giovedì, Dicembre 9, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaTú sí que vales 2021, emoziona l'Uomo Ragno ricevuto dal Papa

Tú sí que vales 2021, emoziona l’Uomo Ragno ricevuto dal Papa

Nella puntata di stasera di Tú sí que vales, il talent show del sabato sera di Canale 5 condotto da Belen Rodriguez, Alessio Sakara e Martin Castrogiovanni, è arrivato Mattia Villardita, del quale i giornali hanno parlato qualche mese fa. Il nome non vi dirà nulla, ma probabilmente riuscirete a fare mente locale se vi dicessimo che si tratta dell’uomo vestito da Spiderman che è stato ricevuto recentemente da Papa Francesco.

Mattia Villardita, 28 anni, si traveste da supereroe per i bambini malati degli ospedali, allo scopo di intrattenerli con il sorriso. Il ragazzo, non solo è stato ricevuto dal Pontefice, ma anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che nel 2020 lo ha premiato per “l’altruismo e le fantasiose iniziative con cui contribuisce ad alleviare le sofferenze dei più giovani pazienti ospedalieri“.

Villardita ha raccontato la sua storia nel programma dell’ammiraglia del Biscione riuscendo a colpire Maria De Filippi, Rudi Zerbi, ma soprattutto Gerry Scotti, che si è anche visibilmente commosso. Sabrina Ferilli invece ha fornito il verdetto della giuria popolare, che gli ha detto di sì con il 97 per cento dei voti. “Il 3 per cento era costituito dai parenti di Batman“, ha scherzato Scotti, che poco prima guardando il protagonista della serata molto emozionato gli aveva detto che anche ai supereroi è concesso piangere e che non c’è nulla di cui vergognarsi.

Una storia molto forte, se si considera che Mattia Villardita ha deciso di intraprendere questa missione anche per via di una malattia congenita che per 19 anni lo ha costretto a entrare e uscire dagli ospedali. Lo stesso Mattia aveva spiegato al Corriere della Sera:

“È nato tutto 4 anni fa, a Natale: dovevo consegnare un computer al San Paolo di Imperia e ho pensato a una maschera che potesse far divertire i bambini che stavano vivendo quello che avevo vissuto anch’io. E ho continuato anche durante il lockdown, perché la malattia non si ferma. Non potevo più entrare nei reparti, allora ho fatto oltre 1400 videochiamate”.

Un paio di settimane fa la stessa trasmissione ha ospitato il commovente intervento di Maria Teresa D’abdon, che aveva perso la figlia uccisa dal compagno nel 2003.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews