martedì, Novembre 30, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaIl Ghana spera che il suo CBDC promuova l'inclusione finanziaria

Il Ghana spera che il suo CBDC promuova l’inclusione finanziaria

Le capacità offline sono cruciali per garantire che l’accesso all’E-Cedi non sia ostacolato dalla mancanza di elettricità o Internet

Il Ghana è al lavoro per incorporare funzionalità offline nella sua valuta digitale della banca centrale (CBDC), denominata E-Cedi, al fine di migliorare l’accessibilità a tutta la società e promuovere l’inclusione finanziaria nel paese. L’E-Cedi del Ghana, che dovrebbe entrare presto nella fase pilota, segna una pietra miliare per il crescente interesse nei CBDC da parte dei paesi in via di sviluppo.

Un CBDC è la rappresentazione digitale della valuta a corso legale di un paese e serve a migliorare la trasparenza, ad aumentare la capacità del governo di attuare la politica monetaria e permette transazioni transfrontaliere più veloci e convenienti.

Lo yuan digitale cinese, è la prima moneta digitale emessa dalla banca centrale di un grande paese e le autorità si aspettano che esso favorisca l’obiettivo di sostituire il dollaro come valuta di riserva globale.

Il Ghana ha annunciato l’intenzione del governo di lanciare un CBDC a luglio di quest’anno e ha dichiarato che l’E-Cedi è entrato in una fase avanzata di sviluppo. I funzionari della banca centrale avevano inoltre dichiarato che il CBDC avrebbe iniziato una fase pilota a settembre, ma non sono stati riportati ulteriori sviluppi su questo fronte.

Kwame Oppong, capo del fintech e dell’innovazione presso la Banca del Ghana (BoG), durante il Ghana Economic Forum svoltosi ieri, ha dichiarato che l’E-Cedi intende supportare le transazioni offline tramite smart card.

Anche la Cina sperimenta una soluzione simile con smart card per le transazioni offline, anche se a inizio anno il fornitore globale di servizi finanziari Visa aveva spiegato che un tale sistema crea lo spazio per le doppie spese e per le transazioni contraffatte.

Oppong ha spiegato che la funzione è fondamentale per permettere ai ghanesi senza accesso all’elettricità o a Internet, di integrarsi con il CBDC e partecipare efficacemente all’economia del paese.

“L’inclusione finanziaria è limitata dalla disponibilità di connettività e energia”, ha dichiarato il portavoce della BoG.

Secondo la Banca Mondiale, soltanto la metà della popolazione del Ghana ha accesso a Internet e più del 15% della popolazione non ha accesso all’elettricità.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews