lunedì, Gennaio 24, 2022
Disponibile su Google Play
HomeScienzaChi è il nuovo capo di Twitter

Chi è il nuovo capo di Twitter

AGI – Parag Agrawal, dal 29 novembre nuovo capo di Twitter, è solo l’ultimo talento di origine indiana a ritrovarsi alla guida di un gigante tecnologico statunitense.

A differenza del suo predecessore, il co-fondatore della piattaforma di micro-blogging Jack Dorsey, Agrawal ha goduto fino a ieri di un ruolo dal profilo molto più di basso in azienda, basti pensare che può contare su appena 24.000 follower, rispetto ai quasi sei milioni di Dorsey.

Agrawal è anche l’ultima star nata in India scelta per dirigere un’importante azienda tecnologica con sede negli Stati Uniti, dopo nomi del calibro di Sundar Pichai, ceo di Alphabet, e Satya Nadella, ceo di Microsoft.

“È stato dietro ogni decisione critica che ha contribuito a trasformare questa azienda”, ha scritto Dorsey di Agrawal in un messaggio allo staff di Twitter, “Lui guida con il cuore e l’anima, ed è qualcuno da cui imparo ogni giorno. La mia fiducia in lui come nostro ceo è profonda”.

Formatosi in informatica e ingegneria presso l’Indian Institute of Technology di Bombay e in possesso di un dottorato di ricerca a Stanford, Agrawal è entrato a far parte di Twitter nel 2011 ed è diventato il suo responsabile del settore tecnologico nel 2017.

È stato lui a supervisionare l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale, nonché l’ampia strategia tecnica dell’azienda. Queste specialità lo rendono una scelta naturale per sostituire Dorsey, ha detto l’analista di Creative Strategies Carolina Milanesi.

“In futuro l’intelligenza artificiale e il machine learning  saranno sempre più critici nel rendere la piattaforma più coinvolgente per gli utenti e più redditizia per l’azienda”, ha spiegato Milanesi, “Potremmo anche vedere un po’ più di rigore e razionalità nel processo decisionale”.

Agrawal era anche a capo della campagna “Bluesky” dell’azienda per creare uno standard più aperto e decentralizzato per i social media. La piattaforma è cresciuta in modo molto meno esponenziale rispetto ai suoi vicini della Silicon Valley e ha profitti netti molto scarsi rispetto ai due colossi della pubblicità digitale, Google e Meta, la casa madre di Facebook. Redditizio per la prima volta nel 2017, Twitter è tornato in rosso diverse volte.

Dorsey è forse meglio conosciuto dal pubblico come l’uomo che ha cacciato Donald Trump da Twitter, il megafono preferito dell’ex presidente per radunare i suoi fan e attaccare i suoi critici. Ma Agrawal ha indicato che non vede la piattaforma come un luogo per elaborare i confini della libertà di parola. In un’intervista con MIT Technology Review nel 2020, ha affermato che Twitter dovrebbe “concentrarsi meno” sulla libertà di parola. “Il nostro ruolo è quello di servire una sana conversazione pubblica e le nostre mosse riflettono cose che riteniamo portino a una conversazione pubblica più sana”, ha affermato.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews