mercoledì, Dicembre 1, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieFisco: sì alla riforma del catasto, ma le tasse non cambieranno

Fisco: sì alla riforma del catasto, ma le tasse non cambieranno

MILANO – Prende forma il disegno di legge delega di riforma fiscale. La bozza del testo, composta da 10 articoli, è stata discussa in cabina di regia prima di approdare in consiglio dei ministri, dove ha ricevuto il via libera. Nel documento compare anche un articolo per la modernizzazione degli strumenti di mappatura degli immobili e la revisione del catasto di fabbricati e si prevede un intervento sul fronte Irpef e Iva. Un tema, quello del catasto, che ha già acceso lo scontro all’interno della maggioranza, con la Lega che ha deciso di lasciare il tavolo della cabina di regia.

Fisco, Draghi: “La Lega assente al consiglio dei ministri? Ce lo spiegherà Salvini”

05 Ottobre 2021

Draghi: “Con riforma catasto nessuno pagherà di più o di meno”

“Una legge generale che andrà riempita di contenuti”, ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa chiarendo che “non è l’ultima parola sul fisco” e il completamento della riforma “richiederà diversi anni”.  Sul tema catasto Draghi ha ribadito quanto spiegato già la scorsa settimana: “non cambia l’imposizione fiscale su case e terreni” e “Nessuno pagherà di più o di meno”. Il presidente del Consiglio ha chiarito che la delega  avrà una durata di 18 mesi e che ci saranno in questo periodo ulteriori momenti di confronto con il Parlamento.

Franco: “Sistema vecchio di 50 anni, va aggiornato”

“Il nostro sistema fiscale è stato disegnato 50 anni fa, nei primi anni ’70, dopodiché ci sono state molteplici innovazioni, ma il disegno va aggiornato”, ha spiegato il ministro dell’Economia, Daniele Franco, al termine del cdm. “Il Parlamento nella prima parte dell’anno ha svolto un grandissimo lavoro di indagine e ricognizione, coagulato in un documento di sintesi che è il punto di partenza di questa delega”, ha aggiunto ringraziando le Camere.

Uno degli obiettivi della delega fiscale è il “contrasto all’evasione e all’elusione fiscale. E’ un problema non nuovo in Italia”, ha detto aggiungendo che la differenza tra gettito teorico e gettito effettivo “si stima sia di circa 100 miliardi”. “Il contenimento è misura necessaria per ridurre le aliquote e avere una distribuzione del carico più favorevole alla crescita economica”, ha detto ancora. Tra le priorità, ha detto Franco, c’è quella di “ridurre il cuneo fiscale sul lavoro che in Italia è relativamente elevato, per un lavoratore di reddito medio è di 5 punti superiore a quello della media europea”.

Fisco, oggi la delega in Cdm. Subito 10 miliardi per ridurre le tasse

di

Roberta Mania

05 Ottobre 2021

Sì a riforma del catasto ma senza aumento di tasse

La bozza del documento fissa tra gli obiettivi un aggiornamento del sistema della mappatura catastale – in particolare su immobili non censiti, abusivi, edificabili accatastati come agricoli – e nuovi criteri aggiuntivi per la descrizione degli immobili da utilizzare a partire “dal 1° gennaio 2026”. Si precisa che “i nuovi criteri non” saranno utilizzati “per la determinazione della base imponibile dei tributi la cui applicazione si fonda sulle risultanze catastali”. Ci saranno un aggiornamento periodico di valori e rendite e norme ad hoc per gli immobili storico-artistici.

Giù le aliquote Irpef

La delega del governo prevede poi che si riducano gradualmente le aliquote medie Irpef “anche al fine di incentivare l’offerta di lavoro e partecipazione al mercato del lavoro, con particolare riferimento ai giovani e ai secondi percettori di reddito, nonché l’attività imprenditoriale e l’emersione degli imponibili”. Garantendo la progressività si deve inoltre puntare anche a ridurre gradualmente “le variazioni eccessive delle aliquote marginali”.

Verso riordino di deduzioni e detrazioni

Un altro degli obiettivi indicati dal governo è quello del riordino delle deduzioni dalla base imponibile e delle detrazioni dall’Irpef “tenendo conto della loro finalità e dei loro effetti sull’equità e sull’efficienza dell’imposta”. Tra le indicazioni rientra anche l’armonizzazione della tassazione del risparmio “tenendo conto dell’obiettivo di contenere gli spazi di elusione dell’imposta”.

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews