martedì, Novembre 30, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaBelle di Mamoru Hosoda: trailer, trama, anticipazioni sull'anime

Belle di Mamoru Hosoda: trailer, trama, anticipazioni sull’anime

the-boy-and-the-beast

Film

The Boy and The Beast: recensione in anteprima

Anime Factory, etichetta di proprietà di Koch Media, in collaborazione con I Wonder Pictures porteranno l’anime Belle di Mamoru Hosoda in concorso alla prossima edizione di Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma in programma dal 14 al 24 ottobre. Dopo la standing ovation all’ultimo Festival di Cannes, Belle sarà presentato in anteprima italiana venerdì 15 ottobre alla presenza dello stesso regista che per l’occasione terrà masterclass aperta al pubblico e agli appassionati di anime.

Tra i più importanti sceneggiatori e registi del cinema di animazione a livello mondiale, già candidato all’Oscar nel 2019 per il film “Mirai”, Mamoru Hosoda sarà protagonista ad Alice nella Città a sei anni da “The Boy and the Beast” e dopo aver conquistato il botteghino giapponese: in sole due settimane “Belle” ha superato il box-office di “Mirai” ed è ad oggi il secondo film in assoluto per incassi del 2021. In Italia “Belle” uscirà al cinema il 20 gennaio 2022 distribuito da Anime Factory, etichetta di Koch Media, in collaborazione con I Wonder Pictures.

Trama e cast

La trama ufficiale: Suzu, una liceale di 17 anni, vive nelle campagne della Prefettura di Kochi con il padre, dopo aver perso la madre in giovane età. La prematura perdita ha fatto chiudere Suzu in sé stessa e l’ha allontanata dal padre e dalla cosa che più amava fare: cantare. Dopo aver capito che scrivere musica è il suo unico scopo nella vita, Suzu entra in [U], un mondo virtuale con cinque miliardi di membri online, dove diventa Belle, un avatar di fama mondiale per la sua voce straordinaria. Il suo incontro con un drago misterioso la porta a intraprendere un viaggio ricco di avventure, sfide e amore, alla ricerca della sua vera natura .

Kaho Nakamura (Suzu / Belle), Ryô Narita (Shinobu Hisatake), Shôta Sometani (Shinjiro Chikami), Tina Tamashiro (Ruka Watanabe) Ikura (Hiroka Betsuyaku), Ryôko Moriyama (Yoshitani), Michiko Shimizu (Kita), Fuyumi Sakamoto (Okumoto), Yoshimi Iwasaki (Nakai), Sachiyo Nakao (Hatanaka), Toshiyuki Morikawa (Justian), Mamoru Miyano (Muitaro Hitokawa / Tokoraemaru), Sumi Shimamoto (Madre di Suzu), Kôji Yakusho (Padre di Suzu), Ken Ishiguro (Padre di Kei), Ermhoi (Peggy Sue), Hana (Wisdom), Takeru Satoh (Ryu), Mami Koyama (Swan), Kenjirô Tsuda (Jelinek), Taichi Masu (Annunciatore al concerto di Belle) e Asami Miura (Annunciatore U).

video “>Belle – trailer e video

Primo teaser trailer in lingua originale pubblicato il 17 febbraio 2021Secondo trailer sottotitolato in inglese pubblicato il 4 giugno 2021Terzo trailer in inglese pubblicato il 1° aprile 2021

Curiosità

  • Il titolo originale di “Belle” è Ryu to Sobakasu no Hime, letteralmente La principessa lentigginosa e il drago.
  • I crediti di Mamoru Hosoda includono La ragazza che saltava nel tempo, il capolavoro Summer Wars, l’acclamato The Boy and the Beast e il candidato all’oscar Mirai. Hosoda ha diretto anche lungometraggi basati su serie tv iconiche come Dragon Ball Z, Sailor Moon e Galaxy Express 999. Tutti i lavori passati di Hosoda hanno vinto il Japan Academy Prize, L’oscar giapponese, per il miglior lavoro di animazione con “Mirai” che è stato nominato anche per l’Annie Award e l’Oscar per il miglior film d’animazione.
  • “Belle” è stato realizzato da una troupe di prim’ordine di talenti internazionali, la prima nel suo genere nella storia dell’animazione giapponese che permetterà agli spettatori di calarsi in un’esperienza visiva senza precedenti nel mondo anime. Il character designer Jin Kim, che in precedenza ha lavorato a diversi iconici film Disney come Frozen II, Rapunzel, Big Hero 6, Zootropolis e Oceania, ha plasmato il personaggio di Belle. L’architetto e designer britannico Eric Wong ha dato vita al design di Hosoda, creando l’inedito mondo di [U]. I registi Tomm Moore e Ross Stewart di Cartoon Saloon, lo studio di animazione irlandese dietro i film nominati all’Oscar Song of the Sea, The Secret of Kells e Wolfwalkers, hanno dato il loro contributo per scene fantastiche ambientate nel mondo virtuale.
  • Mamoru Hosoda e Jin Kim avevano entrambi un’ammirazione per il lavoro dell’altro. Mentre Hosoda partecipava alla cerimonia degli Oscar per il suo film Mirai i due si sono incontrati per la prima volta. Fu lì che i due decisero che avrebbero lavorato insieme su un progetto futuro, che alla fine sarebbe diventato “Belle”.
  • Il film prodotto da Yûichirô Saitô e Yohann Comte (produttore associato) è una produzione dello Studio Chizu che quest’anno celebra il suo 10° anniversario.
  • Come già fatto nei suoi lavori passati come Digimon Adventure: Our War Game! (2000) e Summer Wars (2009), il regista Hosoda utilizza il mondo digitale come sfondo per approfondire temi della società attuale, basando la storia sulle sue intuizioni più recenti.
  • “Belle è il film che ho sempre voluto realizzare”, ha dichiarato il regista Mamoru Hosoda, “e sono stato in grado di creare questo film solo grazie ai miei lavori passati. Esploro il romanticismo, l’azione e la suspense da un lato e temi più profondi come la vita e la morte dall’altro.” Hosoda ha poi concluso. “Spero possiate godervi il nostro mondo che ora si sta evolvendo alla velocità della luce mentre assaporate quelle cose che contano davvero per noi, in questo film”.

Chi è Mamoru Hosoda?

Mamoru Hosoda è nato il 19 settembre del 1967 in Giappone, nella prefettura di Toyama. Nel 1991 ha lavorato come animatore presso gli studi Toei-Doga (che poi hanno preso il nome Toei Animation). Ha scalato i ranghi lavorando nelle serie più importanti dello studio – Dragon Ball Z (1993), Slam Dunk (1994-1995), Sailor Moon (1996) – e poi, durante la seconda metà degli anni ’90, è passato alla creazione degli storyboard. In seguito, è diventato regista. Nel 1999 ha diretto il cortometraggio dal titolo Digimon Adventure, e successivamente è passato a dirigere il suo primo lungometraggio di animazione, Digimon, Il Film (2000), basato sulla famosa serie, della quale ha anche diretto diversi episodi televisivi. Nel 2003, ha diretto il commercial Superflat Monogram per la collezione primavera-estate di Louis Vuitton; e poi nel 2005 la versione cinematografica della serie One Piece – One Piece: L’Isola Segreta del Barone Omatsuri. In quello stesso anno ha diretto, per il Madhouse studio, il suo terzo film di animazione, dal titolo La Ragazza che Saltava Nel Tempo (2006). Nonostante sia stato distribuito in un numero limitato di sale, il film ha ottenuto un grande successo tra il pubblico più giovane ed è rimasto in programmazione per un lungo periodo di tempo. Ha anche ricevuto numerosi premi, tra di essi il primo premio ad essere stato mai istituito dall’Academy of Cinema giapponese per il miglior film di animazione. Il 2009 ha segnato un’altra pietra miliare nella carriera di Hosoda. Per la prima volta, ha scritto una sceneggiatura di un film, che poi ha anche diretto: Summer Wars. Il film è stato un enorme successo, con 1.26 milioni di spettatori in Giappone. Come i suoi film precedenti, Summer Wars ha ottenuto numerosi premi, sia in Giappone che all’estero. È stato selezionato per concorrere al Festival di Berlino del 2010. Hosoda è stato anche candidato per la migliore regia agli Annie Awards del 2011, e questo lo ha reso uno dei più rinomati registi giapponesi del cinema di animazione. Quello stesso anno, Hosoda ha fondato la sua società di produzione, Studio CHIZU, assieme al produttore Yuichiro Saito. Wolf Children, il primo film prodotto dalla sua società, nel 2012, è stato un enorme successo di critica e di pubblico, con 3.44 milioni di spettatori in Giappone. Anche in Francia le reazioni sono state molto positive. Il record imposto in Giappone da Wolf Children è stato poi sorpassato ad agosto del 2015 da The Boy and the Beast, dopo un solo mese di programmazione nei cinema. Un nuovo trionfo che conferma Mamoru Hosoda come uno dei più importanti sceneggiatori e registi del cinema di animazione a livello mondiale.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono di Yûta Bandoh (Kuru, Poupelle of Chimney Town), Ludvig Forssell (i videogames Death Stranding e Metal Gear Solid V: The Phantom Pain) e Taisei Iwasaki (Joker Game, Il regista nudo).
  • La colonna sonora include “U” di Millennium Parade & Kaho Nakamura e “Kokoro no Hitomi” aka “Eyes of the heart” di Takashi Miki & Chorus circle practice.
  • Il tema principale e la prima canzone che si ascoltano in “Belle” sono del gruppo musicale giapponese Millennium Parade, e ci sono molti sottili accenni e riferimenti al gruppo all’interno del film. Peggie Sue è doppiata da Ermhoi, che spesso fornisce lavoro vocale nelle loro canzoni. Uno dei personaggi senza nome che prende il nome dal drago con la faccia da cane ha un aspetto quasi identico al personaggio del cane nel video musicale “Philip” di Millennium Parade. Se si guarda con attenzione si possono individuare altri personaggi che somigliano a persone coinvolte nella scena della danza anche nel loro video musicale per “Bon Dance”.

TRACK LISTINGS:

1. U – millennium parade & Belle (3:04)
2. Whispers – Kaho Nakamura (0:30)
3. Slingshot – Miho Hazama &Taisei Iwasaki (2:56)
4. Memories of a Sound – Taisei Iwasaki (1:29)
5. Blunt Words – ermhoi (1:18)
6. Gales of Song – Belle (3:59)
7. Fleeting Days – Ludvig Forssell (0:40)
8. Swarms of Song – Belle (1:38)
9. Alle Psallite Cum Luya – Ryoko Moriyama, Sachiyo Nakao, Fuyumi Sakamoto, Yoshimi Iwasaki, Michiko Shimizu & Kaho Nakamura (0:38)
10. Fama Destinata – Belle (2:18)
11. Dragon – Yuta Bandoh (1:28)
12. Justin – Yuta Bandoh (1:11)
13. Unveil – Yuta Bandoh (1:33)
14. Digital Ripples – Ludvig Forssell (5:21)
15. Dragon’s Lair – Yuta Bandoh (3:10)
16. Lend Me Your Voice (draft) – Kaho Nakamura (1:16)
17. Social Warfare – Ludvig Forssell (1:19)
18. Assault – Yuta Bandoh (3:48)
19. Lend Me Your Voice – Belle (5:03)
20. #UnveilTheBeast – Ludvig Forssell) (1:38)
21. Authority and Arrogance – Ludvig Forssell (2:04)
22. Scorching the Facade – Yuta Bandoh (3:45)
23. The Truth Obscured – Ludvig Forssell (1:04)
24. Lend Me Your Voice (humming) – HANA (0:48)
25. Distrust – Ludvig Forssell (2:47)
26. A Million Miles Away – Belle (8:01)
27. Pieces of the Puzzle – Ludvig Forssell (2:14)
28. Faces in the Rain – Kaho Nakamura (2:22)
29. Skies of Song – Kaho Nakamura (3:02)
30. A Million Miles Away (reprise) – Belle (6:27)

Foto e poster

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews