mercoledì, Gennaio 26, 2022
Disponibile su Google Play
HomeScienzaEra forse questo il misterioso Pianeta Nove?

Era forse questo il misterioso Pianeta Nove?

Il fantomatico Pianeta Nove è stato già stato visto – forse – e nessuno se ne era accorto. Parliamo dell’elusivo pianeta di cui alcuni astronomi hanno dapprima ipotizzato l’esistenza (cercandolo a lungo), per poi prendere in considerazione che ce ne fosse più di uno, fino a rassegnarsi, poi, alla possibilità che non esista affatto.

Oltre nettuno. I “sostenitori” del Pianeta Nove sono convinti che debba essere in orbita ben oltre Nettuno, ai confini esterni del Sistema Solare.

A suggerirlo sono i moti di alcuni piccoli corpi agli estremi del Sistema Solare: le loro orbite, alquanto diverse rispetto a tutti gli altri corpi del nostro sistema, si giustificherebbero con la presenza di una super-Terra, almeno cinque volte più massiccia del nostro Pianeta, che le influenza. Ma finora non è stata ancora trovata alcuna prova concreta. 

La prova? A suggerire la nuova ipotesi a Michael Rowan-Robinson (Imperial College di Londra) sono stati i dati forniti da un telescopio spaziale ormai defunto, l’Infrared Astronomical Satellite (IRAS). Lanciato nel 1983 e operativo per nove mesi, il telescopio ha osservato il cielo nell’infrarosso, scoprendo asteroidi e comete.

Anni fa due ricercatori del California Institute of Technology di Pasadena hanno ipotizzato l'esistenza di un nuovo pianeta agli estremi confini della fascia di Kuiper, il margine più esterno del Sistema. L'esistenza del Pianeta Nove è stata dedotta in base alle interferenze gravitazionali che altri corpi celesti mostrano di avere.

Anni fa due ricercatori del California Institute of Technology di Pasadena hanno ipotizzato l’esistenza di un nuovo pianeta agli estremi confini della fascia di Kuiper, il margine più esterno del Sistema. L’esistenza del Pianeta Nove è stata dedotta in base alle interferenze gravitazionali che altri corpi celesti mostrano di avere.
© NASA/JPL-Caltech

Rianalizzando i dati del telescopio, Rowan-Robinson ha scoperto l’esistenza di un oggetto precedentemente trascurato, in orbita alla distanza ipotizzata per il Pianeta Nove. Questo corpo avrebbe da tre a cinque volte la massa della Terra e sarebbe in orbita attorno al Sole a una distanza 225 volte maggiore rispetto a quella della Terra.

E se fosse una stella? «L’ipotesi è molto allettante», ha detto il ricercatore commentando i risultati dello studio. I limiti del telescopio, tuttavia, lasciano un po’ di incertezza sul fatto che sia davvero un pianeta o qualcos’altro. In particolare, il “candidato” è vicino al nostro piano galattico, ovvero lo spesso disco della nostra galassia che è pieno di stelle, e alcune di queste potrebbero apparire ingannevolmente simili a pianeti. 

In bianco le orbite di sei oggetti della Fascia di Kuiper le cui “anomalie” potrebbero essere spiegate dall’esistenza del Pianeta Nove (Planet Nine), la cui ipotetica orbita è qui tracciata in rosso.

«Ma stando a quello che abbiamo potuto verificare, quel corpo si comporta proprio come un oggetto in movimento, quindi come un pianeta», afferma Rowan-Robinson.

I dubbi. Mike Brown, del California Institute of Technology, uno degli scienziati che ha proposto l’esistenza del Pianeta Nove nel 2016, afferma che sebbene lo studio sia interessante, non ci consente ancora di essere sicuri al 100 per cento che siamo finalmente di fronte al Pianeta Nove. «Questo lavoro è fantastico e sono davvero contento che Rowan-Robinson abbia fatto questa analisi», afferma Brown.

Che però fa anche notare qualche punto debole: questo potenziale pianeta, in realtà, non si adatta perfettamente alle ipotesi fatte per il Pianeta Nove… : «È un po’ troppo piccolo, un po’ troppo vicino ed è un po’ troppo inclinato rispetto al piano del Sistema Solare», spiega Brown. In altre parole, sostiene che in realtà, con quelle caratteristiche, il “pianeta misterioso” non giustificherebbe quelle perturbazioni gravitazionali sui corpi minori che hanno suggerito la presenza di un Pianeta Nove.

Teniamolo d’occhio. Rowan-Robinson, d’altra parte, sostiene che sarebbe davvero una coincidenza straordinaria se esistessero sia quel pianeta misterioso sia il Pianeta Nove… Sarà dunque necessario sfruttare gli “occhi” del maggior numero possibile di telescopi per capire davvero cos’è quell’oggetto.

scienza /spazio/cosa-accadra-alla-morte-del-sole”>

Fotogallery
Che cosa accadrà alla morte del Sole?

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews