martedì, Gennaio 25, 2022
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutala giuria fatica a trovare un accordo sul verdetto, il processo potrebbe...

la giuria fatica a trovare un accordo sul verdetto, il processo potrebbe essere annullato

La causa tra l’australiano Craig Wright e l’estate del suo amico – ormai deceduto – David Kleiman sui diritti legali di decine di miliardi di dollari in Bitcoin estratti da Satoshi Nakamoto potrebbe finire in un annullamento, se i giurati dovessero rimanere in stallo.

Wright sostiene di aver usato lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto quando ha inventato Bitcoin. Il caso che si sta deliberando è iniziato nel 2018, quando l’estate del suo socio Kleiman lo ha citato in giudizio a causa delle dichiarazioni di Wright che vedrebbero collaborare allo sviluppo e l’estrazione iniziale di Bitcoin.

Intorno alle 18:00 ora italiana del 2 novembre, la giuria era a un punto morto, rilasciando la seguente dichiarazione:

“Sfortunatamente non possiamo giungere a una conclusione e non possiamo essere tutti d’accordo su un verdetto su nessuna delle domande”.

A partire dalle 23:00 ora italiana, la giuria è rimasta in stallo e dovrebbe tornare domani, secondo la stenografa del tribunale Carolina Bolada di Law360.

Il giudice Beth Bloom ha emesso un’accusa Allen che obbliga la giuria a continuare a deliberare fino a raggiungere un verdetto. Ha dichiarato: “Vi suggerisco ora di riesaminare attentamente e riconsiderare tutte le prove alla luce delle istruzioni della corte sulla legge”.

Se la giuria non fosse ancora in grado di raggiungere un verdetto, tuttavia, il giudice potrebbe dichiarare l’annullamento del processo.

La posta in gioco è alta. Entrambe le parti sostengono che Wright sia Satoshi, tuttavia sono in disaccordo sulla proprietà di 1,1 milioni di Bitcoin (BTC) estratti all’epoca. Ad oggi, quei BTC valgono la bellezza di 62.568.836.000$!

Correlato: È stato lo stesso Satoshi a rispondere per primo al white paper di Bitcoin? Una teoria sostiene di sì

In tribunale il fratello di David Kleiman, Ira Kleiman, ha sostenuto per conto dell’estate che Wright abbia sciolto un accordo verbale stretto con David, per estrarre Bitcoin e sviluppare la sua tecnologia insieme.

Wright sostiene invece che non sia mai esistita alcuna partnership di questo tipo e che Kleiman abbia corretto il whitepaper di Bitcoin, in quanto non unico sviluppatore in grado di eseguire il debug del codice di Bitcoin.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews