sabato, Ottobre 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiarePlasmon, aumenta il Made in Italy tracciabile nel cibo per l’infanzia

Plasmon, aumenta il Made in Italy tracciabile nel cibo per l’infanzia

Tocca il traguardo delle 20mila tonnellate di materia prima italiana l’approvvigionamento Plasmon per le linee di alimenti destinate ai bambini. Uno step significativo all’interno del percorso delineato nel 2019 tra l’azienda leader del baby food – costola del gruppo The Kraft Heinz Company – e il ministero delle Politiche agricole, guidato allora dall’attuale sottosegretario Centinaio. Il protocollo d’intesa siglato prevedeva l’obiettivo delle 25mila tonnellate entro il 2025, all’interno di un percorso che garantisse la completa tracciabilità del prodotto finale. A garanzia dell’aderenza ai disciplinari tecnici di diagnostica e tracciabilità, lo scorso anno è stato presentato anche un marchio con il duplice obiettivo di valorizzare l’export nel mondo.

A due anni dall’accordo, l’approvvigionamento di materia prima locale è salito di 4.100 tonnellate (da 16mila a 20.100) , nonostante l’anno sia stato caratterizzato come ha ricordato Felipe Della Negra, managing director The Kraft Heinz Company-Plasmon – da un drammatico tasso di denatalità.

Loading…

Il numero dei protagonisti della filiera si è inoltre arricchito di nuovi soci – Inalca, Orogel, Molini Spigadoro e Mila – oltre che della collaborazione di Coldiretti. L’obiettivo per tutti è arrivare a una filiera agroalimentare degli alimenti per l’infanzia.

«La tracciabilità del nostro latte, dalla mungitura fino alla consegna, è una questione che ci sta molto a cuore – ha commentato Reinhard Schuster, responsabile gestione dei soci della Cooperativa Mila –. I nostri contadini di montagna dell’Alto Adige conoscono le proprie mucche per nome e il loro benessere è un compito obbligatorio per i nostri soci»

Della sicurezza dei terreni (pre e post raccolta) ha fatto la propria cifra anche Molini Spigadoro. L’ad Francesco Zeppadoro, in particolare, ha ricordato quanto questo progetto rappresenti una «reciprocità d’impegni per garantire sicurezza, origine e qualità delle farine dedicate alla filiera italiana per l’infanzia».

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews