mercoledì, Dicembre 1, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipperché ci piacciono così tanto

perché ci piacciono così tanto

Tutti li vogliono e tutti li cercano. Dal trionfo al Festival di Sanremo all’exploit dell’Eurovision Song Contest, la stella dei Måneskin è ancora lontana dall’essere appannata e, se pure i detrattori non mancano, a mettere tutti d’accordo sono i numeri: in appena 2 ore, tutti i concerti europei della band del mese di febbraio e di marzo 2022 sono andati sold out, facendoci capire quanto il fenomeno Måneskin, più che italiano, sia diventato ormai internazionale. Dal concerto previsto il 6 febbraio a Londra a quello di chiusura a Riga del 14 marzo, la band formata da Damiano, Victoria, Ethan e Thomas, arrivata seconda a X Factor nel 2017, non ha alcuna intenzione di fermarsi. Anzi. Insieme alle tredici date andate esaurite in poco tempo, l’attesa è tutta per la data storica del 9 luglio, quella che porterà i Måneskin a esibirsi al Circo Massimo di Roma, la città che in Via del Corso aveva offerto loro il primo palcoscenico all’aria aperta prima del grande botto.

video -container”>

Forti del successo al Global Citizen Live di Parigi e della nuova collaborazione con Gucci, il gruppo guarda al futuro con ben due tour – il primo italiano, Måneskin Live, che li vedrà impegnati quest’inverno e il prossimo anno nei palazzetti in tredici date, tutte sold out; e il secondo europeo, Loud Kids on Tour, che li porterà in Inghilterra, Belgio, Lussemburgo, Polonia, Francia, Svizzera, Germania, Repubblica Ceca, Ungheria, Paesi Bassi, Ucraina, Russia, Estonia – e la stessa umiltà che li ha sempre accompagnati. Nonostante siano la quintessenza del rock post-moderno e sul palco appaiono fin troppo sicuri di sé, addirittura aggressivi, il vero punto di forza dei Måneskin è sempre stato rimanere con i piedi per terra. «Cerchiamo di concentrarci sulla parte più entusiastica della cosa, gioire dei nuovi risultati incredibili. Tutto questo porta con sé una mole di pressione in più, ma non vogliamo essere primi a tutti i costi per il resto della vita: vogliamo fare la nostra musica e non vedere dove arriva in classifica. Continueremo a fare in modo che sia la musica a guidarci e non il contrario, non vogliamo inseguire il risultato» ci avevano raccontato i Måneskin dopo l’ annuncio del tour e tutti i record racimolati fino a questo momento, come quello di essere tra i 15 artisti più ascoltati al mondo su Spotify con oltre 2 miliardi e mezzo di streaming su tutte le piattaforme digitali.

Sfoglia gallery

Grazie al loro carisma, a un album di rara potenza come Teatro d’Ira – Vol. 1, e la battaglia inclusiva celebrata nel Pride Issue di Vanity Fair, è chiaro che i Måneskin abbiano tutte le carte in regola non solo per sfondare, ma anche per far sì che il loro successo resti stabile nel tempo. La dirompenza nel divorare il palco, l’eleganza nel rispondere ad accuse infamanti sull’uso di droga alla finale dell’Eurovision, e un’umiltà che sembra andare in controtendenza rispetto ai rocker dannati di ieri, rendono il gruppo un unicum da studiare, vicino a canoni apparentemente provocatori – dai tacchi alti all’eyeliner scuro – ma lontanissimo nella sostanza e negli eccessi. Piacciano o meno, da italiani, non possiamo che essere orgogliosi di questi quattro ragazzi che stanno portando alta la nostra bandiera nel mondo conquistando una scena musicale che, per troppi anni, è stata solo ad appannaggio di altri.

LEGGI ANCHE

Il momento d’oro dei Måneskin

LEGGI ANCHE

I Måneskin protagonisti della nuova campagna di Gucci

LEGGI ANCHE

Måneskin e Iggy Pop, svelato il mistero : insieme per «I wanna be your slave»

LEGGI ANCHE

Måneskin: «Non vogliamo essere primi a tutti i costi»

LEGGI ANCHE

Perché il 2021 è l’anno dei Måneskin, quei bravi (e rari) ragazzi

LEGGI ANCHE

Måneskin: «Diversi da chi?»

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews