martedì, Novembre 30, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiarePasta, consumo nel mondo raddoppiato in dieci anni ma scorte di grano...

Pasta, consumo nel mondo raddoppiato in dieci anni ma scorte di grano in calo

Ascolta la versione audio dell’articolo

Il mondo ha sempre più fame di pasta ma l’Italia, primo produttore ed esportatore mondiale, rischia di restare a corto di materia prima per alimentare l’industria di prima trasformazione e pastifici. Negli ultimi dieci anni i consumi globali di pasta sono raddoppiati a 17 milioni di tonnellate annue, come rivela un’indagine di Unione Italiana Food diffusa in vista del World Pasta Day che si celebra lunedì 25 ottobre.

Nonostante il rallentamento delle esportazioni nella prima parte del 2021 dopo il record del 2020, l’Italia resta – ovviamente – il punto di riferimento mondiale per produzione (3,9 milioni di tonnellate), export (2,4 milioni di tonnellate) e consumi: ogni italiano ne mangia oltre 23 kg all’anno, staccando in questa speciale (e un po’ sorprendente) classifica Tunisia (17 kg), Venezuela, (15) e Grecia (12). Anche se la domanda si sta normalizzando dopo i picchi del 2020 favoriti dalle restrizioni dovute alla pandemia, secondo l’indagine di Unione Italiana Food, nel 2021 i consumi interni dovrebbero assestarsi su valori in linea o superiori rispetto al 2019.

Export in calo nel 2021 ma +13% rispetto al 2019

A segnare il passo nel 2021 è stato invece, come detto, l’export. Dopo anni di crescita ininterrotta che hanno portato il fatturato estero del settore a superare nel 2020 quota 2,3 miliardi, nei primi 7 mesi dell’anno le spedizioni sono calate di oltre il 10% in valore e del 18% nelle quantità, ma il confronto con i valori pre Covid dello stesso periodo del 2019 evidenzia comunque una crescita del 13%, a conferma di un assestamento in un quadro di generale crescita strutturale. Un piatto di pasta su quattro nel mondo è italiano e all’estero finisce ben oltre la metà (il 62%) della produzione nazionale. Principali clienti si confermano Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Giappone, cinque paesi che assorbono da soli oltre metà dell’export, mentre i mercati in più rapida crescita sono Cina, Canada, Spagna e Arabia Saudita.

Un primato che i pastai italiani difendono investendo sull’innovazione: le 120 imprese del settore (che danno lavoro a oltre 10mila addetti e generano valore per circa 5,6 miliardi) investono in media il 10% del fatturato in ricerca e sviluppo per rendere gli impianti più sostenibili e intercettare nuove tendenze. Accanto alla pasta classica, che rappresenta il 90% del mercato con oltre 300 diversi formati, crescono le preferenze dei consumatori per l’integrale, il gluten free, quelle con farine alternative e legumi, fino all’ultima innovazione della pasta realizzata con la stampante 3D. Con una sensibilità sempre più spiccata per le confezioni 100% grano italiano, meno ricercate invece all’estero dove conta di più l’italianità del brand.

Il riassetto dei grandi pastifici

La vivacità del mercato globale è confermata anche dal riassetto in corso dei grandi pastifici. Entro fine anno è prevista la chiusura dell’acquisizione dello storico marchio francese Panzani da parte del fondo di private equity britannico Cvc Capital Partners dalla multinazionale alimentare spagnola Ebro Foods (proprietaria a sua volta del marchio Garofalo), per 550 milioni di euro. Proprio Ebro Foods ha ceduto nel 2020 le proprie attività in Canada di produzione e commercializzazione di pasta secca sotto il marchio “Catelli” per 100 milioni al gruppo Barilla, che a sua volta a inizio 2021 ha acquisito la maggioranza di Pasta Evangelists, premium brand inglese specializzato nelle vendite online di pasta fresca.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

Avvento

YouGoNews