martedì, Novembre 30, 2021
Disponibile su Google Play
HomeSportF1, per un soffio Verstappen conquista il Gp degli Usa davanti a...

F1, per un soffio Verstappen conquista il Gp degli Usa davanti a Hamilton

Ascolta la versione audio dell’articolo

Vivace, animato, brillante sin dall’inizio. Il GP numero 17 della stagione, la nona volta ad Austin, è partito e terminato con grandi emozioni. Celebra una vittoria di Verstappen, consolidando un po’ il vantaggio nella leadership del mondiale, anche se il giro veloce è di Hamilton. Si vede una Ferrari non da podio ma subito lì dietro, che ha tenuto a lunghissima distanza almeno la McLaren di Norris.

La partenza, come accennato, è di quelle da vedere e rivedere. Nonostante la pole dell’olandese, passa davanti Hamilton in curva 1, con Verstappen che si è anche fatto affiancare dal compagno, rischiando non poco. Un colpaccio che ha garantito al britannico la prima posizione, sempre importante nelle piste di recente concezione. Da lì a pochi metri, il focus della regia si è spostato poco più indietro: non è mancato molto infatti per vedere anche una bella battaglia Ferrari con le McLaren già nei primissimi giri ma, per le “seconde guide”, è stata invece una gran lotta fino alla fine.

Nonostante un meteo particolarmente buona in quasi tutto il week-end e, di conseguenza, una pista ben “gommata”, la “danza” dei pit-stop è iniziata molto presto e anche il loro impatto sulle dinamiche di gara. I piloti che contano avevano infatti già cambiato quasi tutti già prima del giro 14, eccetto Bottas. Un giro memorabile perché, con un boato del pubblico, gli americani hanno “celebrato” un grande autogol Mercedes, che ha visto Verstappen riprendersi la testa della corsa ad altissima velocità proprio nel momento del rientro di Hamilton, quando procedeva in corsia di accelerazione ancora a bassa velocità. Con oltre sei secondi di vantaggio: un gap molto duro da ricucire, considerando Verstappen completamente in “aria pulita”, senza nessuno davanti, per molti, molti giri a venire.E se Perez non è mai riuscito a incidere sul campione in carica, Leclerc non si è fatto mai mettere in piedi in testa.

Anzi, controlla Bottas e Ricciardo. Sainz, invece, ha avuto il suo bel da fare con Norris: lo teneva dietro ma al secondo pit stop ha rischiato di perdere tutto, perché non è andata bene la fermata, facendogli perdere tempo prezioso. A proposito: un minuto prima, Red Bull, al giro 30, con 26 tornate alla fine, ha scelto nuovamente di anticipare sui rivali. Le hard precedentemente le aveva cambiate con meno giri attivi degli altri. Però al giro 31 Hamilton ha inanellato il giro veloce, quindi le sue gomme, al momento, si erano dimostrate ancora performanti e, infatti, non ha “risposto” con un pit stop subito, perché semplicemente non ne aveva bisogno.

Scopri di più

Cambiare in quel momento, poi, avrebbe significato tornare di nuovo dietro alla Red Bull. Ma con il senno di poi, molto presto si è capito che il muretto lo ha di nuovo consigliato male. Al termine del giro 37 Hamilton ha dovuto infatti rientrare senza più esitazione, ed è uscito di nuovo dietro all’olandese, questa volta a oltre 8 secondi di distacco. Otto giri in più sulle gomme dell’ultimo stint per Verstappen, quindi, che sul finale hanno iniziato a pesare. Così tanto, da non potervi più rimediare. Come sempre, c’è da dire che Hamilton non ha mai mollato, non ha mai smesso di crederci. Quale campione vero, sempre affamato, anzi, letteralmente bulimico di vittorie e record, non ci stava a perdere negli Stati Uniti, dove ha tanti amici e occasioni di business. Oltre che indelebili ricordi personali, proprio nell’esercizio di questo sport .

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews