domenica, Gennaio 23, 2022
Disponibile su Google Play
HomeMisteroallucinazioni o aiuto dall'altra parte?

allucinazioni o aiuto dall’altra parte?

Visioni sul letto di morteIl dottor Erlendur Haraldsson, professore emerito di psicologia presso l’Università dell’Islanda, ha chiesto a 700 medici e infermieri le visioni che i pazienti avevano sul letto di morte.

Molte persone hanno visto con le proprie parole amici o parenti defunti che si sono detti pronti a guidarli nell’aldilà. I pazienti morenti divennero molto felici e poterono quindi lasciar andare la loro paura della morte.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

“Tecnicamente, erano tutte allucinazioni”, ha detto Haraldsson. “Definiamo allucinazioni e visioni che gli altri non vedono. Viste quindi da un punto di vista tecnico, le allucinazioni. Da un punto di vista diverso sono anche molto realistici”.

Le visioni sono realistiche perché si riferiscono a persone reali. Le visioni sono chiare, razionali e sorprendentemente molto simili. Haraldsson ha indagato su quasi 500 malati terminali in America e in India, ai quali è stato offerto, con le sue stesse parole, un aiuto di passaggio. I pazienti riconoscevano gli spiriti e non si rendevano conto che le persone erano già morte.

A livello nazionale Haraldsson ha chiesto alle persone se sono mai state in contatto con qualcuno che è deceduto. “Con mia grande sorpresa, il 31 per cento delle persone ha detto ‘sì'”, ha detto. In Europa un quarto delle persone afferma di aver avuto contatti con i morti.

Ha citato l’esempio di una donna che era impegnata in cucina. Pensava che qualcuno le fosse passato accanto, ma non c’era nessuno. Improvvisamente, sentì un forte odore di alcol. Suo marito ha annusato l’aria più tardi quel giorno e ha chiesto se qualcuno fosse venuto a trovarla.

In seguito hanno scoperto che l’uomo che aveva comprato la casa era annegato quando la donna aveva avuto la strana esperienza. L’uomo era un alcolizzato.

Haraldsson racconta di aver visto un fantasma mentre studiava a Copenhagen. “Vorrei che ci fossero più scienziati per cui vorrebbe fare ricerca. Alcune persone non vogliono bruciarsi le dita perché pensano che danneggerà la loro reputazione. Che ora ostacola il corretto progresso. “

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews