martedì, Novembre 30, 2021
Disponibile su Google Play
HomeStileCome non fare appannare i vetri dell'auto in inverno

Come non fare appannare i vetri dell’auto in inverno

I finestrini dell’auto appannati possono rendere la vita impossibile tra l’ansia ed il nervosismo che il non vedere bene la strada comporta. Purtroppo, in inverno, sono all’ordine del giorno, e se non vuoi passare ogni mattina decine di minuti imprecando e facendo a gara per non arrivare tardi a lavoro, sarà bene che tu sappia imparare a gestirli. Non importa che tu sia una guidatrice esperta o alle prime armi: è bene che tu sappia quali sono le cause che stanno alla base dell’appannamento dei vetri, e cosa fare per non farli appannare.

Perché i finestrini dell’auto si appannano?

Innanzitutto, sappi che è un fenomeno piuttosto comune dovuto non solo all’umidità ma anche ad altri fattori correlati. Ma, anche se accade molto (fin troppo) spesso, non devi sottovalutarlo. Infatti può essere causa di incidenti più o meno pericolosi.
Ma qual è, quindi, la principale causa per la quale i vetri dei finestrini iniziano ad appannarsi? Sicuramente l’umidità all’interno e all’esterno del veicolo dovuta ad alcuni elementi presenti nell’aria che, mescolati a questa, o alla temperatura che si alza o si abbassa, si condensa creando una fastidiosa nebbia all’interno dell’abitacolo.

Per risolvere, quindi, dovresti verificare se il bilanciamento della temperatura all’interno e all’esterno dell’auto sia impostato correttamente. Se non ci riesci, ricorri ai nostri consigli.Come non fare appannare i vetri dell'auto in inverno

Come evitare che i finestrini si appannino in inverno

Passiamo ora a quello che sicuramente ti interessa di più, ovvero la soluzione al problema. In realtà, esistono diversi metodi ai quali puoi ricorrere per evitare di incorrere in tale fastidioso e pericoloso inconveniente. Ad esempio:

  • Mantenere puliti i finestrini. Il fatto che siano sporchi, è il motivo principale per cui il parabrezza e i finestrini si appannano. Molti trascurano questo particolare (sì, lo sappiamo che hai già tante cose da pulire e che anche l’auto no…) ma si tratta di un compito che devi portare a termine se vuoi guidare in sicurezza.
  • Riscaldare il motore prima di mettersi alla guida. Il motore svolge un ruolo fondamentale nella riduzione dell’umidità all’interno dell’auto. Se non effettui tale operazione, puoi solo aumentarla. Quindi, accendi il motore e fallo lavorare per alcuni minuti prima di partire. Fatto questo, avvia l’aria condizionata per fare assorbire l’umidità residua.
  • Aumentare la temperatura. Accendere il riscaldamento all’interno dell’automobile e rivolgere le bocchette verso i finestrini laterali può rivelarsi una soluzione efficace per evitare che si appannino. Quando la temperatura all’interno aumenta leggermente, infatti, la formazione di condensa diventa più difficile. Semplice, no?
  • Abbassare leggermente i finestrini per fare entrare l’aria fresca. Esattamente come accade in bagno quando abbiamo appena fatto la doccia e tutti gli specchi sono appannati, così accade anche in macchina. In bagno, l’umidità non può svanire per l’assenza di sbocchi (ovvero finestre aperte); allo stesso modo, ciò avviene nel veicolo. A meno che non trovi il modo di farla uscire. Dal finestrino, appunto.
  • Usare lo spray anti appannamento. Si tratta di un prodotto la cui formula è stata studiata per assorbire l’umidità all’interno dell’auto. E’ economico, facile da usare e super efficace. Vale la pena provarlo
  • Usa la schiuma da barba. Sì, hai letto bene e no, non siamo impazziti. Sapevi che tra i componenti delle creme da barba alcuni funzionano da agenti deumidificanti? Già, una volta applicata sul finestrino, assorbe l’umidità in esso contenuta e ne consente l’appannamento istantaneo. Provare per credere.

Bene: noi, il nostro, l’abbiamo fatto. Adesso sta a te mettere religiosamente in pratica tutti i consigli che ti abbiamo dato fino a quando non troverai quello che faccia al caso tuo. In bocca al lupo!
Foto di Tobias Heine da Pixabay e di No-longer-here da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews