martedì, Ottobre 26, 2021
Disponibile su Google Play
HomeSportOlimpiadi Milano, la nuova arena Santa Giulia sarà la più grande e...

Olimpiadi Milano, la nuova arena Santa Giulia sarà la più grande e «green» d’Italia

Promette di essere l’arena polifunzionale più grande d’Italia. Un investimento da 180 milioni di euro, che ospiterà gli eventi cittadini delle olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, e poi un minimo di 120-130 eventi l’anno tra eventi sportivi, concerti, musicall e grandi eventi live. Risanamento e la società tedesca Cts Eventim (ldeader internazionale dell’entertainment e del ticketing) hanno presentato, a Milano, il progetto per la realizzazione della nuova Msg Arena, che nascerà nell’area Milano Santa Giulia.

Un punto fermo in una vicenda che ha avuto una lunga gestazione, con le bonifiche affidate a giugno ad Ati Suez Semp e la risoluzione consensuale dell’accordo a suo tempo siglato con gli statunitensi di Ovg per la realizzazione e la gestione dell’Arena.

Loading…

Il progetto

EVD Milan, società del gruppo Cts Eventim – quotato alla Borsa di Francoforte – costruirà l’area su un lotto edificabile di 50mila metri quadri, con un’area esterna di oltre 10mila metri quadri per eventi all’aperto e una capienza fino a 16mila spettatori. L’avvio del cantiere è previsto per l’autunno 2022 e il progetto richiederà un investimento complessivo di circa 180 milioni di euro.
In base agli accordi firmati ad agosto tra Cts Eventim e la società proprietaria dell’area, Milano Santa Giulia (controllata da Risanamento), l’arena, una volta completata, nell’autunno 2025 come da progetto, sarà inizialmente messa a disposizione del Comitato Olimpico Internazionale per i Giochi e, in seguito, Cts Eventim continuerà a occuparsi della gestione della venue.

La nuova arena ospiterà in occasione dei giochi olimpici invernali del 2026 le gare di hockey e in seguito anche eventi e concerti. «Abbiamo stimato di ospitare tra i 130 e i 200 eventi all’anno – ha detto Klaus-Peter Schulenberg, ceo di Cts Eventim – nel corso della conferenza stampa. Sarà adatta per eventi sportivi e di intrattenimento. Ci saranno lounge e ristoranti. L’acustica sarà un elemento importante grazie a soluzioni all’avanguardia e sarà progettata per garantire a tutti gli spettatori una visuale ideale non superiore a una distanza di 90 metri dal palco». Parola chiave del progetto sarà, però, la sostenibilità ambientale. Non solo la struttura sarà facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (direttamente via tram dalla stazione dell’alta velocità Milano- Rogoredo alla metropolitana in ncorso di costruzione che collegherà il centro con l’aeroporto di Linate), ma «tutto l’investimento sarà focalizzato su soluzioni di materiali e tecniche costruttive – ha spiegato il vicepresidente di Eventim, Rainer Appel – finalizzate a minimizzare le emissioni di Co2, alimentare l’impianto con energia fotovoltaica e geotermica, con sistemi integrati di riduzione e riciclo dei rifiuti».

Scopri di più

La prospettiva dopo le Olimpiadi

«La nuova arena – ha concluso Schulenberg – sarà una tappa obbligata per tutti i tour più importanti e, attraverso i quattro promoter italiani del nostro network di promoter Eventim Live, saremo in grado di offrire eventi prestigiosi in tutta l’area di Milano e ben oltre. Ciò rappresenta un’ulteriore straordinario fattore aggiuntivo alla nostra catena del valore».
Cts Eventim, oltre ad essere il numero 2 al mondo per l’emissione e la vendita di biglietti per eventi, vanta un’ampia esperienza nella gestione di arene multifunzionali dotate di capienze fino a 20mila spettatori, ha in portafoglio il Tempodrom e il Waldbuehne di Berlino. In termini di fatturato, l’Italia è il secondo mercato di Cts Eventim per importanza dopo la Germania. Nel 2019, prima dello scoppio della pandemia, la regione ha generato 271 milioni nei segmenti biglietteria e intrattenimento live. Complessivamente, nel 2019, ha generato ricavi per 1,4 miliardi di euro, con 284 milioni di euro di Ebitda e oltre 5 miliardi di capitalizzazione. Difficili invece, ammette Schulenberg, per il settore, il 2020 e 2021: «a causa del covid – ha spiegato il ceo di Cts Eventim – abbiamo subìto cali di fatturato, rispettivamente, dell’82% nel 2020 e del 65% nel corso di questo 2021. Stimiamo che la situazione possa normalizzarsi dalla primavera 2022».

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews