martedì, Ottobre 26, 2021
Disponibile su Google Play
HomeScienzaIl coronavirus ha fatto più di un salto di specie?

Il coronavirus ha fatto più di un salto di specie?

Il coronavirus SARS-CoV-2, il virus della covid, potrebbe aver fatto il salto di specie (spillover, in inglese) due volte dagli animali all’uomo: è quanto emerge da una nuova analisi (pubblicata su virological.com e ancora non rivista in peer-review) di cui parla un articolo di Nature: i risultati, se confermati, farebbero scartare definitivamente l’ipotesi del laboratorio.

A – B. I primi genomi virali di SARS-CoV-2, sequenziati tra fine 2019 e inizio 2020, appartengono a due lignaggi (famiglie), chiamati A e B. Il lignaggio B è diventato poi quello dominante a livello globale, mentre l’A si è diffuso solo in Cina. Ciò che è importante capire è se i due lignaggi siano connessi – se, cioè, uno sia l’evoluzione dell’altro – o se abbiano origini separate. Nel secondo caso, il virus potrebbe aver compiuto più di un salto di specie, forse in diversi mercati umidi di Wuhan. «Se si dimostrasse che A e B sono due lignaggi separati e che sono avvenuti due spillover, verrebbe scartata definitivamente l’ipotesi del laboratorio», sottolinea Robert Garry, virologo all’Università di New Orleans (USA).

Rette parallele. Su 1.716 genomi virali di SARS-CoV-2 analizzati, sequenziati prima del 28 febbraio 2020, gli studiosi hanno identificato 38 genomi “intermedi”, inizialmente considerati ipotetiche fasi evolutive dello stesso virus. Ma guardando ai genomi più attentamente, i ricercatori hanno constatato che le mutazioni presenti nei diversi campioni appartenevano al lignaggio A oppure al B, e non a una fase intermedia di evoluzione tra i due lignaggi. «Secondo le nostre analisi, è piuttosto improbabile che uno dei genomi intermedi sia effettivamente un genoma di transizione», afferma Joel Wertheim, epidemiologo molecolare dell’Università della California a San Diego.

Nulla di strano. L’ipotesi è quindi che alcuni animali appartenenti a una o più specie abbiano contagiato più persone in varie occasioni, probabilmente in diversi mercati di Wuhan. Se confermata, la possibilità che il SARS-CoV-2 sia frutto di un doppio salto di specie non dovrebbe comunque stupire, dal momento che in natura esistono un’infinità di coronavirus: secondo un altro studio, ogni anno circa 400.000 persone vengono contagiate da coronavirus correlati alla SARS senza saperlo, attraverso salti di specie che (fortunatamente) non si trasformano in pandemie.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews