martedì, Novembre 30, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieVerona, trovato nel fiume Adige il corpo della madre che ha ucciso...

Verona, trovato nel fiume Adige il corpo della madre che ha ucciso le due figlie

È stato ritrovato nel fiume Adige il corpo di Sachithra Nisansala Fernando Mahawaduge Dewendra, la donna che, secondo gli inquirenti, ha ucciso le figlie di 3 e 11 anni in una casa di accoglienza a Verona. E che era poi si è data alla fuga. Dopo ore di ricerche, il corpo della 34enne di origini cingalesi è stato individuato in un’ansa dell’Adige vicino al Lazzaretto di Porto San Pancrazio, a circa 300 metri da dove erano stati rinvenuti gli effetti personali.

Verona, scagionano il marito e lei soffoca le figlie poi si dà alla fuga

di

Enrico Ferro

26 Ottobre 2021

Secondo quanto emerso, l’autopsia sulle due bimbe avrebbe confermato che la loro morte è avvenuta per “soffocamento meccanico violento”: sarebbero state uccise con un cuscino, anche se nella stanza non era stato trovato nulla fuori posto. Verranno fatti altri approfondimenti medico legali, ma la pm Federica Ormanni darà il nulla osta per la sepoltura. Il fascicolo per omicidio è aperto a carico di ignoti.

Martedì mattina la madre aveva detto a un’assistente sociale che le figlie erano ammalate: “Per favore le bambine hanno la febbre, datemi una medicina e poi lasciatele dormire. Oggi non le mando a scuola”.

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha ricostruito ciò che è successo nella struttura comunale: “La signora ha riferito che le due figlie erano indisposte e ha chiesto un farmaco antinfluenzale. Trascorso un po’ di tempo, l’operatrice è entrata in camere e ha visto le bambine a letto che sembravano dormire, la luce accesa nel bagno. Per questo ha pensato che la madre si trovasse all’interno del bagno ed è uscita dalla stanza. Dopo una decina di minuti – ha proseguito Sboarina – l’operatrice è tornata nella camera, è entrata in bagno e si è resa conto che non c’era nessuno. A quel punto è andata a controllare le due bimbe facendo la terribile scoperta. Erano già prive di vita. La finestra del bagno era aperta e quindi la madre sicuramente si è allontanata da lì”.

Quanto ai rapporti con il marito e ai motivi che avevano portato all’allontanamento della donna e delle figlie dalla famiglia, si è appreso che le denunce per presunti maltrattamenti nei confronti dell’uomo risultano recentemente archiviate. “Piuttosto che dare le bambine a mio marito le ammazzo e mi ammazzo”, è la frase che persone vicine alla donna le hanno sentito ripetere spesso. Lo aveva affermato anche al termine di colloqui con medici che l’avevano sentita più volte per stabilire la sua capacità genitoriale.

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews