martedì, Gennaio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeScienzaSei mesi negli ospedali di Parigi

Sei mesi negli ospedali di Parigi

Ascolta la versione audio dell’articolo

C’è una celebre opera del visionario cartografo d’incubi Hieronymus Bosch, «L’estrazione della pietra della follia» del 1480, in cui un ciarlatano estrae un presunto, diabolico agente patogeno dalla testa del malato.

Ciò che è accaduto in questi sei mesi negli ospedali di Parigi assomiglia alla distopia raffigurata dal pittore fiammingo: il cervello di un intero sistema sanitario (il sistema degli ospedali parigini, un’eccellenza europea) è stato bloccato da una pietra invisibile, prima negata e poi esplosa in modo dirompente.

Epidemiologi, virologi, medici di pronto soccorso si sono ritrovati a vestire la casacca dell’alchimista, a dover affrontare un nemico che colpiva al buio e senza apparente logica, come fanno i bambini quando martellano una pignatta. Il Covid è stata per Parigi, prima una seconda drôle de guerre, poi, in modo dirompente, una seconda blitzkrieg, che ha portato il nemico, in meno di tre settimane, a sfilare sotto la Tour Eiffel deserta, questa volta sotto forma di sirene d’ambulanza.

Martin Hirsch, il Direttore degli Ospedali di Parigi

Ora un diario racconta quel disorientamento e il sentimento di impotenza che ha rischiato di sopraffare gli eroi resistenti della pandemia. Lo fa passando dal cuore, dal sentimento d’impotenza. E lo fa con la penna di Martin Hirsch, il Direttore degli Ospedali di Parigi (AP-HP), l’Atlante che ha portato emergenza clinica francese sulle proprie spalle. L’énigme du nénuphar. Face au Virus (Éditions Stock) è insieme la cronaca dell’emergenza di un sistema che ha in carico quasi 13 milioni di cittadini dell’Isola parigina e in cui lavorano 100.000 persone e uno straordinario documento, da leggere e studiare anche fuori dall’Ile parigina. Alle quali Hirsch, ogni mattina e per i primi due mesi d’emergenza (a partire dal 14 marzo) ha inviato un sms di vicinanza. Il diario restituisce con una chiarezza esemplare, dall’interno, scelte, dubbi, crisi e frustrazioni di un intero sistema sanitario. E’ uno straordinario auto-reportage, in questo senso, che racconta come funzionano gli ospedali parigini, che non ha necessità di gole profonde per il semplice fatto che chi racconta è la stessa persona che ha operato le scelte. Come in un noir, il diario rivela indizi che, pagina dopo pagina, svela carattere e poi identità dell’assassino.

Scopri di più
Scopri di più

Hirsch maneggia una materia delicatissima e pone domande che colpiscono il lettore allo stomaco e poi lentamente risalgono al cuore; Il libro di Hirsch appartiene alla godibile letteratura diaristica francese e pone la vera domanda di questa emergenza, al netto del Covid: non dobbiamo (solo) re-imparare ad affrontare le prossime pandemie, ma riformare la “normalità” dell’idea di cura.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews