/).

L’altra esperienza artistica immersiva del momento è resa possibile dal Maxxi che possiede materialmente le chiavi di quella che fu, nel quartiere Prati, la casa dalle pareti affrescate personalmente in cui Giacomo Balla visse per trent’anni con la moglie e le due figlie anch’esse artiste. La meraviglia è grande: l’artista futurista, infatti, ha tramutato quell’abitazione in una sua opera. Dai muri al mobilio sino agli oggetti del mestiere, tutto richiama la concezione cromatica e materica di Balla.

La casa di Giacomo Balla che si può visitare col Museo Maxxi

Tornati nella sede del museo, si è come acciuffati dalle liane che penetrano le fitte trame umane e arboree dell’Amazônia di Sebastiao Salgado, venendo colpiti dalla fragile resilienza delle persone, esalatati dalla forza dei fiumi e degli alberi, la grandiosità delle montagne e delle tempeste (https://www.maxxi.art/). Il bianco e nero del fotografo brasiliano restituisce tutto il pathos dei sei anni che ha trascorso tra il clangore e i silenzi di questa terra di magia, mistero , delicatissima bellezza.

Un tè da Babingtons prima di Artemisia e Plautilla

È questo il momento dell’anno in cui viene, al calare precipitoso del sole, un gran voglia di un tè nero e di scone caldi con la panna da Babingtons. I romani lo sanno che non c‘è posto più fascinoso di questa sala ai piedi della scalinata di Trinità dei Monti (anche Elizabeth Taylor e Richard Burton che flirtavano a questi tavoli) accanto alla Keats and Shelley Memorial House per celebrare tale rito. Si tratta di un appuntamento romantico e letterario che si rinnova da 128 anni: sorseggiare uno special blend caldo dentro una tazza di porcellana tra boiserie e specchi originali immette nel corpo e nello spirito un aristocratico tepore.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews