mercoledì, Ottobre 27, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutala SEC si è rifiutata di incontrare Coinbase dopo l'IPO

la SEC si è rifiutata di incontrare Coinbase dopo l’IPO

Coinbase decide di non combattere contro la SEC che aveva considerato il programma di lending in USDC come un titolo

In una conversazione con Anthony Pompliano al Best Business Show, trasmessa quest’oggi, Brian Armstrong, il CEO dello scambio di criptovalute Coinbase, ha parlato delle difficoltà del trattare con la Security and Exchange Commission del problema della mancanza di trasparenza normativa, e ha spiegato perché Coinbase ha deciso di non portare la SEC in tribunale sulla questione delle minacce ricevute contro il programma di prestiti in USDC.

Coinbase è il primo scambio di criptovalute della storia a essersi quotato, una scelta considerata un’importante pietra miliare nel processo di legittimazione degli asset digitali. Armstrong ha rivelato che una volta lanciata l’IPO, la società ha intrattenuto incontri con ogni singola autorità di regolamentazione e rami rilevanti del governo tranne la SEC.

“Ho contattato la SEC. Ho provato ad ottenere un incontro con loro. Mi hanno detto che non stavano incontrando nessuna azienda di criptovalute”, ha spiegato il CEO.

Coinbase ha riferito dei suoi problemi con la SEC dopo che l’organismo di regolamentazione ha arbitrariamente dichiarato che il prossimo programma di prestiti in USDC è da considerare un titolo e ha minacciato di fare causa all’azienda se fosse andata avanti con il progetto. Armstrong in precedenza aveva sottolineato come la SEC non avesse dato spiegazioni su cosa l’avesse portata verso una tale conclusione.

Parlando ulteriormente dell’esperienza, il CEO ha rivelato che la SEC ha rifiutato di discutere la questione con Coinbase ed è stata irremovibile sulla sua posizione. Armstrong ha messo in dubbio che la decisione abbia protetto i consumatori o creato condizioni di parità nel settore, egli ha anche sottolineato che il prodotto, se rilasciato, avrebbe potuto soddisfare i consumatori che vogliono guadagnare rendimenti più alti e non possono farlo con gli strumenti finanziari esistenti.

La minaccia legale della SEC rivolta a Coinbase ha suscitato una forte risposta da parte della comunità delle criptovalute, e molti sostengono come il proprietario dei Dallas Mavericks, Mark Cuban, che l’exchange dovrebbe andare all’attacco e trascinare la SEC in tribunale.

Armstrong ha rivelato che Coinbase aveva preso in considerazione una battaglia legale, ma ha deciso di non farlo per una serie di motivi tra cui il fatto che “nel sistema giudiziario c’è molta deferenza data ai regolatori”. Ha confermato che il lancio del programma è stato sospeso fino a quando non sarà stabilita una migliore trasparenza sui regolamenti relativi ai servizi di prestito in criptovaluta.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews