giovedì, Dicembre 2, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroScoperta, basta un'immagine per trasformare lnstagram in una microspia

Scoperta, basta un’immagine per trasformare lnstagram in una microspia

I ricercatori di Check Point Software hanno scoperto che una causa di un errore in una delle componenti dell’app di Instagram, senza che l’utente abbia alcun indizio sul fatto di essere sotto attacco. La pagina è presente sia nella versione iOS di Instagram sia in quella Android.
L’immagine che innesca la pubblicazione può essere inviata al bersaglio usando un modo qualsiasi: e-mail, Whatsapp o inclusa in una pagina Web. Va bene tutto, basta che alla fine l’utente la scarichi sullo smartphone in modo da essere disponibile nella galleria immagini. Per iniziare un attacco, sicuramente Whatsapp risulta il metodo più efficace perché il popolare programma di messaggistica salva automaticamente nella galleria le immagini in arrivo dai nostri contatti. A questo punto, quando si apre Instagram e si accede alla funzione “post”, dietro le quinte si attiva il codice malevolo che prende letteralmente il controllo dell’app, uscendo anche dal suo solito ambito di utilizzo.
Un punto cruciale di questa ritrovamento, infatti, è che si trova in una app a cui vengono concesse molte autorizzazioni. Di conseguenza, chi se ne impossessa può postare o cancellare immagini a nome del proprietario, gestire l’account ma anche accedere all’elenco dei nostri contatti, ai file registrati nella memoria del dispositivo e alla posizione geografica. Come se non bastasse, l’accesso a una videocamera e un microfono permette di trasformare lo smartphone o il tablet in una microspia d’alta qualità.
Check Point precisa che l’errore nel codice che permette agli attaccanti di prendere il controllo si trova in una libreria esterna, Mozjpeg, che serve a gestire la decodifica delle immagini e che, ormai, il problema è stato risolto. I ricercatori, infatti, hanno comunicato tutti i dettagli della a Facebook, che ha comprato Instagram nel 2012, prima di renderla pubblica. Basta quindi usare l’ultima versione dell’app per evitare qualsiasi problema.

Caricamento in corso…

Un punto cruciale di questa ritrovamento, infatti, è che si trova in una app a cui vengono concesse molte autorizzazioni. Di conseguenza, chi se ne impossessa può postare o cancellare immagini a nome del proprietario, gestire l’account ma anche accedere all’elenco dei nostri contatti, ai file registrati nella memoria del dispositivo e alla posizione geografica. Come se non bastasse, l’accesso a una videocamera e un microfono permette di trasformare lo smartphone o il tablet in una microspia d’alta qualità.

Check Point precisa che l’errore nel codice che permette agli attaccanti di prendere il controllo si trova in una libreria esterna, Mozjpeg, che serve a gestire la decodifica delle immagini e che, ormai, il problema è stato risolto. I ricercatori, infatti, hanno comunicato tutti i dettagli della a Facebook, che ha comprato Instagram nel 2012, prima di renderla pubblica. Basta quindi usare l’ultima versione dell’app per evitare qualsiasi problema.

Scopri di più
Per approfondire

Il Mobile World Congress 2021 slitta a giugno, ma sarà «fisico»

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews