martedì, Gennaio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMangiareMele: meno produzione e prezzi in aumento. L’export cresce del 14%

Mele: meno produzione e prezzi in aumento. L’export cresce del 14%

Ascolta la versione audio dell’articolo

Si prospetta una buona annata per le mele italiane. A fronte di una produzione in calo del 5% e all’aumento della concorrenza estera (+10% la produzione in Europa) i prezzi all’origine infatti registrano incrementi per quasi tutte le piazze e le varietà (in evoluzione per tipo e qualità) sia rispetto al 2020, sia nel confronto con il triennio precedente. È il quadro che emerge da un report di Ismea.

«Archiviata un 2020/21 che ha riservato buone soddisfazioni per gli operatori di questa filiera – nota l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare – la prima parte dell’attuale campagna melicola mostra segnali di continuità con quella precedente e lascia intravedere segnali positivi per l’evoluzione della situazione nei prossimi mesi, sia sul mercato interno sia su quello estero». I punti di forza del settore stanno nella capacità di aggregazione dei produttori – il tessuto produttivo agricolo è molto polverizzato con il Trentino-Alto Adige che vanta il 50% della superficie coltivata e oltre il 70% della produzione – che permette una gestione organizzata dell’offerta del frutto più consumato sulle nostre tavole (15% della frutta fresca), davanti a banane e pesche.

Ma la forza del settore sta soprattutto all’estero: l’Italia infatti vanta esportazioni di mele per circa 920 milioni di euro e un saldo attivo della bilancia commerciale per 900 milioni. La quantità esportata (soprattutto verso la Germania, di gran lunga il primo mercato) è cresciuta del 14% e gli incassi sono aumentati del 19% grazie anche all’incremento del prezzo medio all’export (+5%). Contemporaneamente, le importazioni si sono dimezzate in termini di quantità e la relativa spesa è diminuita del 20 per cento.

La qualità del prodotto «è buona» anche se «i calibri sono mediamente inferiori al 2020» a causa delle basse temperature. Non mancano comunque le criticità: da un lato l’aumento della produzione europea potrà avere «effetti negativi sulle esportazioni italiane verso la Spagna» e potrà subire «la concorrenza nelle esportazioni verso mercati che sono appannaggio delle mele italiane, come ad esempio per le mele polacche che potranno arrivare sul mercato tedesco»; dall’altro «l’impatto di gelate, freddo e grandine è stato superiore rispetto al 2020» così come la presenza di cimice asiatica, «anche se i danni appaiono limitati a pochi areali produttivi».

Ismea sottolinea poi come la produzione biologica faccia registrare un nuovo record con una stima per il 2021 di 200mila tonnellate (10% circa del totale), confermando «la leadership dell’Italia a livello europeo» con oltre un terzo dell’offerta continentale.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews