martedì, Gennaio 18, 2022
Disponibile su Google Play
HomeViaggiCuba: le spiagge riaprono dopo 9 mesi, ma con obbligo di mascherina

Cuba: le spiagge riaprono dopo 9 mesi, ma con obbligo di mascherina

Cuba, le autorità hanno annunciato ieri l’apertura di spiagge e piscine, nonché del Malecón, la celeberrima strada-esplanade marina dell’Avana, dopo nove mesi di chiusura a causa della pandemia. “Da oggi (29 settembre n. d r.) è autorizzata anche la permanenza nelle aree del Malecón, osservando sempre le misure sanitarie per prevenire i contagi da coronavirus, nonché l’apertura di spiagge e piscine, queste ultime al 50% della loro capacità”, ha affermato il quotidiano Tribuna de La Habana, citando il governatore Reynaldo García.

I media hanno chiarito che “a causa della situazione economica” non verrà rafforzato il numero di autobus pubblici disponibili, come da tradizione in estate, né è garantito un servizio gastronomico “adeguato”, quindi i bagnanti dovrebbero prendere le loro previsioni. “Sia nelle piscine che nelle zone balneari, l’uso del nasobuco (mascherina) è obbligatorio, tranne quando i bagnanti vanno in mare”, ha sottolineato il quotidiano ufficiale della capitale cubana. Autorizzati anche “gli esercizi fisici su strade pubbliche e nelle palestre, compresi i luoghi dotati di ventilazione artificiale”.

(afp)

Venerdì scorso, otto delle 15 province cubane hanno aperto ristoranti, bar e altri locali pubblici, con capienza limitata, ma dando una pausa dopo nove mesi di chiusura. Le autorità hanno anche annunciato l’apertura delle frontiere al turismo internazionale a partire dal 15 novembre e delle scuole, progressivamente tra ottobre e novembre. Tale apertura è stata decisa “tenendo conto della sostenuta diminuzione dei casi confermati con la malattia nelle ultime otto settimane e dell’andamento della campagna di vaccinazione”, soprattutto all’Avana.

Alla fine di martedì, Cuba, con una popolazione di 11,2 milioni di abitanti, ha accumulato 872.425 casi di Covid-19 e 7.378 decessi, ma l’incidenza sta diminuendo dalla campagna di vaccinazione. Applicando tre vaccini nazionali non ancora riconosciuti dall’OMS, sono già state vaccinate 5.104.337 persone, il 45,6% della popolazione (e oltre il 70% all’Avana, secondo fonti ufficiali) e si prevede di raggiungere il 100% a fine anno.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews