martedì, Gennaio 25, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMangiareOlio d'oliva, secondo l'indagine di Altroconsumo 11 su 30 non sono davvero...

Olio d’oliva, secondo l’indagine di Altroconsumo 11 su 30 non sono davvero extravergine

Altroconsumo ha recentemente condotto uno studio sull’olio d’oliva dal quale è emerso che 11 su 30 non sono propriamente extravergine.

  • Home
  • Notizie
  • Olio d’oliva, secondo l’indagine di Altroconsumo 11 su 30 non sono davvero extravergine

L‘olio d’oliva è, senza ombra di dubbio, uno dei protagonisti e migliori interpreti del “buon mangiare ” all’italiana, ma oltre a essere protagonista delle tavole dei buongustai di tutto il mondo più recentemente è stato anche preso in esame da Altroconsumo, che ha condotto un test su 30 bottiglie al fine di valutare la corretta dicitura sulle etichette e il valore dei prodotti.

Olio d'oliva

Nella prima fase della verifica sono state realizzate alcune analisi di laboratorio, che hanno confermato che tutti gli oli rispettavano i parametri chimici previsti dalla legge; e successivamente i 30 campioni sono stati sottoposti a una prova d’assaggio dalla quale è emerso che 11 etichette che si fregiavano della dicitura “extravergine” in etichetta avevano odore e sapore di un livello qualitativo insufficiente. Ricordiamo che questo test, in passato criticato perché potenzialmente troppo soggettivo, costituisce una prova obbligatoria e prevista dalla legge svolta da assaggiatori riconosciuti al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali secondo modalità ben definite.

Il test di Altroconsumo, tuttavia, è stato contestato da Assitol, l’Associazione italiana dell’industria olearia, che sottolinea l’ambiguità del campionamento e delle condizioni della consegna dell’olio. “Ci è stato detto genericamente che sono state rispettate le norme UNI”, ha spiegato Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol. “Il che non scioglie i nostri dubbi. Basta poco per far deteriorare l’extra vergine, che è un prodotto vivo: troppa luce, ad esempio, o la vicinanza ad una fonte di calore per qualche ora”.

Fonte:
Corriere della Sera

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews